Sabato 20 Ottobre 2018 | 16:32

NEWS DALLA SEZIONE

In pieno giorno
Palpeggiano una 15enne, ricercati 3 extracomunitari

Palpeggiano una 15enne, ricercati 3 extracomunitari

 
Sanità
Emiliano: «Stabilizzati 132 precari Asl Brindisi»

Emiliano: «Stabilizzati 132 precari Asl Brindisi»

 
Razzia in via Bastioni
Brindisi, immigrato distrugge vetriauto in sosta in centro: arrestato

Brindisi, immigrato distrugge vetri auto in sosta in ce...

 
Sei denuciati
Latiani, maxi rissa tra 6 giovani:uno ruba il portafogli a un rivale

Latiano, maxi rissa tra 6 giovani: uno ruba il portafog...

 
A Francavilla Fontana
Rapina un bar, minaccia la barista con un sasso e lo lancia sulla vetrina: arrestato

Rapina un bar, minaccia la barista con un sasso e lo la...

 
Ai ferri corti
Brindisi, il sindaco Rossi diffida Versalis e minaccia il fermo dell’impianto

Brindisi, sindaco diffida Versalis e minaccia fermo del...

 
Per una settimana
San Vincenzo De' Paoli, reliquia arriva a Ostuni

San Vincenzo De' Paoli, reliquia arriva a Ostuni

 
Nel Brindisino
Non rispettano l'alt dei cc, inseguimento finisce con 3 tamponamenti: arrestati 2 nomadi serbi

Non rispettano l'alt dei cc, ma tamponano 3 auto: arres...

 
Turismo
Brindisi «dimenticata» alla Fiera di Rimini

Brindisi «dimenticata» alla Fiera di Rimini

 
Nel rione Sant'Elia
Brindisi, incendia l’auto del vicino di casa ma un video lo inchioda: arrestato

Incendia l’auto del vicino, inchiodato da un video

 
Economia
Export brindisino in calo dopo 2 anni di crescita

Export brindisino in calo dopo 2 anni di crescita

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più letti

L'operazione della Gdf

Brindisi, sequestrati nel porto 39mila peluche e 5mila motori per lavatrici

E' risultato che la merce era sprovvista del certificato di conformità previsto in materia di sicurezza dei prodotti e non recava quindi il marchio Ce

Brindisi, sequestrati nel porto 39mila peluche e 5mila motori per lavatrici

BRINDISI - Il sequestro di 4.440 motori elettrici per lavatrici e di 39.000 giocattoli peluche è stato eseguito al porto di Brindisi da guardia di finanza e funzionari dell’agenzie delle dogane. La merce è stata trovata durante un controllo effettuato su due autoarticolati guidati da altrettanti cittadini stranieri, uno bulgaro e uno rumeno. E' risultato che la merce era sprovvista del certificato di conformità previsto in materia di sicurezza dei prodotti e non recava quindi il marchio Ce. Secondo quanto accertato gli articoli provenivano dalla Bulgaria e dalla Cina ed erano giunti in Italia attraverso la Grecia. I motori elettrici erano diretti a una società del napoletano, mentre i giocattoli erano destinati al mercato spagnolo. A entrambi i conducenti è stata contestata una violazione amministrativa con sanzioni dai 10.000 ai 60.000 euro. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400