Sabato 15 Maggio 2021 | 04:13

NEWS DALLA SEZIONE

La curiosità
Canosa, volontari dell'Enpa salvano la maialina Mariarosa

Canosa, volontari dell'Enpa salvano la maialina Mariarosa

 
Il caso
Bisceglie, ritrovati dai carabinieri documenti storici rubati

Bisceglie, ritrovati dai carabinieri documenti storici rubati

 
L'appuntamento
«The master class», in onda alle 20 su Amica 9 Tv il format in collaborazione con la Gazzetta del mezzogiorno

«The master class», in onda alle 20 su Amica 9 Tv il format in collaborazione con la Gazzetta del mezzogiorno

 
La condanna
Don Uva, Universo Salute dovrà rispondere anche della vecchia gestione

Don Uva, Universo Salute dovrà rispondere anche della vecchia gestione

 
criminalità
Barletta, omicidio giovane pregiudicato: un arresto

Barletta, omicidio giovane pregiudicato: un arresto

 
Buone notizie
Trani, dopo il tam tam sui social ritrovato il furgone rubato a Nazionale calcio in carrozzina

Trani, dopo il tam tam sui social ritrovato il furgone rubato a Nazionale calcio in carrozzina

 
Sui social
Trani, rubato il furgone di atleti affetti da Sma, Checco Zalone ai ladri: «C'è speranza anche per voi»

Trani, rubato il furgone di atleti affetti da Sma, Checco Zalone ai ladri: «C'è speranza anche per voi»

 
L'impatto
Scontro tra furgone e auto sulla A16 Napoli-Canosa: un morto e 2 feriti

Scontro tra furgone e auto sulla A16 Napoli-Canosa: un morto e 2 feriti

 
l'appello
Trani, rubato il furgone della Nazionale di calcio in carrozzina

Trani, rubato il furgone della Nazionale di calcio in carrozzina. L'appello di Checco Zalone

 

Il Biancorosso

L'intervista
Galano tra due grandi amori: «Bari e Foggia, che brividi»

Galano tra due grandi amori: «Bari e Foggia, che brividi»

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaDibattito
Moles, «da Forza Italia contributo fondamentale al Governo»

Moles, «da Forza Italia contributo fondamentale al Governo»

 
LecceL'iniziativa
Il riso della Coldiretti contro gli scafisti

Il riso della Coldiretti contro gli scafisti

 
TarantoEx Ilva
«L'aria di Taranto 20 volte più pulita di quella di Milano»

«L'aria di Taranto 20 volte più pulita di quella di Milano»

 
LecceTurismo
Otranto e Bari regine sulla stampa internazionale

Otranto e Bari regine sulla stampa internazionale

 
Brindisila denuncia
Brindisi, arrivano le fototrappole ma il centro storico resta una vergogna

Brindisi, arrivano le fototrappole ma il centro storico resta una vergogna

 
BatLa curiosità
Canosa, volontari dell'Enpa salvano la maialina Mariarosa

Canosa, volontari dell'Enpa salvano la maialina Mariarosa

 
MateraLa novità
Protocollo di collaborazione per la «Carta del potenziale archeologico di Matera»

Protocollo di collaborazione per la «Carta del potenziale archeologico di Matera»

 

i più letti

La vicenda

Market al castello Barletta, «Illegittimo il secondo condono»

«Il Comune può agire in autotutela»

Barletta, supermarket al Castello: sopralluogo del Noe e la vicenda approda in Senato

Barletta - Il parere espresso dall’Avvocatura comunale parla chiaro: il secondo condono edilizio (quello del 2018) è illegittimo, quindi lo è pure il permesso di costruire rilasciato il 23 dicembre 2020 dal Comune di Barletta per la realizzazione di un supermercato a ridosso dei bastioni del castello.

Scrivono gli avvocati Giuseppe Cartuso, Isabella Maria Palmiotti e Domenico Cuocci Martortano: «In materia edilizia il corso del tempo non costituisce fattore escludente l'esercizio del potere di autotutela, ma ne accresce l’onere motivazionale, in relazione alle ragioni di interesse pubblico giustificative della relativa attivazione, oltre la necessità di ripristinare l'ordine urbanistico leso». E poi: «Dette valutazioni, non essendo di natura giuridica, naturalmente sono rinviate agli organi comunali competenti e di governo dell'ente (giunta e consiglio».

In altre parole, l’avvocatura fa presente a sindaco, giunta e consiglio di ritenere illegittimi gli atti con i quali il Comune ha autorizzato la costruzione del supermercato all’ombra del castello. Fa una valutazione giuridica. Tocca ora proprio a loro (sindaco, giunta, consiglio e dirigenti competenti) adottare gli atti conseguenti. Che, a questo punto, non possono esplicarsi anche e soprattutto in via d’urgenza in un provvedimento di autotutela e quindi di sospensione degli atti che hanno autorizzato l’apertura del cantiere del supermercato». «La richiesta di riesame della pratica edilizia di condono - scrive l’Avvocatura comunale - è stata presentata decorsi 13 anni dall'atto ampliativa adottato nel 2005 (provvedimento di condono numero 521 del 2005) e della nota dello stesso anno in cui si escludeva la possibilità di relativo annullamento».

E poi: «L'atto di autotutela adottato da parte della amministrazione l’11 settembre 2018, impropriamente denominato quale “revoca”, deve ritenersi di annullamento, tenuto presente che è teso a eliminare un ipotetico vizio di legittimità degli atti precedenti ed ha effetto retroattivo, in contrddizione con l’atto di revoca, che non ha effetto retroattivo, visto che non incide sugli effetti dell’attività amministrativa già prodottisi, ma si rivolge al futuro».

Ancora: «In tal senso, come ribadito in precedenza, l’autotutela in materia edilizia anche qualora sia esercitata distanza di tempo, è ammissibile, ma oltre la necessità di ripristino della legalità' violata. deve essere motivata in relazione all'interesse pubblico. Inoltre, la destinazione ritenuta commerciale dell'immobile pone problemi di allineamento con le dichiarazioni del privato, richiedente il condono del 1986, nelle quali è posta in risalto la destinazione industriale artigianale e commerciale del bene e non esclusivamente commerciale, come, tra l’altro, si evince dalle stesse risultanze della Camera di Commercio di Bari».

Così, «esauriti detti aspetti, in relazione all' atto endoprocedimentale edilizio numero 18 del 15 dicembre 2020 e al successivo Provvedimento autorizzativo unico (Pau) numero 1 del 23 dicembre 2020, con cui si è autorizzata la realizzazione di interventi di recupero del plesso commerciale sito in via Cafiero 8 finalizzate l'apertura di un esercizio commerciale riconducibile per tipologia dimensionale a una media struttura del tipo “M2” per la vende i prodotti alimentari e non alimentari, si sottolinea che la qualificazione dell'intervento o vero se lo stesso possa rientrare nel novero delle ristrutturazioni di leggere, involgendo aspetti di ordine tecnico, sugli stessi questo settore non ha la competenza per esprimersi, essendosi tra l'altro come detto già espresso il settore edilizio».

Ma sull’’iter seguito e sul condono-bis il giudizio per l’Avvocatura è senza appello: quel supermercato non si può costruire fra mare, castello e mura di San Cataldo. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie