Martedì 19 Gennaio 2021 | 09:32

Il Biancorosso

Serie C
Bisceglie-Bari: 0-1, vittoria dei galletti con gol di Antenucci all'87'

Bisceglie-Bari: 0-1, vittoria dei galletti con gol di Antenucci all'87'

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceL'emergenza
Covid, a Gallipoli paura per un focolaio in ospedale

Covid, a Gallipoli paura per un focolaio in ospedale

 
Foggianel Foggiano
Ascoli Satriano: precipita con l'auto giù da un ponte, muore 35enne

Ascoli Satriano: precipita con l'auto giù da un ponte, muore 35enne

 
Barile indagini
Bari, inchiesta escort: in 5 rischiano processo per falsa testimonianza su serate con Berlusconi

Bari, inchiesta escort: in 5 rischiano processo per falsa testimonianza su serate con Berlusconi

 
Brindisila denuncia
Covid, nel Brindisino 100 vaccinati senza averne diritto: presentata interrogazione a Lopalco

Covid, nel Brindisino 100 vaccinati senza averne diritto: presentata interrogazione a Lopalco

 
Tarantocontrolli del CC
Taranto, tentano di entrare in Tribunale con coltelli e tirapugni: 5 denunciati

Taranto, tentano di entrare in Tribunale con coltelli e tirapugni: 5 denunciati

 
Potenzala protesta
Melfi, area in industriale in tilt per il maltempo: «Tutto fermo per un centimetro di neve»

Melfi, area in industriale in tilt per il maltempo: «Tutto fermo per un centimetro di neve»

 
MateraControlli della polizia
Pisticci, in auto con con la droga: arrestati due giovani pusher

Pisticci, in auto con la droga: arrestati due giovani pusher

 
BatMaltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 

i più letti

E' "giallo" sulla morte di Mauro Pierro

di FILIPPO MELE
Il lucano, di 46 anni, ha trovato la morte in un incidente stradale, giovedì scorso, in Emilia Romagna. La Procura della Repubblica di Modena, competente per territorio, ha aperto un'inchiesta. Potrebbe esserci, infatti, un'auto pirata dietro alla sbandata della sua moto finita fuori strada, contro un muretto che costeggia la carreggiata, lungo via Radici, al confine tra Sassuolo e Fiorano, nel pomeriggio, attorno alle 19, del 30 aprile scorso. Auto che sarebbe scappata senza prestare soccorso alla vittima
(foto d'archivio)
E' "giallo" sulla morte di Mauro Pierro
SCANZANO JONICO - Si tinge di “giallo” la morte per incidente stradale, con una moto, una Suzuki Burgman 400, in Emilia Romagna, avvenuta giovedì scorso a Ponte di Fassa, frazione di Formigine, di Mauro Pierro, 46 anni, meccanico, trasferitosi dal comune del Metapontino per motivi di lavoro a Casinalbo. La Procura della Repubblica di Modena, competente per territorio, ha aperto un’inchiesta. Potrebbe esserci, infatti, un’auto pirata dietro alla sbandata della moto finita fuori strada, contro un muretto che costeggia la carreggiata, lungo via Radici, al confine tra Sassuolo e Fiorano, nel pomeriggio, attorno alle 19, del 30 aprile scorso. Auto che sarebbe scappata senza prestare soccorso alla vittima. Un’ipotesi venuta fuori dai rilievi effettuati sul posto dell’impatto mortale dai vigili urbani che hanno ascoltato anche alcuni testimoni. Una macchina sarebbe passata per via Radici. 

Rimane da chiarire se il mezzo abbia colpito o meno lo scooter guidato da Pierro o se abbia solo causato la sua sbandata. Ed anche se tutto ciò non fosse avvenuto, è mai possibile che l’autista alla guida dell’auto non si sia accorto di nulla non fermandosi e non prestando soccorso all’uomo finito esanime sull’asfalto? Da qui la decisone del magistrato di ordinare l’autopsia per chiarire se lo sfortunato meccanico sia stato urtato da un’auto prima di finire contro il muretto. Autopsia che è stata fissata per domani presso l’Istituto di medicina legale del policlinico di Modena. 

In Emilia Romagna, ovviamente, appena appresa la triste notizia, si sono recati i parenti più stretti, la madre, le tre sorelle ed i tre cognati della vittima, che hanno dovuto adempiere alle formalità di rito relativamente al riconoscimento del congiunto. Raggiunti telefonicamente nel pomeriggio di ieri, hanno confermato alla Gazzetta che la Procura ha aperto una inchiesta ma hanno anche dichiarato di non essere stati informati delle motivazioni. Confermata anche l’autopsia per domani «anche se noi abbiamo chiesto - ha detto uno dei cognati, Luciano Parisi - che si potesse effettuare nella data di oggi». Sono ormai quattro giorni, infatti, che l’incidente si è verificato e la famiglia attende ancora la restituzione della salma per poter fissare la data dei funerali. Esequie che si effettueranno a Scanzano Jonico. Qui, la famiglia Pierro è molto conosciuta. Il padre, Salvatore, è stato sino a quando non è andato in pensione, uno stimato meccanico con officina proprio nel centro del paese. Ora, questo terribile lutto. 

Lo schianto mortale è avvenuto mentre Pierro, sul Suzuki Burgman 400, procedeva da Modena in direzione Sassuolo, quando ha perso il controllo del mezzo urtando violentemente contro il muretto esterno. Il motociclista è stato sbalzato sull’asfalto e la moto ha proseguito la sua corsa ribaltandosi più volte su se stessa. L’uomo, praticamente, è morto sul colpo. L’ambulanza del 118 è arrivata subito a Ponte Fossa ma i medici non hanno potuto fare altro che constatare il decesso. Per Pierro non c’è stato nulla da fare. La sua salma è stata portata all’istituto di medicina legale del policlinico modenese. Inizialmente si è pensato, tra le cause dell’incidente, all’eccesso di velocità od alla insistente pioggerellina che aveva reso viscido l’asfalto. Poi, l’ipotesi dell’auto pirata che avrebbe provocato la sbandata della moto o che, comunque, non si sarebbe fermata a prestare soccorso al ferito. Pierro viveva solo nella sua casa di Casinalbo, frazione di Formigine.
FILIPPO MELE

(foto d'archivio)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie