Mercoledì 12 Agosto 2020 | 17:30

NEWS DALLA SEZIONE

i fatti nel 2018
Trani, rapinarono e sequestrarono un autotrasportatore: arrestati padre e figlio

Trani, rapinarono e sequestrarono un autotrasportatore: arrestati padre e figlio

 
il provvedimento
Bisceglie: rissa e colpi di pistola in aria, chiuso locale per 15 giorni

Bisceglie: rissa e colpi di pistola in aria, chiuso locale per 15 giorni

 
NORDBARESE
Andria, Marmo: da rifare la gara ponte sulla raccolta dei rifiuti

Andria, gara ponte sui rifiuti: tutti i dubbi di Marmo

 
nella Bat
Spinazzola, braccianti sfruttati a 3,80 euro all'ora: 3 arresti in un'azienda

Spinazzola, braccianti sfruttati a 3,80 euro all'ora: 3 arresti in un'azienda

 
IL RACCONTO
Nella Murgia di notte fino all'alba con Federico

Nella Murgia di notte fino all'alba con Federico

 
INQUINAMENTO
Legambiente: canale H a Barletta inquinamento da bollino rosso

Legambiente: mare da bollino rosso a Barletta nei pressi del canale H

 
MALASANITÀ
Barletta, «Il ricovero-odissea di mia sorella tra attese e mancanza di acqua e cibo»

Barletta, «Il ricovero-odissea di mia sorella tra attese e mancanza di acqua e cibo»

 
IL CASO
Barletta, concorso vigili, solo 8 «superstiti»

Barletta concorso vigili, solo 8 «superstiti»

 
verso il voto
Barletta, manifesti abusivi. È già polemica

Barletta, manifesti abusivi in spazi non ancora assegnati: è già polemica

 
IL PROGETTO
Trani, nuovi uffici giudiziari con vista sulla storia

Trani, nuovi uffici giudiziari con vista sulla storia

 
i fatti nei mesi scorsi
Fece esplodere una bomba e appiccò un incendio davanti a farmacia: un arresto a Bisceglie

Fece esplodere una bomba e appiccò un incendio davanti a farmacia: un arresto a Bisceglie

 

Il Biancorosso

serie C
Vivarini, Auteri e i «due» Bari

Vivarini, Auteri e i «due» Bari: grandi cambi o tanta fantasia

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaIl furtto
Gargano, rubano soldi e documenti a coppia di turisti della Repubblica Ceca

Gargano, rubano soldi e documenti a coppia di turisti della Repubblica Ceca

 
TarantoI dati del 2020
Mittal, la denuncia del comitato difesa salute: «Ai Tamburi raddoppio di benzene nell'aria»

Mittal, la denuncia del comitato difesa salute: «Ai Tamburi raddoppio di benzene nell'aria»

 
BariLA GAZZETTA NEI BAR
La partita in tv, un caffè e la Gazzetta

La partita in tv, un caffè e la Gazzetta

 
Bati fatti nel 2018
Trani, rapinarono e sequestrarono un autotrasportatore: arrestati padre e figlio

Trani, rapinarono e sequestrarono un autotrasportatore: arrestati padre e figlio

 
Leccenel basso salento
Gagliano del Capo, si intrufola in casa di una donna e tenta di violentarla: arrestato

Gagliano del Capo, si intrufola in casa di una donna e tenta di violentarla: arrestato

 
BrindisiTRAGEDIA
Brindisi, scontro auto-scoote: muore motociclista 51enne

Mesagne, scontro auto-scooter: muore motociclista 51enne

 
PotenzaIL CASO

Aiuti alle imprese colpite da crisi: c'è un caso Viggiano, il sindaco prende i soldi del bando comunale

 
MateraNel Materano
Policoro, gasolio venduto illecitamente: 8 indagati

Policoro, gasolio venduto illecitamente in stazione di servizio «abusiva»: 8 indagati

 

i più letti

il caso

Barletta, tra gli spazzini «110 e lode» anche la figlia modella di un consigliere comunale

Tra i primi classificati al concorso, 9 su 13 sono laureati. Potrebbero essere adibiti a mansioni di ufficio

Barletta, tra gli spazzini «110 e lode» anche la figlia modella di un consigliere comunale

La storia di Giuseppe, il laureato con 110 e lode in ingegneria che ha vinto il bando della municipalizzata di Barletta per diventare netturbino, ha fatto il giro d’Italia. Ma ora, spenti i riflettori, il caso diventa politico e nel mirino finisce la Barsa, la società comunale che ha lanciato il concorso per 13 assunzioni a tempo indeterminato: i primi 9 della graduatoria pubblicata la scorsa settimana sono, infatti, dotati di laurea. Mai accaduto in nessun’altra parte d’Italia.

Il punto è semplice. In casi di questo tipo, per l’assunzione dei netturbini o di lavoratori con altre qualifiche di base normalmente si ricorre ai centri per l’impiego. Invece la Barsa ha, inaspettatamente, previsto nel bando 9 punti per la laurea. Il risultato è, appunto, aver premiato concorrenti che normalmente non avrebbero partecipato a una selezione pubblica per operatore dell’igiene urbana, o che comunque si sarebbero confrontati senza poter far valere il proprio titolo di studio.
A Barletta in questi giorni l’elenco dei vincitori del concorso passa di mano in mano alla ricerca di coincidenze. Una è stata trovata quasi subito, nell’assoluto silenzio della politica locale. Al posto numero 8 figura la dottoressa Teresa Rita Bufo, 23 anni, con laurea triennale in lettere e - a quanto dimostrano i profili social - la partecipazione ad alcuni concorsi di bellezza. La dottoressa Bufo è figlia di Giuseppe Bufo, avvocato, ottima famiglia, e soprattutto consigliere comunale di maggioranza della lista Cannito Sindaco, già assessore socialista ai tempi del sindaco Salerno.

Una coincidenza, senza dubbio. Come lo è la voce ricorrente che girava ieri, a margine del Consiglio comunale. Ovvero quella che la procedura per la selezione dei netturbini laureati che ha fatto il giro d’Italia sia il preludio a una «promozione» a ruoli meno faticosi, dietro una scrivania. Anche questa una voce senz’altro fantasiosa e immotivata.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie