Mercoledì 23 Settembre 2020 | 08:51

NEWS DALLA SEZIONE

In 60 anni
Brindisi, Roma e Milano nella top 100 delle città «più calde» d'Europa

Brindisi, Roma e Milano nella top 100 delle città «più calde» d'Europa

 
Controlli dei CC
Ceglie Messapica, a spasso con 5 «cipolle» di cocaina: arrestato 26enne

Ceglie Messapica, a spasso con 5 «cipolle» di cocaina: arrestato 26enne

 
Il caso
Fasano, rapina allo Zoosafari: ladri scappano con l'incasso

Fasano, rapina allo Zoosafari: ladri scappano con l'incasso

 
Malavita
Francavilla, la casa bazar delle droghe

Francavilla, scoperta casa «bazar» delle droghe: 4 in manette

 
nel Brindisino
Pezze di Greco, geloso massacra la «ex» davanti alla figlioletta

Pezze di Greco, geloso massacra la ex davanti alla figlioletta

 
Ambiente
Brindisi, misteriosa moria di pesci in un laghetto delle Saline Indagano i Cc Forestali

Brindisi, misteriosa moria di pesci in un laghetto delle Saline: indagano i Cc Forestali

 
L'evento
Brindisi, per il «Giro d’Italia» del 9 ottobre scuole chiuse e viabilità modificata

Brindisi, per il «Giro d’Italia» del 9 ottobre scuole chiuse e viabilità modificata

 
Originari del Napoletano
Si fingevano carabinieri e avvocati e truffavano anziani nel Brindisino: 6 arresti

Si fingevano carabinieri e avvocati e truffavano anziani nel Brindisino: 6 arresti

 
Controlli dei CC
Erchie, apre bar abusivo in un garage: multato 49enne titolare di reddito di cittadinanza

Erchie, apre bar abusivo in un garage: multato 49enne titolare di reddito di cittadinanza

 
Sanità
Cisternino, consegnati i lavori e aperta la Casa della Salute

Cisternino, consegnati i lavori e aperta la Casa della Salute

 

Il Biancorosso

Serie c
Bari calcio, esordio in Coppa Italia senza Di Cesare e De Risio

Bari calcio, esordio in Coppa Italia senza Di Cesare e De Risio

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl caso
Bari, scatta la prescrizione per 11 furbetti del cartellino dell'ex Provincia

Bari, scatta la prescrizione per 11 furbetti del cartellino dell'ex Provincia

 
TarantoContagi
Grottaglie, un impiegato della Leonardo è positivo al Covid 19

Grottaglie, un impiegato della Leonardo è positivo al Covid 19

 
BrindisiIn 60 anni
Brindisi, Roma e Milano nella top 100 delle città «più calde» d'Europa

Brindisi, Roma e Milano nella top 100 delle città «più calde» d'Europa

 
PotenzaNel Potentino
A Carbone il nuovo sindaco è «sconosciuto»: eletto con 78 voti un siciliano mai stato in paese

A Carbone il nuovo sindaco è «sconosciuto»: eletto con 78 voti un siciliano mai stato in paese

 
Materal'anniversario
Matera, quel 21 settembre che cambiò la nostra storia

Matera, quel 21 settembre che cambiò la nostra storia

 
FoggiaCovid
S. Giovanni Rotondo, tutto esaurito in Chiesa per la veglia di San Pio

S. Giovanni Rotondo, tutto esaurito in Chiesa per la veglia di San Pio

 
BatLavori pubblici
Bisceglie, manutenzione del Ponte Lama: arrivano 5 milioni

Bisceglie, manutenzione del Ponte Lama: arrivano 5 milioni

 
LecceViaggi della speranza
Gallipoli, migranti pakistani si riparano su isola Sant'Andrea: c'è anche bimbo di 11 anni

Gallipoli, migranti pakistani si riparano su isola Sant'Andrea: c'è anche bimbo di 11 anni

 

i più letti

l'episodio

Fasano, retroscena dell'estorsione a De Picciotto: «Se fai altre denunce per te e tua figlia saranno guai seri»

Il 14 settembre dello scorso anno l'italo-svizzero ricevette questa telefonata

Fasano, «Se fai altre denunce per te e tua figlia saranno guai seri»

FASANO - «Se ti rechi nuovamente alle forze dell’ordine per sporgere denuncia saranno guai: conosciamo tua figlia e tua nipote e le faremo del male».

Questo il tenore della minaccia contenuta nella telefonata ricevuta il 14 settembre dell’anno scorso dall’amministratore di una società agricola riconducibile agli interessi che il finanziere italo-svizzero Renè de Picciotto ha nel Fasanese. Ed era proprio “lo svizzero” la persona che una banda composta da cinque baresi si era messa in testa di taglieggiare.

A distanza di nove mesi dai fatti, all’alba di giovedì 30 luglio scorso i presunti autori dell’estorsione sono stati arrestati.

Giandonato, detto Gennaro, Sciacovelli, 48 anni, barese, Michele, detto Mirco, Sciacovelli, 27 anni, barese, padre e figlio, Giuseppe Dell’Aglio, 46 anni, di Polignano a Mare, Laura Colapietro, 37 anni, di Polignano a Mare, marito e moglie, e Francesco Soloperto, 24 anni, barese, sono stati raggiunti da ordinanza di custodia cautelare. I primi tre sono finiti in carcere, a Bari, gli altri due ai domiciliari. l 14 settembre 2019, quando riceve la telefonata con cui gli vengono chiesti 50mila euro, l’amministratore della società agricola (che ha sede a Fasano) chiese all’anonimo interlocutore come avesse fatto a procurarsi il suo numero di telefono. La risposta della persona che era dall’altra parte della cornetta fu “che lo aveva estrapolato dalla denuncia che aveva sporto presso i carabinieri in occasione dell’incendio degli ulivi avvenuto nei giorni precedenti”. In effetti – annota il gip – il 29 agosto 2019, presso la tenuta della Masseria Pettolecchia, era stato appiccato il fuoco a tre alberi di ulivo millenari.

Dopo la denuncia dell’imprenditore i carabinieri hanno immediatamente attivato una serie di attività tecniche, tra cui l’acquisizione dei tabulati delle telefonate ricevute dall’amministratore della società agricola.

“L’esame dei tabulati – scrive il gip – consentiva di accertare che le due telefonate erano state effettuate da una cabina telefonica ubicata a Triggiano (Bari) in piazza Vittorio Veneto. Le immagini registrate dal circuito di videosorveglianza della Polizia locale di Triggiano riprendevano due uomini che nell’orario in cui era partite le telefonate si portavano a piedi verso la cabina”.

E’ la telefonata, fatta da una cabina telefonica ubicata in piazza XX Settembre, a Mola di Bari, minatoria effettuata il 20 settembre successivo che si rivela un boomerang per gli estorsori. Di fronte a quella cabina, infatti, c’è una telecamera. Gli investigatori hanno acquisito le immagini e hanno constatato che a telefonare sono stati un uomo e una donna. Hanno anche estrapolato la targa della loro auto. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie