Sabato 16 Febbraio 2019 | 18:33

NEWS DALLA SEZIONE

Ai domiciliari
Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

 
Provoca il cancro
Al Perrino in anatomia patologica è allarme formaldeide

Al Perrino in anatomia patologica è allarme formaldeide

 
Sulla via di San Vito
Brindisi, cc scoprono casolare con 50 africani tra droga e degrado, un arresto

Brindisi, scoperti 50 africani in casolare tra droga e degrado: un arresto

 
La rapina a Brindisi
Brindisi, legano il portiere dell'hotel Internazionale: caccia a 2 rapinatori

Legano il portiere dell'hotel Internazionale: caccia a 2 rapinatori

 
Dai cc di Brindisi Casale
Carne conservata male e prodotti proibiti: multato macellaio

Carne conservata male e prodotti proibiti: multato macellaio

 
Il caso
Oria, sequestrati dalla Gdf villa e terreno ad esponente della Scu

Oria, sequestrati dalla Gdf villa e terreno ad esponente della Scu

 
La rapina
Brindisi, armati di pistola assaltano la Total Erg

Brindisi, armati di pistola assaltano la Total Erg

 
Sequestrati anche 30 kg di pesce
carabinieri Nas

Latiano, lavavano pesce con acqua contaminata: ristorante sospeso

 
NEL RIONE SANT'ANGELO
Brindisi, 2 fratelli minacciati con la pistola: «I cellulari o sparo»

Brindisi, 2 fratelli minacciati con la pistola: «I cellulari o sparo»

 
Operazione dei Cc
Carovigno, nel «fortino» 2 quintali di droga: sotto accusa una famiglia

Carovigno, nel «fortino» 2 quintali di droga: sotto accusa una famiglia

 
Lotta alla droga
Carovigno, beccato mentre spacciava cocaina: arrestato 42enne

Carovigno, preso dai Cc 42enne mentre spacciava cocaina

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceVerso le elezioni
Lecce, il centrodestra ufficializza le primarie

Lecce, il centrodestra ufficializza le primarie

 
BariSanità
Medicina «narrativa» Un corso per i medici

Medicina «narrativa» Un corso per i medici

 
TarantoLa manifestazione
Taranto, anche Caparezza sostiene la fiaccolata per i bimbi morti di cancro

Taranto, anche Caparezza sostiene la fiaccolata per i bimbi morti di cancro

 
MateraIl caso
matera bari

Matera, svaligiavano appartamenti: in manette 3 ladri baresi

 
BatDavanti al porto
Trani, anziana in acqua: soccorsa in tempo, rischiava assideramento

Trani, anziana in acqua: soccorsa in tempo, rischiava assideramento

 
BrindisiAi domiciliari
Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

 
PotenzaDal gip di Potenza
Lavello, donna di mezza età in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

Lavello, donna 40enne in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

 
FoggiaSfiducia al sindaco
San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

 

E' tornato nel suo paese

Albanese costretto a fare la «naja» in Italia: ora chiede la cittadinanza

Armando, oggi 40 anni, arrivò nel 1991 con i genitori. Andò a scuola, lavorò poi fu chiamato alla leva pur non avendo alcun obbligo

Albanese costretto a fare la «naja»in Italia: ora chiede la cittadinanza

Un albanese, oggi 40enne, nel 1995 ha fatto per errore il militare in Italia e da allora ha iniziato una battaglia legale per ottenere la cittadinanza italiana. Armando Panariti era arrivato in Puglia con i suoi genitori nel marzo del 1991, sbarcato a Brindisi con altri 27 mila albanesi. La famiglia si stabilì in provincia di Taranto dove Armando, all’epoca adolescente, iniziò a frequentare la scuola e poi a lavorare.

Fu poi chiamato alle armi, nonostante fosse di cittadinanza albanese, e solo alla fine del servizio di leva, fatto tra Lecce, Taranto, Viterbo e San Giorgio Ionico, fu accertato l’errore. Gli fu quindi notificato un foglio di via perché non aveva lavoro e quindi non poteva ottenere il permesso di soggiorno.

Assistito dagli avvocati Raffaele Mascolo e Massimo Santoro, l'uomo, che attualmente vive a Tirana mentre la sua famiglia è ancora in Italia, ha fatto richiesta di cittadinanza italiana interpellando prefetture, organi militari e diplomatici e persino il presidente della Repubblica, senza ottenere risposta.
Nei prossimi giorni, fanno sapere i legali, sarà depositato un ricorso presso la Corte Europea dei Diritti dell’Uomo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400