Mercoledì 24 Aprile 2019 | 00:24

NEWS DALLA SEZIONE

Vento forte
Brindisi, maltempo blocca nel porto traghetto per Valona

Brindisi, traghetto bloccato dal vento nel porto: era diretto a Valona

 
L'ordinanza
Brindisi, Sì alle spiagge «plastic-free» ma materiale sostitutivo è carente

Brindisi, Sì alle spiagge «plastic-free» ma materiale sostitutivo è carente

 
Molestie in famiglia
Turturano, minaccia di morte l'ex moglie: arrestato 46enne

Tuturano, minaccia di morte l'ex moglie: arrestato 46enne

 
I controlli su strada
S. Pancrazio Salentino, beccato con mazza da baseball in auto: denunciato

S. Pancrazio Salentino, beccato con mazza da baseball in auto: denunciato

 
Stalking
Brindisi, molestava l'ex compagna e la figlioletta: arrestato 48enne

Brindisi, molestava l'ex compagna e la figlioletta: arrestato 48enne

 
Curiosità
Ponte festività, i vip nel Brindisino: ecco gli arrivi e i «ritrovi»

Ponte festività, i vip nel Brindisino: ecco gli arrivi e i «ritrovi»

 
L'incidente
Moto contro auto sulla Monopoli-Alberobello: muore un 54enne

Moto contro auto sulla Monopoli-Alberobello: muore un 54enne

 
Il caso
Fasano, nascosti in un trullo tre chili di esplosivo: al via le indagini

Fasano, nascosti in un trullo tre chili di esplosivo: al via le indagini

 
Turismo
«Super ponte» in arrivo, piovono le prenotazioni: al top Ostuni

«Super ponte» in arrivo, piovono le prenotazioni: al top Ostuni

 
Il batterio killer
Xylella, Cia annuncia: «in corso eradicazioni di 12 alberi nel Brindisino»

Xylella, Cia annuncia: «in corso eradicazioni di 12 alberi nel Brindisino»

 
A Ostuni
Fu investita: multata perché non attraversò sulle strisce

Fu investita: multata perché non attraversò sulle strisce

 

Il Biancorosso

L'ANALISI
Bari, e adesso cosa si fa?Si accarezza il sogno scudetto

Bari, e adesso cosa si fa?
Si accarezza il sogno scudetto

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaLa strage
Mafia, intitolato ai fratelli Luciani presidio Libera San Marco in Lamis

Mafia, intitolato ai fratelli Luciani presidio Libera San Marco in Lamis

 
LecceL'inchiesta
Lecce, magistrati arrestati: chiesto incidente probatorio. Altro pm indagato

Lecce, magistrati arrestati: chiesto incidente probatorio. Altro pm indagato

 
PotenzaLe indagini
Disastro ambientale Val D'agri, suicida avvisò con memoriale

Disastro ambientale Val D'agri, suicida avvisò con memoriale

 
BariL'intervista
Loredana Ascenza Fasano: «Ricomincio dai Verdi dopo la rinuncia ambientalista M5S»

Loredana Ascenza Fasano: «Ricomincio dai Verdi dopo la rinuncia ambientalista M5S»

 
MateraOperazione della Polizia
Metaponto, nello zaino con un chilo di droga: in cella gambiano

Metaponto, nello zaino con un chilo di droga: in cella gambiano

 
BatIl furto
Trinitapoli, rubano 5mila carciofi dai campi: 4 arresti

Trinitapoli, rubano 5mila carciofi dai campi: 4 arresti

 
BrindisiVento forte
Brindisi, maltempo blocca nel porto traghetto per Valona

Brindisi, traghetto bloccato dal vento nel porto: era diretto a Valona

 
TarantoL'operazione dei cc
Laterza, ruba alcol, soldi e tabacchi in un bar: arrestato 40enne

Laterza, ruba alcol, soldi e tabacchi in un bar: arrestato 40enne

 

Al perrino di Brindisi

Follia in ospedale, arrestato ivoriano: sfascia 6 auto con la flebo attaccata

L'uomo era stato fermato due giorni prima dopo aver rubato 400 euro di merce da un supermarket

carabinieri

Armato del supporto in alluminio per le flebo sfascia la vetrata della sala d’aspetto della Tac, i lunotti e i parabrezza di sei auto - compresa quella dell’istituto di vigilanza - si avventa contro carabinieri, guardie giurate e personale ospedaliero seminando il panico. La notte di pura follia, del 33enne ivoriano Dramane Sylla iniziata intorno alle 3 di ieri, si è conclusa con il suo arresto ad opera dei carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile nelle adiacenze dell’ospedale Perrino. Risponde dei reati di minaccia a pubblico ufficiale, danneggiamento aggravato e interruzione di pubblico servizio. Nemmeno 48ore prima erano stati gli stessi militari a far scattare per la prima volta le manette nei suoi confronti. Nel pomeriggio del 27 settembre l’ivoriano era stato già arrestato, poiché aveva prelevato dall’interno di un supermercato della città merce per un valore di 403 euro guadagnando subito dopo l’uscita oltrepassando la barriera delle casse, senza pagare l’importo dovuto. Nella circostanza era stato rimesso in libertà. E ieri, dopo la sfuriata all’ospedale «Perrino», i carabinieri hanno dovuto faticare non poco per neutralizzarlo. L’ivoriano richiedente asilo, utilizzando delle aste in ferro ed alluminio prelevate in ospedale stava sfasciando qualsiasi cosa gli capitasse a tiro quando i militi sono stati costretti a intervenire. Al loro arrivo brandiva le due aste fronteggiando ad una distanza di circa 10 metri le diverse persone presenti tra cui personale sanitario e gli addetti alla vigilanza. All’uomo è stato subito intimato di posare gli oggetti contundenti di cui era armato e accompagnato all’interno del «pronto soccorso» per essere medicato per una serie di ferite alle mani che si era autoprocurato. I danni cagionati sono ingenti, oltre al danneggiamento della vetrata della struttura, sei automezzi parcheggiati nell’area interna. Tra questi l’auto della ditta di vigilanza alla quale con un’asta ha mandato in frantumi il lunotto posteriore e anteriore e inferto diverse ammaccature alla carrozzeria.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400