Sabato 23 Marzo 2019 | 20:13

Il Biancorosso

L'ALLENATORE
Bari, le scelte di mister Cornacchini"Palmese difesa forte e ben organizzata"

Bari, le scelte di mister Cornacchini
"Palmese difesa forte e ben organizzata"

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIl caso
Taranto, il Comune avvia la bonifica dell'area attorno al fiume Galeso

Taranto, il Comune avvia la bonifica dell'area attorno al fiume Galeso

 
PotenzaVerso il voto
Basilicata, in allestimento i seggi elettorali per 573mila elettori

Basilicata, in allestimento i seggi elettorali per 573mila elettori

 
BariPer i 4mila aventi diritto
Bari, il Comune aiuta le famiglie in difficoltà con il «bonus bollette»

Bari, il Comune aiuta le famiglie in difficoltà con il «bonus bollette»

 
FoggiaMaltrattamenti in famiglia
Foggia, picchiava la moglie e le chiedeva soldi per divertirsi al bar: arrestato 34enne

Foggia, picchiava la moglie e le chiedeva soldi per divertirsi al bar: arrestato 34enne

 
LecceNel Basso salento
Incidente tra Casarano e Ugento: giovane motociclista perde la vita

Incidente tra Casarano e Ugento:
giovane motociclista perde la vita

 
GdM.TVTraffico in tilt
Paura a Matera per una valigia abbandonata per strada: intervenuti artificieri

Paura a Matera per una valigia abbandonata per strada: intervenuti artificieri

 
BrindisiGuidava l'auto del padre
I cc lo fermano, rifiuta test antidroga: trovato con hashish

I cc lo fermano, rifiuta test antidroga: trovato con hashish

 
BatParla un imprenditore
Andria, cartelloni pubblicitari non a norma: la denuncia

Andria, cartelloni pubblicitari non a norma: la denuncia

 

Pallacanestro - Lega A

Happy Casa tappa a Trento per tentare il «colpaccio»

All’andata è stata la squadra di Buscaglia a vincere

HAPPY CASA BRINDISI - Il serbo Milenko Tepic

HAPPY CASA BRINDISI - Il serbo Milenko Tepic

di Franco De Simone

BRINDISI - Continua il tour de force dell’Happy Casa, impegnata domenica sera (20,45) a Trento; un’altra sfida difficile, cui poi farà seguito la partita con Capo d’Orlando, «la partita» più attesa, in programma sul parquet di Contrada Masseriola che, se dovesse andare tutto secondo le aspettative generali, consegnerebbe il visto per l’ottava stagione di Brindisi nella massima serie della pallacanestro italiana.

Prima, però, la gara contro la Dolomiti Energia Trento che a Brindisi ha messo a segno la vittoria (72-77); ma è stato nel corso del campionato ‘16-‘17 che l’allora Enel Brindisi subì una più che discreta ripassata (84-48), mitigata dal fatto che in casa i biancazzurri avevano vinto (69-61). Anche nel campionato ‘15-‘16 la doppia sfida finì in parità: 71-77 sul campo di Contrada Masseriola, 89-92 a Trento.

Questa volta Brindisi vuole provare il colpo esterno, anche per continuare nella vittoria aperta dallo scontro con Sassari nell'ultimo turno. Un nuovo successo perchè ora i biancazzurri vogliono cercare di recuperare terreno perso nel corso della stagione e raggiungere la tanto sospirata meta permanenza.

Scontato quindi che i riflettori ora si puntino sul parquet dell’Aquila Trento dove, è scontato che il coach veneziano di Brindisi si augura di rivedere in campo il medesimo ardore della partita di sabato che è stata una vittoria di squadra, dove tutti si sono resi disponibili, ed hanno fatto quello che era stato loro richiesto. Da lì si deve ricominciare.

Che si tratti di un impegno «importante» lo dice anche il fatto che i giocatori di coach Maurizio Buscaglia occupano la quinta posizione in classifica (26 punti come la Virtus Bologna) e vanno alla ricerca di una posizione che sia loro la più favorevole nella griglia playoff. Quindi, un gruppo, quello bianconero, che vuole sfruttare al meglio le gare in programma nell’impianto di casa.

Ma l’Happy Casa, alla ricerca di punti, è una squadra molto diversa rispetto a quella affrontata da Trento all'andata: ha cambiato assetto e gerarchie. Nel suo ruolo di squadra di seconda fascia è diventata, grazie a coach Frank Vitucci una squadra temibile. Sa bene che Trento nelle ultime tre gare è stata sconfitta (88-80) dall’EA7 Milano; ma ha vinto (62-77) a Pesaro e poi in casa (107-59) con Capo d’Orlando. Così come si sa bene che grazie all’attuale condizione di Milenko Tepic, Donta Smith e soci ipotizzare un’altra prestazione da incorniciare non è poi utopia. Tanto anche sulla scorta del «magic moment» riveniente dal successo su Sassari.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400