Giovedì 21 Marzo 2019 | 12:30

NEWS DALLA SEZIONE

Nel Brindisino
Trovati 2 escavatori nelle campagne: erano stati rubati a Lecce

Trovati 2 escavatori nelle campagne: erano stati rubati a Lecce

 
Centrale Enel Brindisi
Cerano, principio di incendio nella torre nastro trasportatore, nessuna conseguenza

Cerano, principio di incendio nella torre nastro trasportatore, nessuna conseguenza

 
L'iniziativa
Torchiarolo, tavolata di 60 metri per San Giuseppe: sarà plastic free

Torchiarolo, tavolata di 60 metri per San Giuseppe: è plastic free

 
Dopo due anni
Fasano, morì dopo la dimissione: giudice ordina riesumazione

Fasano, morì dopo la dimissione: giudice ordina riesumazione

 
In pieno centro
S.Pietro V.co, pitbull azzanna cavalla e cavaliere, feriti

S.Pietro V.co, pitbull azzanna cavalla e cavaliere, feriti

 
Al rione Bozzano
Brindisi, disoccupata 20enne salvata mentre tenta lanciarsi dal ponte

Brindisi, disoccupata 20enne salvata mentre tenta lanciarsi dal ponte

 
Denunciato
Carovigno, guida sotto effetto alcol e droga fa incidente e distrugge 4 auto

Carovigno, guida sotto effetto alcol e droga fa incidente e distrugge 4 auto

 
Ordinanza del Questore
San Donaci, droga e pregiudicati: chiuso circolo per un mese

San Donaci, droga e pregiudicati: chiuso circolo per un mese

 
Indagano i Cc
Fasano, gli sparano mentre fa la pipì per strada: ferito 40enne

Fasano, gli sparano mentre fa la pipì per strada: ferito 40enne

 
Maltrattamento di animali
Brindisi, trovati 6 cani rinchiusi in auto abbandonata: una denuncia

Brindisi, trovati 6 cani rinchiusi in auto abbandonata: una denuncia

 
Il caso
Brindisi, polizze a prezzi di saldo: una truffa non un affare

Brindisi, polizze a prezzi di saldo: una truffa non un affare

 

Il Biancorosso

IL PERSONAGGIO
La signora Francesca colpisce ancoraPizze e focacce per gli auguri a Brienza

La signora Francesca colpisce ancora
Pizze e focacce per gli auguri a Brienza

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiNel Brindisino
Trovati 2 escavatori nelle campagne: erano stati rubati a Lecce

Trovati 2 escavatori nelle campagne: erano stati rubati a Lecce

 
PotenzaRegionali 2019
Basilicata, mondo agricolo sul piede di guerra

Basilicata, mondo agricolo sul piede di guerra

 
BatAnalisi e scenari
Commercio agroalimentare nella Bat: «l’export cresce poco»

Commercio agroalimentare nella Bat: «l’export cresce poco»

 
FoggiaCieli aperti
Foggia, droni a go-go Amendola vuole più sicurezza

Foggia, droni a go-go Amendola vuole più sicurezza

 
TarantoNel tarantino
Castellaneta Marina, sequestrato ristorante sulla spiaggia completamente abusivo

Castellaneta Marina, sequestrato ristorante in spiaggia abusivo

 
BariL'inchiesta
Mercato nero della legna: un business malavitoso

Mercato nero della legna: un business malavitoso

 
LecceA lecce
Statua S.Oronzo, procede restauro: «È molto deteriorata»

Statua S.Oronzo, procede restauro: «È molto deteriorata»

 
MateraInfortunio sul lavoro
Policoro, 34enne muore mentre taglia alberi. Allarme sindacati

Policoro, 34enne muore mentre taglia alberi. Allarme sindacati

 

estate alle porte

A Brindisi lidi privati fuorilegge: e il Comune non sa che esistono

La bella stagione si avvicina e sul tappeto ecco i problemi: ancora non effettuata la pulizia delle spiagge, strutture non a norma, costa con pericolo di smottamento

costa brindisina

Un tratto della costa brindisina

Anche se il maltempo di questi giorni ha (ri)allontanato i brindisini dal mare, l’estate è ormai alle porte e sul litorale a nord di Brindisi fervono i preparativi per una nuova stagione balneare. Come, però, accade ogni anno, luci e ombre si addensano lungo i 13 chilometri di costa e di mare, riproponendo vecchie problematiche che tardano a risolversi.

PULIZIA - In relazione a tale aspetto, si può dire che luci e ombre si... bilanciano, perché se, da un lato, l’opera radicale di pulizia delle spiagge è stata già effettuata (sia pure con un po’ di ritardo), dall’altro restano tuttavia alcuni tratti di arenili non del tutto sgombri di alghe e detriti. L’esempio più tangibile è offerto dalla porzione di spiaggia libera contigua al Granchio Rosso, dove è ben visibile la presenza di cumuli di posidonia a due passi dalla battigia, unitamente a detriti di mare sparsi qua e là. Per il resto, invece, il quadro è abbastanza incoraggiante, sebbene qualche “macchia” sia riscontrabile anche procedendo verso nord. L’auspicio è che, in concomitanza dell’inizio ufficiale della stagione balneare, si colmino anche queste piccole lacune, in modo da rendere presentabile ogni “spicchio” di litorale.

LIDI NON A NORMA - Altro “tallone d’Achille” contro il quale il Comune combatte da anni è il mancato adeguamento alla normativa in materia edilizia. Malgrado i ripetuti solleciti, qualche stabilimento balneare non è ancora a norma in relazione alla presenza di manufatti abusivi e in cemento e l’Amministrazione, anche per l’estate in arrivo, si è adoperata nel far presente ai concessionari la necessità di adeguarsi alla legge. Attualmente, fanno sapere da Palazzo di Città, sono 3-4 i lidi privati non confacenti alle aspettative: in due casi, addirittura, le spiagge private per il Comune... neppure esistono, mentre in un altro paio di ipotesi i titolari si ostinano a non conformarsi alle direttive impartite dall’amministrazione. Inutile aggiungere che, sotto questo profilo, si prospetta un’altra stagione di contenziosi amministrativi, come del resto ormai avviene ogni estate.

TRATTI DI COSTA INTERDETTI - È, di gran lunga, la nota più dolente. Sebbene non se ne parli più come prima, l’ordinanza di interdizione di ampi tratti di litorale (resasi necessaria dopo la morte avvenuta nel 2012 del ricercatore tarantino, travolto dalla falesia sgretolatasi per via dell’erosione costiera) è ancora vigente (come, del resto, testimoniano i cartelli di avviso relativi al pericolo di smottamento) e ciò in quanto, a seguito dei lavori di rimodulazione e messa in sicurezza della falesia (peraltro ultimati ormai da un anno), non c’è stato ancora il definitivo “collaudo” da parte dell’Autorità di Bacino e, sebbene sia previsto a breve un tavolo tecnico propedeutico all’opportunità di rivedere le tabelle di pericolosità geomorfologica (il famigerato Pg3 che interessa ampi tratti della costa), a quanto pare l’iter procedurale è ancora lungo e di certo richiederà ancora diversi mesi di attesa. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400