Sabato 16 Febbraio 2019 | 08:29

NEWS DALLA SEZIONE

Provoca il cancro
Al Perrino in anatomia patologica è allarme formaldeide

Al Perrino in anatomia patologica è allarme formaldeide

 
Sulla via di San Vito
Brindisi, cc scoprono casolare con 50 africani tra droga e degrado, un arresto

Brindisi, scoperti 50 africani in casolare tra droga e degrado: un arresto

 
La rapina a Brindisi
Brindisi, legano il portiere dell'hotel Internazionale: caccia a 2 rapinatori

Legano il portiere dell'hotel Internazionale: caccia a 2 rapinatori

 
Dai cc di Brindisi Casale
Carne conservata male e prodotti proibiti: multato macellaio

Carne conservata male e prodotti proibiti: multato macellaio

 
Il caso
Oria, sequestrati dalla Gdf villa e terreno ad esponente della Scu

Oria, sequestrati dalla Gdf villa e terreno ad esponente della Scu

 
La rapina
Brindisi, armati di pistola assaltano la Total Erg

Brindisi, armati di pistola assaltano la Total Erg

 
Sequestrati anche 30 kg di pesce
carabinieri Nas

Latiano, lavavano pesce con acqua contaminata: ristorante sospeso

 
NEL RIONE SANT'ANGELO
Brindisi, 2 fratelli minacciati con la pistola: «I cellulari o sparo»

Brindisi, 2 fratelli minacciati con la pistola: «I cellulari o sparo»

 
Operazione dei Cc
Carovigno, nel «fortino» 2 quintali di droga: sotto accusa una famiglia

Carovigno, nel «fortino» 2 quintali di droga: sotto accusa una famiglia

 
Lotta alla droga
Carovigno, beccato mentre spacciava cocaina: arrestato 42enne

Carovigno, preso dai Cc 42enne mentre spacciava cocaina

 
Al Perrino
Brindisi, si esercita in sala operatoria su carne animale: ginecologo sotto procedimento

Brindisi, si esercita in sala operatoria su carne animale: ginecologo sotto accusa

 

NEWS DALLE PROVINCE

BatIl caso
«Ti amo Luigi», a Trani imbrattata la Cattedrale. Il sindaco: fidanzata idiota

«Ti amo Luigi», a Trani imbrattata la Cattedrale. Il sindaco: fidanzata idiota

 
BariL'anniversario
Bari, 20 anni dalla morte Tatarella: un libro per ricordarlo

Bari, ricordato Tatarella a 20 anni dalla morte

 
FoggiaSfiducia al sindaco
San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

 
MateraNel 2009
Bernalda, tentò di picchiare il sindaco in aula: in manette 71enne

Bernalda, tentò di picchiare il sindaco in aula: in manette 71enne

 
TarantoDenunce
Nel circolo privato furto di elettricità e 6 slot machine abusive: sequestri a Taranto

Nel circolo privato furto di elettricità e 6 slot machine abusive: sequestri a Taranto

 
PotenzaNel potentino
Francavilla in Sinni, crolla tetto di casa, madre e figlio in ospedale, uomo ancora sotto le macerie

Francavilla in Sinni: crolla tetto di casa, 3 persone estratte vive, grave un uomo

 
BrindisiProvoca il cancro
Al Perrino in anatomia patologica è allarme formaldeide

Al Perrino in anatomia patologica è allarme formaldeide

 
LecceNuove accuse
Ugento: Roberta, uccisa 20 anni fa, forse fu molestata

Ugento: Roberta, uccisa 20 anni fa, forse fu molestata

 

una lettera

Cronaca di un day hospital
all'ospedale Perrino di Brindisi

«Non trattate in questo modo i malati, i sofferenti, le persone anziane, che sono le più fragili, perché noi siamo poveri, perché i ricchi stanno diventando sempre più ricchi, ma non saremo mai dei pezzenti»

ospedale Perrino

BRINDISI - «A casa nostra si mangia ancora da Dio» è la conclusione di una lettera al giornale vergata dalla «incazzatissima G. Poddi» che non ha esitato un attimo a redigere la sua «cronaca di un day hospital nel reparto di oculistica dell’ospedale “Perrino” di Brindisi» e consegnarla al cronista.

«Ricovero ore 7.30, il personale infermieristico con i soliti preliminari e poi ci invitano a cambiarci perché di lì a poco saremo portati in sala operatoria», scrive e aggiunge: «Ore 8 e 45, siamo già sulle barelle curati e coccolati da infermieri veramente deliziosi, sia uomini sia donne».

«Alle 10.45 - riprende - tutto finito e, fatti sedere su sedie a rotelle del 1919 (la mia addirittura priva di poggia piedi), siamo ritornati al reparto. E qui comincia la vera avventura!». E la signora Poddi inizia a raccontare: «Ci avvisano che data l’età dobbiamo rimanere fino alle 17 sotto osservazione - scrive -. Ci fanno accomodare nell’ultima stanza completamente vuota, con 3 poltrone sgangherate e 2 sedie di corridoio».

Riprende: «A questo punto avremo pure bisogno di un bagno. Apriamo la porta di quest’ultimo e... sorpresa!!!: i sanitari ci sono ma completamente smantellati. Dobbiamo arrangiarci con il bagno del corridoio. A mezzogiorno - scrive ancora - con tutta la gente che è passata di lì, è ormai un cesso maleodorante, quindi... “arrangiatevi”!».

È la stessa signora ad avvertirci che «non finisce lì», perché scrive: «Il più bello arriva col cibo. Ci portano in una busta trasparente un paninone che neppure il coltello di plastica riuscirà a tagliare. Dovremo usare le mani. Quattro fette di prosciutto cotto colore viola melanzana, un succo di frutta di pera e una scatoletta di frutta passata. Ora pensate che avremmo voluto un pranzo da chef? - chiede - Assolutamente no! - risponde - ma una minestrina calda sì, visto che eravamo a digiuno dalla sera precedente».

E dalla narrazione alla conclusione: «Chiudo con un appello all’amministrazione dell’ospedale “Perrino”. Non trattate in questo modo i malati, i sofferenti, le persone anziane, che sono le più fragili, perché noi siamo poveri, perché i ricchi stanno diventando sempre più ricchi, ma non saremo mai dei pezzenti. A casa nostra si mangia ancora da Dio».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400