Venerdì 19 Aprile 2019 | 12:49

NEWS DALLA SEZIONE

È incensurato
Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

 
Al secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
La sentenza
Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

 
Maltrattamenti
Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

 
Nel nordbarese
Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

 
Tra Corato e Bisceglie
Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

 
Il punto
Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

 
Il caso
Barletta: al cimitero niente scale, impossibile portare fiori

Barletta: al cimitero niente scale, impossibile portare fiori

 
Nel nordbarese
Barletta: a fuoco capannone zona industriale, vv.ff. trovano cadavere

Barletta: evade dai domiciliari, vv.ff. lo trovano morto in azienda in fiamme

 
I controlli
Barletta, sequestrati 140 kg di pesce e bianchetto: dati in beneficenza alla Caritas

Barletta, sequestrati 140 kg di pesce e bianchetto: dati in beneficenza alla Caritas

 
La tragedia nel 2016
Scontro treni Ferrotramviaria, oggi via al processo a Trani: 18 imputati

Scontro treni Andria, via al processo a Trani: 19 imputati
«Regione sia responsabile civile»

 

Il Biancorosso

LE ULTIME NOTIZIE
Il Bari giocherà col 4-4-2avanti Simeri e Iadaresta

Il Bari giocherà col 4-4-2
avanti Simeri e Iadaresta

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoCut Puglia 2019
Castellaneta Urban Trail: 4 e 5 maggio dedicati a sport, turismo e natura, per correre tra le bellezze joniche

Castellaneta Urban Trail: 4 e 5 maggio dedicati a sport, turismo e natura, per correre tra le bellezze joniche

 
Materavittima un materano
Compra iPhone 7 sul web a 200€, ma è una truffa: una denuncia

Compra iPhone 7 sul web a 200€, ma è una truffa: una denuncia

 
BariNel Barese
Locorotondo, abbandonati 5 cuccioli sulla strada per il canile: salvati

Locorotondo, abbandonati 5 cuccioli sulla strada per il canile: salvati

 
PotenzaL'annuncio
Fca, Melfi: sindacati, a maggio alcuni stop a produzione

Fca, Melfi: sindacati, a maggio alcuni stop a produzione

 
BrindisiA Ostuni
Fu investita: multata perché non attraversò sulle strisce

Fu investita: multata perché non attraversò sulle strisce

 
LecceVerso il voto
«Santini» elettorali per strada, a Lecce appello al senso civico

«Santini» elettorali per strada, a Lecce appello al senso civico

 
FoggiaAccoglienza
Borgo Mezzanone, migranti cercano un altro ghetto

Borgo Mezzanone, migranti cercano un altro ghetto

 
BatÈ incensurato
Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

 

Il punto

Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

Il tricolore troppo spesso è diventato solo un pezzo di stoffa condannato a essere imbrattato dallo smog delle città indifferenti

Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

T rascuratezza o, più semplicemente, indifferenza per quelli che sono i colori più famosi d’Italia? La domanda sorge spontanea notando a Barletta l’assenza del tricolore, ormai da qualche settimana, sull’attuale sede dell’Ufficio tecnico comunale (su corso Garibaldi angolo corso Cavour), o osservando il tricolore che assieme al drappo azzurro dell’Unione europea, fa «cattiva» mostra sul portale d’ingresso del palazzo che ospita l’ufficio del Giudice di pace a Corato.
Siamo nella centrale piazza Sedile ma, in realtà, se prestassimo più attenzione, ci accorgeremmo che la vetustà è un male diffuso e contagioso tra i gloriosi vessilli che nei nostri comuni (a nord come a sud di Bari) dovrebbero fare bella mostra ed essere «esposte in buono stato e correttamente dispiegate all’esterno degli edifici pubblici». Ma a Corato, quello che ci sta dinanzi, alzando lo sguardo, non è certo lo splendente vessillo carico di decoro


e sacralità, sinonimo di secoli di storia eroica e prestigiosa, simbolo di un’Italia che da sempre ha significato, nel mondo, cultura, costume e bellezze naturali. E, semmai, un sozzo cencio che, attorcigliato attorno all’asta che mestamente lo sorregge, ha quasi vergogna di sventolare. Una bandiera dai colori tristemente smorzati, a tratti anche sbrindellata, che sovrasta la testa di chi, ogni giorno, tra avvocati e cittadini-utenti, si reca in udienza dinanzi al giudice di pace o per sbrigare pratiche giudiziarie. Sempre, comunque, indaffarati e assorti dalla carte e dai mille pensieri, tanto da costringerli a non degnare, mai, uno sguardo a quel simbolo di stoffa che, dal 1797, rappresenta l’Italia intera e che la stessa Costituzione, sì la stessa carta costituzionale (articolo 12) ne sancisce il rigore e il decoro. Un tricolore che, in questa centrale piazza coratina (e anche altrove in verità), ha da tempo perso il suo aspetto originario sotto il peso della pioggia, del vento, del freddo e del caldo. E’ diventato, insomma, un semplice pezzo di stoffa condannato ad essere imbrattato dallo smog delle nostre città indaffarate ed indifferenti.
A Barletta, sull’attuale Ufficio comunale non c’è più. A Corato, invece, non sventola più, quasi si è rifiutata di farlo. Aspetta soltanto di venire definitivamente giù a brandelli. Forse, solo allora qualcuno si accorgerà che l’Italia tricolore è davvero caduta «in basso».
E, forse, solo allora verrà sostituita.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400