Giovedì 18 Aprile 2019 | 14:15

NEWS DALLA SEZIONE

Al secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
La sentenza
Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

 
Maltrattamenti
Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

 
Nel nordbarese
Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

 
Tra Corato e Bisceglie
Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

 
Il punto
Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

 
Il caso
Barletta: al cimitero niente scale, impossibile portare fiori

Barletta: al cimitero niente scale, impossibile portare fiori

 
Nel nordbarese
Barletta: a fuoco capannone zona industriale, vv.ff. trovano cadavere

Barletta: evade dai domiciliari, vv.ff. lo trovano morto in azienda in fiamme

 
I controlli
Barletta, sequestrati 140 kg di pesce e bianchetto: dati in beneficenza alla Caritas

Barletta, sequestrati 140 kg di pesce e bianchetto: dati in beneficenza alla Caritas

 
La tragedia nel 2016
Scontro treni Ferrotramviaria, oggi via al processo a Trani: 18 imputati

Scontro treni Andria, via al processo a Trani: 19 imputati
«Regione sia responsabile civile»

 
Il punto
«Ambiente, educare alla legalità»: la conferenza a Barletta

«Ambiente, educare alla legalità»: la conferenza a Barletta

 

Il Biancorosso

LE ULTIME NOTIZIE
Il Bari giocherà col 4-4-2avanti Simeri e Iadaresta

Il Bari giocherà col 4-4-2
avanti Simeri e Iadaresta

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiOperazione dei cc
Brindisi, 1kg di droga in casa e nel box auto, arrestato

Brindisi, 1kg di droga in casa e nel box auto, arrestato

 
PotenzaA potenza
Ospedale San Carlo, da giugno sospesi 14 ambiti intramoenia

Ospedale San Carlo, da giugno sospesi 14 ambiti intramoenia

 
LecceNel Leccese
Scambio di sesso e voti: condannati ex amministratori Porto Cesareo

Scambio di sesso e voti: condannati ex amministratori Porto Cesareo

 
TarantoLieto Evento
Martina, nascono 2 cavalli murgesi gemelli: Pamela e Pantaleo

Martina, nascono 2 cavalli murgesi gemelli: Pamela e Pantaleo

 
FoggiaCriminalità
Tentata estorsione a imprenditori agricoli nel Foggiano: arrestati padre e figlio

Tentata estorsione a imprenditori agricoli: arrestati padre e figlio

 
BatAl secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
MateraLa statistica
Turismo in Basilicata, cresce solo nel Materano : al Potentino vanno le briciole

Turismo in Basilicata, cresce nel Materano: al Potentino le briciole

 

La storia

David in bici da Corato fino a Roma per la pace in Venezuela

Da piazza Bolìvar, David Mosquera ex campione di baseball è partito in mountain bike per la Capitale

David in bici da Corato fino a Roma per la pace in Venezuela

CORATO - Addosso una giacca a vento con i colori del Venezuela, come fossero una seconda pelle. Sul telaio una piccola bandiera del suo Paese. E, nel cuore, una gran voglia di parlare di ciò che sta accadendo oltreoceano.

È partito così David Mosquera, l’ex campione europeo di baseball che ha deciso di salire su una bicicletta e arrivare fino a Roma «per la libertà del Venezuela». La prima pedalata in sella alla mountain bike arancione è scattata ieri mattina alle 8, dopo aver salutato un gruppo di connazionali nella piazza intitolata al patriota e rivoluzionario Simón Bolívar. «Ho deciso di provare questa impresa per parlare della drammatica situazione che sta vivendo il Venezuela - spiega David -. Voglio avvicinare più persone possibile per sensibilizzarle alla questione che continua a essere attuale nonostante il silenzio dei media. Soprattutto - aggiunge - vorrei sentire una voce da parte dell’Italia che finora è rimasta muta. Noi venezuelani vorremmo che l’Unione europea, e in particolar modo l’Italia, si esprimessero a favore del presidente Guaidò».
David Mosquera è nato a Caracas, ma è in Italia da oltre vent’anni. Pur vivendo a Rimini, ha voluto iniziare il suo viaggio da Corato. «Una scelta non casuale - afferma -. Parto da qui perché è davvero un posto emblematico. Prima di tutto c’è una piazza dedicata a Simón Bolívar. Poi a Corato è presente una tra le più grandi comunità italo-venezuelane che ha il suo cuore socio-culturale nel Centro nato ben cinquant’anni fa».

Sono infatti oltre 4mila i coratini di prima generazione che vivono stabilmente nel Paese sudamericano. In 12mila hanno trascorso decenni oltreoceano e poi sono tornati in città, mentre sono oltre 1.200 i nativi venezuelani residenti a Corato.
«Metà dei muri di questa città sono stati costruiti con i soldi guadagnati dai migranti italiani in Venezuela», rimarca il ciclista, prima di mettersi in viaggio. «Non era previsto - racconta ancora l’ex campione di baseball - ma ho deciso di andare prima verso Bari, anche se si trova nella direzione opposta rispetto a Roma. Poi pedalerò fino a Foggia». Il viaggio toccherà cinque regioni. Dopo la Puglia, il 31 marzo Mosquera si trasferirà in Abruzzo per la Pescara-L’Aquila, mentre il 7 aprile partirà da Ancona, nelle Marche, per arrivare in Romagna, a Rimini. Il 14 pedalerà tra Cesena e Bologna, mentre per la quinta e ultima tappa, il 21 aprile, partirà da Todi, in Umbria, per arrivare in Vaticano, dopo aver fatto tappa a Roma, in piazza Navona. «La Santa Sede e lo Stato italiano - conclude - devono assumere una posizione chiara contro la dittatura di Maduro».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400