Lunedì 01 Marzo 2021 | 15:12

NEWS DALLA SEZIONE

Nella Bat
Trani, attentato al sindaco, la visita di Piemontese: «Non c'è spazio per la violenza»

Trani, attentato al sindaco, la visita di Piemontese: «Non c'è spazio per la violenza»

 
degrado
Trani, l’area del vecchio mattatoio trasformata in discarica a cielo aperto

Trani, l’area del vecchio mattatoio trasformata in discarica a cielo aperto

 
L'emergenza
Andria, vigile scrive alla sindaca: «Non ce la faccio più contro gli assembramenti»

Andria, vigile scrive alla sindaca: «Non ce la faccio più contro gli assembramenti»

 
L'episodio
Trani, a fuoco portone del sindaco Bottaro: ieri l'ordinanza anti-stazionamento

Trani, a fuoco portone sindaco Bottaro: ieri l'ordinanza anti-stazionamento

 
Nella Bat
Trani, spaccio di droga in famiglia, coinvolto anche 14enne: un arresto e 3 denunce

Trani, spaccio di droga in famiglia, coinvolto anche 14enne: un arresto e 3 denunce

 
Il caso
Barletta, marito cancella l'identità della moglie per 20 anni: condannato

Barletta, marito cancella l'identità della moglie per 20 anni: condannato

 
la polemica
Bisceglie, lavori in corso sulla costa: «Sembra la muraglia biscegliese»

Bisceglie, lavori in corso sulla costa: «Sembra la muraglia biscegliese»

 
Nella Bat
Canosa, rapina a portavalori vicino alla posta: ferita guardia giurata

Canosa, rapina a portavalori vicino alla posta: ferite una guardia giurata

 
La sentenza d'appello
Barletta, Di Leo ucciso dopo lite per leadership sui frutti di mare: confermato ergastolo per sicario

Barletta, Di Leo ucciso dopo lite per leadership sui frutti di mare: confermato ergastolo per sicario

 
La fiction
Lolita Lobosco, parla Bianca Nappi: «Accanto alla Ranieri ho ritrovato Trani»

Lolita Lobosco, parla Bianca Nappi: «Accanto alla Ranieri ho ritrovato Trani»

 

Il Biancorosso

Serie C
Nel derby di Puglia, Il Bari in 10 batte il Foggia 1-0: segna il bomber Cianci

Nel derby di Puglia, il Bari in 10 batte il Foggia 1-0: segna il bomber Cianci

 

NEWS DALLE PROVINCE

BatNella Bat
Trani, attentato al sindaco, la visita di Piemontese: «Non c'è spazio per la violenza»

Trani, attentato al sindaco, la visita di Piemontese: «Non c'è spazio per la violenza»

 
Brindisila storia
Brindisi, Pjerin Gjoni 30 anni fa sbarcò dall'Albania: oggi è medico contro il Covid

Brindisi, Pjerin Gjoni 30 anni fa sbarcò dall'Albania: oggi è medico contro il Covid

 
Puglia con le stellettemarina militare
Taranto, un mare di euro per 4 nuovi sommergibili

Taranto, un mare di euro per 4 nuovi sommergibili: ecco i killer degli abissi

 
PotenzaIl gesto
Potenza, mamma Laura morta a 100 anni, i figli donano tablet a ospedale San Carlo

Potenza, mamma Laura morta a 100 anni, i figli donano tablet a ospedale San Carlo

 
Foggianel Foggiano
Bovino, rissa in un bar per mascherina non indossata: 2 feriti

Bovino, rissa in un bar per mascherina non indossata: 2 feriti

 

i più letti

il caso

Barletta, tra gli spazzini «110 e lode» anche la figlia modella di un consigliere comunale

Tra i primi classificati al concorso, 9 su 13 sono laureati. Potrebbero essere adibiti a mansioni di ufficio

Barletta, tra gli spazzini «110 e lode» anche la figlia modella di un consigliere comunale

La storia di Giuseppe, il laureato con 110 e lode in ingegneria che ha vinto il bando della municipalizzata di Barletta per diventare netturbino, ha fatto il giro d’Italia. Ma ora, spenti i riflettori, il caso diventa politico e nel mirino finisce la Barsa, la società comunale che ha lanciato il concorso per 13 assunzioni a tempo indeterminato: i primi 9 della graduatoria pubblicata la scorsa settimana sono, infatti, dotati di laurea. Mai accaduto in nessun’altra parte d’Italia.

Il punto è semplice. In casi di questo tipo, per l’assunzione dei netturbini o di lavoratori con altre qualifiche di base normalmente si ricorre ai centri per l’impiego. Invece la Barsa ha, inaspettatamente, previsto nel bando 9 punti per la laurea. Il risultato è, appunto, aver premiato concorrenti che normalmente non avrebbero partecipato a una selezione pubblica per operatore dell’igiene urbana, o che comunque si sarebbero confrontati senza poter far valere il proprio titolo di studio.
A Barletta in questi giorni l’elenco dei vincitori del concorso passa di mano in mano alla ricerca di coincidenze. Una è stata trovata quasi subito, nell’assoluto silenzio della politica locale. Al posto numero 8 figura la dottoressa Teresa Rita Bufo, 23 anni, con laurea triennale in lettere e - a quanto dimostrano i profili social - la partecipazione ad alcuni concorsi di bellezza. La dottoressa Bufo è figlia di Giuseppe Bufo, avvocato, ottima famiglia, e soprattutto consigliere comunale di maggioranza della lista Cannito Sindaco, già assessore socialista ai tempi del sindaco Salerno.

Una coincidenza, senza dubbio. Come lo è la voce ricorrente che girava ieri, a margine del Consiglio comunale. Ovvero quella che la procedura per la selezione dei netturbini laureati che ha fatto il giro d’Italia sia il preludio a una «promozione» a ruoli meno faticosi, dietro una scrivania. Anche questa una voce senz’altro fantasiosa e immotivata.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie