Lunedì 19 Agosto 2019 | 02:34

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Cisternino, si appropriava di auto poste sotto sequestro: denunciato

Cisternino, si appropriava di auto poste sotto sequestro: denunciato

 
L'evento
S. Michele Salentino, il paese si racconta con le video proiezioni

S. Michele Salentino, il paese si racconta con le video proiezioni

 
Nel Brindisino
Mesagne, struttura ospitava anziani malati senza autorizzazioni: chiusa

Mesagne, struttura ospitava anziani malati senza autorizzazioni: chiusa

 
Nel Brindisino
Lineamediterranea: a Fasano si parte con il sacrificio virtuale di solidarietà all'Ulivo Monumentale della Puglia

Lineamediterranea: a Fasano si parte con il sacrificio virtuale di solidarietà all'Ulivo Monumentale della Puglia

 
decenni di violenze
Ostuni, maltratta la compagna per 20 anni: allontanato da casa

Ostuni, maltratta la compagna per 20 anni: allontanato da casa

 
L’operazione
Porto Brindisi, GdF sequestra 40mila scarpe Converse contraffatte

Porto Brindisi, GdF sequestra 40mila scarpe Converse contraffatte

 
L'episodio
Brindisi, distrugge un'auto parcheggiata a martellate: arrestata 37enne

Brindisi, distrugge un'auto parcheggiata a martellate: arrestata 37enne

 
Nel Brindisino
Mesagne: raid contro auto maresciallo dei cc, data alle fiamme sotto casa

Mesagne: raid contro auto maresciallo dei cc, data alle fiamme sotto casa

 
Storia a lieto fine
Brindisi, i medici del «Perrino» salvano le ferie di una turista francese

Brindisi, i medici del «Perrino» salvano le ferie di una turista francese

 
3 arresti
Tentano di ucciderlo perché ha una relazione con la moglie di un detenuto: arresti a Brindisi

Brindisi, è l'amante di una moglie di un detenuto: pestato da mamma e figli
 

 
Violenza domestica
Cisternino, picchia il padre e minaccia la madre: arrestato 34enne

Cisternino, picchia il padre e minaccia la madre: arrestato 34enne

 

Il Biancorosso

Coppa Italia
Bari perde ad Avellino 1-0, sfiorato gol alla fine

Bari perde ad Avellino 1-0, sfiorato gol alla fine

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceVandalismo
Lecce, distrutto il «Tempietto» di via Rubichi. L'ira del vescovo

Lecce, distrutto il «Tempietto» di via Rubichi. L'ira del vescovo

 
HomeGuardia costiera
Polignano, stop bagni a Lama Monachile: pericolo nuovi crolli

Polignano, stop bagni a Lama Monachile: pericolo nuovi crolli. L'Ordinanza

 
FoggiaLa polemica
Lega, scoppia il bubbone a Foggia: espulsioni e «sassolini». Arriva il nuovo segretario

Lega, scoppia il bubbone a Foggia: espulsioni e «sassolini». Arriva il nuovo segretario

 
BrindisiIl caso
Cisternino, si appropriava di auto poste sotto sequestro: denunciato

Cisternino, si appropriava di auto poste sotto sequestro: denunciato

 
HomeIncidenti stradali
Scontro frontale tra due auto tra Laterza e Ginosa: morto 40enne, 3 feriti

Puglia, domenica di sangue sulle strade: 4 morti a Laterza, Trinitapoli e Veglie

 
GdM.TVIl ritrovamento
Scanzano Jonico, sulla spiaggia spunta un granchio tropicale

Scanzano Jonico, sulla spiaggia spunta un granchio tropicale

 
PotenzaIl caso
Castelmezzano, Rubano offerte in chiesa: messi in fuga da 2 parrocchiani

Castelmezzano, rubano offerte in chiesa: messi in fuga da 2 parrocchiani

 
BatL'iniziativa il 22 agosto
Bisceglie dedica a Leopardi la scalinata dell'Infinito

Bisceglie dedica a Leopardi la scalinata dell'Infinito

 

i più letti

Dopo le indagini dei cc

San Michele Salentino, simulano danni a veicolo: denunciati

Due fratelli devono rispondere di concorso in truffa

carabinieri

BRINDISI - Volevano rifilare un “pacco” ad un’impresa specializzata nel trasporto di veicoli con bisarche da e verso la Puglia, hanno rimediato una denuncia in stato di libertà alla magistratura per concorso in truffa. A denunciare due fratelli di Barletta di 45 e 42 anni sono stati, a conclusione di un certosino lavoro di indagine, i carabinieri della stazione di San Michele Salentino.
L’indagine ha preso le mosse dalla denuncia di un 46enne di San Michele, legale rappresentante di una società specializzata, per l’appunto, nel trasporto di auto con bisarche. I due barlettani, dopo aver acquistato un’autovettura, che gli è stata consegnata dall’impresa di trasporto con sede a San Michele Salentino, hanno simulato danni al veicolo per un ammontare di 8.000 euro, facendo emergere che i danni fossero preesistenti alla consegna del mezzo e chiedendo pertanto il risarcimento.

L’imprenditore non si è fatto truffare: ricevuta la richiesta di risarcimento danni, si è rivolto ai carabinieri. Le indagini condotte dai militari dell’Arma, che hanno dovuto ricostruire tutto il percorso storico della vita del veicolo, coinvolgendo quindi anche i precedenti proprietari, hanno consentito di accertare che l’auto era stata consegnata agli acquirenti nelle normali condizioni di usura derivanti dal regolare decorso del tempo. La conferma che si trattava di un “pacco” gli investigatori l’hanno avuta anche da un altro elemento che hanno acquisito nel corso degli accertamenti seguiti alla querela dell’imprenditore: gli acquirenti al momento della consegna della macchina da parte dell’autotrasportatore di San Michele Salentino non hanno mosso alcuna contestazione al conducente della bisarca. È stato soltanto in un secondo momento che si sono “accorti” dei danni presenti all’auto e hanno avanzato richiesta di risarcimento. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie