Sabato 06 Marzo 2021 | 14:46

NEWS DALLA SEZIONE

L'emergenza
Covid nella BAT, oltre 200 contagi tra bimbi e ragazzi in nove comuni

Covid nella BAT, oltre 200 contagi tra bimbi e ragazzi in nove comuni

 
II fatti un mese fa
Margherita di Savoia, 24enne morto mentre getta spazzatura: c'è l'inchiesta

Margherita di Savoia, 24enne morto mentre getta spazzatura: c'è l'inchiesta

 
Bisceglie, Guardia costiera sequestra 8mila ricci di mare: tutti rigettati in mare

Bisceglie, Guardia costiera sequestra 8mila ricci di mare: tutti rigettati in mare

 
Il caso
Covid 19 ad Andria, dà testata a un carabiniere per evitare la multa: arrestato

Covid 19 ad Andria, dà testata a un carabiniere per evitare la multa: arrestato

 
La curiosità
Barletta, il parto-record di Gabriella nel parcheggio dell'ospedale

Barletta, il parto-record di Gabriella nel parcheggio dell'ospedale

 
Nella Bat
Trani, attentato al sindaco, la visita di Piemontese: «Non c'è spazio per la violenza»

Trani, attentato al sindaco, la visita di Piemontese: «Non c'è spazio per la violenza»

 
degrado
Trani, l’area del vecchio mattatoio trasformata in discarica a cielo aperto

Trani, l’area del vecchio mattatoio trasformata in discarica a cielo aperto

 
L'emergenza
Andria, vigile scrive alla sindaca: «Non ce la faccio più contro gli assembramenti»

Andria, vigile scrive alla sindaca: «Non ce la faccio più contro gli assembramenti»

 
L'episodio
Trani, a fuoco portone del sindaco Bottaro: ieri l'ordinanza anti-stazionamento

Trani, a fuoco portone sindaco Bottaro: ieri l'ordinanza anti-stazionamento

 
Nella Bat
Trani, spaccio di droga in famiglia, coinvolto anche 14enne: un arresto e 3 denunce

Trani, spaccio di droga in famiglia, coinvolto anche 14enne: un arresto e 3 denunce

 

Il Biancorosso

Serie C
Calcio Bari, ridotta la squalifica di Bianco, ok con Potenza

Calcio Bari, ridotta la squalifica di Bianco, ok con Potenza

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariCon la «Uno bianca»
Criminalità, 69 rapine nel Barese in due anni: quattro condanne

Criminalità, 69 rapine nel Barese in due anni: quattro condanne

 
Foggianel foggiano
Coronavirus, assembramenti sul Gargano: multati 28 giovani

Coronavirus, assembramenti sul Gargano: multati 28 giovani

 
PotenzaIndustria
Basilicata, Regione ferma Tempa Rossa: «L'attività sia in sicurezza»

Basilicata, Regione ferma Tempa Rossa: «L'attività sia in sicurezza»

 
LecceDia
Lecce, droga dall'Albania da spacciare in tutta Italia: sequestrati beni per 900mila euro e 50kg di sostanze

Lecce, droga dall'Albania da spacciare in tutta Italia: sequestrati beni per 900mila euro e 50kg di sostanze

 
TarantoLa storia
Martina Franca, Graziana e il Covid sconfitto: «La malattia ci invita a riflettere»

Martina Franca, Graziana e il Covid sconfitto: «La malattia ci invita a riflettere»

 
Brindisiil blitz
Brindisi, riciclaggio e appropriazione indebita: 10 arresti all'alba

Ostuni, scacco a clan per riciclaggio e appropriazione indebita: 9 ordinanze Vd

 
MateraIl caso
Migranti, nel Materano al via progetti per accoglienza lavoratori

Migranti, nel Materano al via progetti per accoglienza lavoratori

 
BatL'emergenza
Covid nella BAT, oltre 200 contagi tra bimbi e ragazzi in nove comuni

Covid nella BAT, oltre 200 contagi tra bimbi e ragazzi in nove comuni

 

i più letti

il racconto

Barletta: «Ecco il mio parto al tempo del Covid-19», papà e nonna in auto

Rosanna Maffione ha dato alla luce Elisa Maria

Barletta,  «Così il mio parto al tempo del Covid 19»

