Mercoledì 27 Gennaio 2021 | 21:59

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Scontro treni, la pm in foto con l'avvocato di un indagato, Csm la boccia ma si spacca

Scontro treni, la pm in foto con l'avvocato di un indagato, Csm la boccia ma si spacca

 
Il polivalente sociale
Barletta, ecco che nasce «l’Angioletto»: il centro per i disabili

Barletta, ecco che nasce «l’Angioletto»: il centro per i disabili

 
L'incidente
Barletta, furgone contro autocarro sulla Sp 21: muore agricoltore 73enne

Barletta, furgone contro autocarro sulla Sp 21: muore agricoltore 73enne

 
viabilità
Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

 
L'inchiesta
«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

 
Nella Bat
Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

 
Il caso
Andria, muore transessuale: è polemica sull'«identità»

Andria, muore transessuale: è polemica sull'«identità»

 
sanità
Trani, muore d’infarto a 200 metri dall’ospedale: «Soccorsi in ritardo»

Trani, muore d’infarto a 200 metri dall’ospedale: «Soccorsi in ritardo»

 
La disgrazia
Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni il travestito vittima di insulti

Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni una transessuale vittima di insulti

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, pressing su Cianci per sostituire Montalto

Bari calcio, pressing su Cianci per sostituire Montalto

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariLa tragedia
Bimbo morto a Bari, autopsia conferma: soffocato da una cordicella

Bimbo morto a Bari, autopsia conferma: soffocato da una cordicella

 
Brindisia S. Michele Salentino
Brindisi, solaio crollato in un capannone: 4 indagati per omicidio colposo

Brindisi, solaio crollato in un capannone: 4 indagati per omicidio colposo

 
TarantoL'iniziativa
Giornata della Memoria, musica dal teatro chiuso di Taranto: l'omaggio degli artisti

Giornata della Memoria, musica dal teatro chiuso di Taranto: l'omaggio degli artisti

 
PotenzaSHOAH
Giornata della Memoria, a Potenza consegnate 3 medaglie d’onore ai familiari dei deportati

Giornata della Memoria, a Potenza consegnate 3 medaglie d’onore ai familiari dei deportati

 
FoggiaIl caso
Femminicidio a Orta Nova, 46enne indagato non risponde a pm: aveva tracce di sangue sui vestiti

Femminicidio a Orta Nova, 46enne indagato non risponde a pm: aveva tracce di sangue sui vestiti

 
BatIl caso
Scontro treni, la pm in foto con l'avvocato di un indagato, Csm la boccia ma si spacca

Scontro treni, la pm in foto con l'avvocato di un indagato, Csm la boccia ma si spacca

 
MateraIl caso
Tricarico, rubati 12 quintali di rame: 4 arresti

Tricarico, rubati 12 quintali di rame: 4 arresti

 
LecceIl caso
Lecce, litiga con il cugino e gli spara: arrestato

Lecce, litiga con il cugino e gli spara: arrestato

 

i più letti

La delibera

Trani, Comune parte civile in processo contro il sindaco: coinvolto l'ex patron del Bari, Giancaspro

Al centro dell'accusa un comitato di affari per favorire Giancaspro nell'aggiudicazione di alcuni appalti attraverso sponsorizzazioni fittizie della Vigor Trani

Bari, pasticcio «F24: indagato Giancaspro

Il presidente del Bari Cosmo Giancaspro

Il Comune di Trani si costituirà parte civile nel procedimento denominato «Chiavi della città» a carico dell’ex presidente del Bari calcio, Cosmo Antonio Giancaspro. Ma tra gli imputati c’è anche lo stesso sindaco Amedeo Bottaro: e la circostanza apre scenari particolarmente delicati sulla gestione della materia dal punto di vista giuridico, amministrativo e politico.

Dovrà essere il vicesindaco Fabrizio Ferrante a firmare la costituzione in giudizio del Comune contro il primo cittadino, così come previsto dal Testo unico degli enti locali. L’incarico è stato già affidato ad un avvocato esterno, Beppe Cioce, su indirizzo politico del vicesindaco, cui dovrebbe ora fare seguito una delibera di giunta - con l’ovvia assenza del sindaco - per la formale costituzione in giudizio.

Il dirigente dell’Area contenzioso, Angelo Lazzaro, ha affidato l’incarico all’avvocato Cioce del Foro di Trani e non all’Avvocatura comunale, «in considerazione della delicatezza e particolare complessità della fattispecie», in vista dell’udienza preliminare che il Gup, Ivan Barlafante, ha fissato per il 22 gennaio.

La richiesta di rinvio a giudizio riguarda Giancaspro, l’ex presidente del Trani, Michele Amato, i dirigenti calcistici Michele Bellomo e Alberto Altieri, l’imprenditore Emanuele Mosconi, il sindaco Amedeo Bottaro, l’ex consigliere comunale Diego Di Tondo, i dirigenti e funzionari comunali Carlo Casalino, Leonardo Cuocci Martorano e Pasquale Ferrante.

Titolare del fascicolo è il pm Francesco Aiello, subentrato alla collega Silvia Curione che nel frattempo è passata alla Procura di Bari. Proprio la Curione il 3 dicembre 2019 ha notificato l’avviso di conclusione delle indagini a tutti gli indagati di questa inchiesta che ipotizza intrecci penalmente rilevanti fra calcio e pubblica amministrazione.

Le indagini - è stato spiegato all’epoca -, hanno fatto emergere «l’esistenza di un comitato di affari illeciti, gestito da Giancaspro finalizzato all’ottenimento di appalti pubblici a Trani, in cambio di una strumentale e occulta sponsorizzazione della locale squadra di calcio, realizzata con liquidità provenienti da distrazioni ai danni di altre società riconducibili» al commercialista molfettese.

Le ipotesi, a vario titolo, sono associazione per delinquere, riciclaggio, autoriciclaggio, bancarotta, peculato falso e abuso di ufficio. Giancaspro (arrestato il 16 maggio 2019) e i suoi presunti sodali avrebbero distratto fondi dal Bari per destinarli al Trani. Bottaro avrebbe dovuto favorire il gruppo Giancaspro in alcuni appalti che il Comune, però, non ha mai bandito.

Al centro delle contestazioni, in particolare, una delibera di giunta dell’ottobre 2017 per l’affidamento in concessione dello stadio comunale proprio alla Vigor Trani, ma solo fino al giugno 2018. Materia più che sufficiente per porre il Comune di Trani nella condizione di tutelarsi giuridicamente, anche contro il suo sindaco pro tempore, per essere non solo trasparente, ma anche inattaccabile.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie