Domenica 20 Giugno 2021 | 16:56

NEWS DALLA SEZIONE

Il fatto
Barletta, polemiche sull’interruzione dei lavori allo Stadio Puttilli

Barletta, polemiche sull’interruzione dei lavori allo Stadio Puttilli

 
Giustizia svenduta
Lecce, l'imprenditore Flavio D’Introno condannato a due anni e sei mesi di reclusione.

Lecce, l'imprenditore Flavio D’Introno condannato a due anni e sei mesi di reclusione

 
La curiosità
Barletta, la chiesa di Sant'Andrea come non la avete mai vista

Barletta, la chiesa di Sant'Andrea come non la avete mai vista

 
Il caso
Barletta, sulla ex 16 la vegetazione si «mangia» le carreggiate

Barletta, sulla ex 16 la vegetazione si «mangia» le carreggiate

 
Il caso
Bisceglie, piscina, il mistero della struttura comunale fantasma

Bisceglie, piscina, il mistero della struttura comunale fantasma

 
L’incidente
Barletta, crolla palazzina dopo esplosione: 3 feriti trasportati d’urgenza in ospedale

Barletta, crolla palazzina dopo esplosione: 3 feriti gravi ma non rischiano la vita

 
La novità
Aneddoti e segreti della vita di Lino Banfi nel libro di Baldi

Aneddoti e segreti della vita di Lino Banfi nel libro di Baldi

 
Ambiente
Bat, continua la moria di tartarughe

Bat, continua la moria di tartarughe

 
Nella Bat
Bisceglie, spacciano droga in casa: arrestati due giovani, sequestrato mezzo kg di cocaina

Bisceglie, spacciano droga in casa: arrestati due giovani, sequestrato mezzo kg di cocaina

 

Il Biancorosso

Calcio
Michele Mignani

Il Bari si affida a Mignani: è lui il nuovo allenatore

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariLa polemica
Bari, una parrocchia prigioniera della movida senza regole

Bari, una parrocchia prigioniera della movida senza regole

 
Leccei soccorsi
Migranti sbarcati a Porto Selvaggio tra lo stupore dei bagnanti

Migranti sbarcati a Porto Selvaggio tra lo stupore dei bagnanti

 
Materatradizioni e pandemia
Matera, il carro della «Bruna» resta ai box

Matera, il carro della «Bruna» resta ai box

 
Potenzabasilicata
Vulture, campi senz’acqua: un crac da tre milioni di euro

Vulture, campi senz’acqua: un crac da tre milioni di euro

 
BrindisiIl personaggio
Pippo Inzaghi si gode le gioie della Puglia

Pippo Inzaghi si gode le gioie della Puglia

 
FoggiaL'inchiesta
Foggia, mazzette anche a Pompei

Foggia, mazzette anche a Pompei

 
TarantoIl caso
Ex Ilva, dopo blackout fumi e fiamme nello stabilimento, i Verdi: «Bisogna avvisare i tarantini»

Ex Ilva, dopo blackout fumi e fiamme nello stabilimento, i Verdi: «Bisogna avvisare i tarantini»

 
BatIl fatto
Barletta, polemiche sull’interruzione dei lavori allo Stadio Puttilli

Barletta, polemiche sull’interruzione dei lavori allo Stadio Puttilli

 

i più letti

Operazione «Four minutes»

Sgominata banda di ladri d'auto
13 arresti ad Andria

Alla banda si attribuisce il furto e la ricettazione di una trentina di automobili. Nel giro di pochi minuti venivano rubate e fatte sparire

carabinieri

BARI - Ci sono anche tre minori, ora rinchiusi all’istituto Fornelli di Bari, tra i 13 destinatari delle ordinanze di custodia cautelare (6 in carcere, 4 ai domiciliari e tre persone sono ricercate) emesse dal gip del Tribunale di Trani nell’ambito dell’operazione «Four minutes" contro una banda specializzata in furti d’auto.

L’indagine è stata avviata nel gennaio 2015 con intercettazioni, localizzazioni satellitari, servizi di osservazione, pedinamenti, analisi documentale e tabulati telefonici. Il gruppo cui appartenevano gli arrestati operava con una «inusuale professionalità», secondo i carabinieri. Nel corso delle indagini sono anche stati arrestati in flagranza, altri sei presunti componenti dell’organizzazione e sequestrata un’area adibita a deposito di pezzi di ricambio di auto (del valore di oltre 200.000 euro) dove sono state recuperate 23 scocche di auto rubate. Secondo l’accusa, il gruppo aveva contatti con la criminalità organizzata locale ed era in grado di incanalare la merce rubata, anche auto di lusso e di recente immatricolazione, nei percorsi commerciali legali, avvalendosi di documentazione in apparenza lecita.

Al gruppo vengono attribuiti 30 furti d’auto in 5 mesi molti dei quali su commissione. Le vetture dopo il furto venivano sezionate e 'cannibalizzatè per mettere sul mercato pezzi di ricambio che, grazie alla complicità di autodemolitori, venivano ripuliti e corredati di documenti . Una volta scelta l’auto, al gruppo occorrevano al massimo quattro minuti per disinnescare l'antifurto e allontanarsi con l’auto che subito veniva consegnata alla squadra di tagliatori, che operavano in impervie campagne andriesi, per il sezionamento delle componenti elettroniche e meccaniche. I furti sono stati compiuti nella provincia di Bari, della Bat e di Foggia e talvolta anche alla presenza delle vittime che venivano intimidite a tal punto che rinunciavano a sporgere denuncia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie