Venerdì 19 Agosto 2022 | 01:25

In Puglia e Basilicata

Champions League

CR7, dopo la vittoria la festa nel locale del fasanese Ancona

CR7, dopo la vittoria la festa nel locale del fasanese Ancona

Dopo la tripletta contro l'Atletico Madrid, Cristiano Ronaldo e compagni hanno festeggiato al Catullo di Piero Ancona

14 Marzo 2019

Tommaso Vetrugno

Un pizzico di Puglia, una “spruzzata” di gastronomia brindisina nella cena per i festeggiamenti del protagonista della sfida di Champions League Cristiano Ronaldo al ristorante “Catullo” del fasanese Piero Ancona. Siamo nella Torino bianconera, quella che ha toccato il cielo con un dito nella serata di martedì, quando la Juventus ha ribaltato il doppio svantaggio dell’andata (2-0) superando in casa l’Atletico Madrid (3-0) per la qualificazione ai Quarti.
Il Re della serata magica che ha fatto e continua a far sognare il popolo bianconero ha abbandonato lo Juventus Stadium per approdare, è proprio il caso di dire, al ristorante affacciato sul Po, dove spesso fanno tappa i giocatori bianconeri.
Un arrivo in pompa magna con l’euforia dei presenti che hanno sottolineato l’impresa compiuta dal calciatore portoghese. Il silenzio della serata nel ricercato locale piemontese è stato squarciato dal suo ingresso in sala e prima di raggiungere la saletta privata per i festeggiamenti ha ricevuto il tributo dei clienti presenti, quasi increduli di vedersi a pochi metri di distanza il plurivincitore del pallone d’oro. Tifo da stadio con i camerieri che si sono improvvisati stewart per tenere a distanza i clienti in una serata che verrà ricordata a lungo.


CR7 abita poco distante dal ristorante “Catullo” ed è arrivato nel locale del fasanese Piero con Georgina, il figlio maggiore e tutto il clan, tra cui il fratello Hugo e gli amici di sempre Ricky Regufe e Miguel Paixao. Un gruppo di una ventina di persone tra i quali spicca anche Joao Cancelo.
Una cena rigorosamente a base di carne con una grigliata con tanto di fiorentine e carne cruda all’albese, rimanendo su piatti tipici piemontesi. Non è mancata la pizza della casa, quella che richiama la Puglia, preparata con maestria seguendo le indicazioni di Piero e per lui è stata una grande gratificazione ricevere un assenso sulla bontà del piatto proposto proprio dal Re della sfida Juventus-Atletico Madrid.


Una serata di festeggiamenti per l’autore della storica tripletta presso il ristorante “Catullo” da sempre meta di giocatori bianconeri. Una serata storica per Piero che ha accolto il giocatore al quale tutti avrebbero voluto stringergli la mano per la spinta decisiva che ha dato alla squadra per centrare la qualificazione.
“Non credevo ai miei occhi – afferma Piero – quando ho visto lui, Ronaldo, entrare nel mio locale, proprio la sera che ha regalato questa grande gioia al popolo bianconero. Una persona splendida, tranquilla con la quale ho scambiato poche parole, ma disponibile ad ascoltarmi”.
La Puglia irrompe nella notte bianconera e per Piero, fasanese doc, un grande vanto aver contribuito ai festeggiamenti della qualificazione della Juventus ai Quarti mettendo a disposizione il proprio locale, dove si continua a respira quel “profumo” immancabile della nostra regione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725