Barletta - «Sapevo di dover partorire nelle prime settimane di aprile. Mi dicevo forse nascerà la domenica delle Palme. Forse a Pasqua. Mai avrei immaginato di ritrovarmi in una situazione del genere, che sicuramente passerà alla storia». Inizia così il racconto alla Gazzetta di un parto indimenticabile. A raccontarlo Rosanna Maffione 37enne barlettana biologa nutrizionista e consigliere comunale del Partito democratico. Del resto immaginare che suo marito Daniele e sua mamma Vittoria fossero in trepidante attesa in auto nel parcheggio del policlinico a Bari con il telefonino in mano è qualcosa di inimmaginabile. Tuttavia, in questa dimensione del coronavirus, è avvenuto. Leggere per credere.

«Partorire ai tempi del Covid-19 significa arrivare al pronto soccorso, sentir dire a tuo marito che dice impaurito ‘presto mia moglie sta partorendo’, e inconsciamente, senza neanche salutarci sentirsi scippare dietro le porte di un ascensore. Da quel momento la tua famiglia diventano le altre partorienti e tutto il personale sanitario che è con te - ha raccontato Rosanna -. Ho trascorso un pomeriggio in sala travaglio con le contrazioni che incalzavano alternando la messa delle sante palme con la voce di mio marito che virtualmente mi teneva la mano e la voce di mia madre che mi incoraggiava ad ogni dolore atroce. Dicevo loro andate a casa, non restate nel parcheggio dell’ospedale ma loro mi rispondevano che anche solo guardare la facciata di quell’edificio dove ero ricoverata li rassicurava e li faceva sentire più vicini a me».
Rosanna, con serenità, aggiunge: «Nel frattempo in quella stanza eravamo tre donne. Soffrivamo e ridevamo. Una coccolava l’altra non sapevamo neanche i nostri nomi. Non avevamo neanche avuto il tempo di presentarci, ma in quel momento ognuno sosteneva l’altra. Le ostetriche, le infermiere ci hanno coccolato come se fossero le nostre mamme. Le nostre sorelle. I nostri angeli. Il mio angioletto si chiamava Rosanna, proprio come me. E così sono passate una. Due. Quattro. Sei ore».
E poi: «Quando ci siamo trasferiti in sala parto, l’amore per mio marito mi ha spinto ad avere il telefono con me. Due spinte mi dicevano i medici ed è fatta. Sentivo il pianto di mia madre Vittoria. La voce di mio marito Daniele che mi diceva forza amore mio e quando ho urlato per l’ultima spinta strappandomi la mascherina ho capito che era tutto finito. È nata Elisa Maria (El in ebraico significa Dio). Una brevissima video chiamata ci ha riuniti in un unico pianto».
Cosa sarà stato stare in un parcheggio e sentire la propria moglie che mette al mondo tua figlia?
Cosa sarà stato per una madre stare in una macchina di un parcheggio e sentire soffrire una figlia sapendo esattamente cosa si prova?

«Proprio non riesco ad immaginarlo – ha proseguito Rosanna -. Per due giorni non avrò nessuno ho pensato e quindi mi sono passati per la mente tutti coloro che avrebbero voluto venire a trovare me e la piccola Elisa Maria. Ma se questo serve a sconfiggere il nemico invisibile è giusto che sia andata così. E poi i sanitari hanno lavorato nel miglior modo possibile senza avere parenti».

«Quando sono arrivata in stanza, da sola ovviamente, senza nessun palloncino, senza confetti, bomboniere e fiocco ho pensato che tutte queste cose sono solo dei contorni e non creano la felicità. Anzi forse sono solo degli invadenti contorni che distraggono l’attenzione dalla cosa più importante che è la nuova vita. Poi per rasserenarmi ho pensato alla mia famiglia, alla mia bambina Irene che mi aspetta a casa per il biberon della sera e a tutte le donne che partoriranno in questo periodo. Forza mamme ai tempi del coronavirus la vita è una sfida meravigliosa», ha concluso Rosanna accarezzando il suo angioletto con una mano e con il cuore Irene.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie