Venerdì 21 Settembre 2018 | 17:28

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

«Respinti» 27 immigrati

Palombaio come Goro
vince il no ai migranti

Protesta della gente dell'ex frazione del comune barese di Bitonto. ma la prefettura: lo stabile era inagibile

Palombaio come Gorovince il no ai migranti

Bitonto La slavina anti-immigrati di Matteo Salvini travolge anche Palombaio, due passi da Bari, comune di Bitonto dove sarebbero dovuti arrivare 27 immigrati, ma il No della popolazione ha vinto. «Se la gente non ci accetta, ce ne stiamo a casa. Abbiamo scritto alla Prefettura, noi lasciamo» dice la presidente della coop che aveva vinto l’appalto.
La mobilitazione anima da due settimane la frazione murgiana che si è schierata contro l’apertura di un centro di accoglienza straordinario per richiedenti asilo. La struttura doveva essere ospitata in un ex mobilificio ma gli eventi hanno preso una piega diversa.
Un comitato spontaneo «Difendiamo Palombaio» ha raccolto in tre giorni più di 500 firme, sui 3000 abitanti della frazione, per chiedere la revoca del provvedimento alla prefettura di Bari. L’ala più oltranzista del movimento, una cinquantina di persone in tutto, è scesa in piazza più di 10 giorni fa e ha bloccato le strade, fino all’arrivo delle forze di polizia. Infine, giovedì, il dietro front della cooperativa San Sebastiano di Gravina di Puglia, che aveva vinto la gestione del servizio, scegliendo l’ex mobilificio di Palombaio come centro di accoglienza.
A rileggere per intero la vicenda, più che il no della popolazione, hanno pesato le carte e la burocrazia. Su sollecitazione dell’amministrazione comunale di Bitonto, la prefettura ha accertato «l’assenza di collaudo statico e agibilità dell’immobile», decretando che lo stesso immobile «non può essere utilizzato». Per il momento, dunque, niente centro di accoglienza a Palombaio né in altre zone del territorio cittadino. La nota inviata dalla prefettura alla cooperativa san Sebastiano lunedì scorso precisa infatti «l’esclusione della cooperativa dalla selezione, con conseguente incameramento della cauzione». La stessa situazione si è già verificata in città a proposito di un altro centro di accoglienza straordinaria, attivato a fine luglio nella zona artigianale che ha accolto, per poco più di due mesi, circa 20 ospiti in un ex opificio. Dopo le polemiche sollevate dai residenti e dagli imprenditori che lavorano in zona, e sempre su segnalazione dell’amministrazione comunale, la prefettura ha riscontrato «irregolarità» nella documentazione urbanistica presentata per l’avvio del centro. La struttura è stata svuotata e gli ospiti trasferiti al centro di richiedenti asilo di Palese. I due casi, seppur diversi, hanno un tratto in comune: le procedure straordinarie attivate dalle prefetture per l’accoglienza accendono il business e, in un passaggio di carte, trasformano ex mobilifici o ex opifici in strutture per l’ospitalità. Non sempre, però, tutti i passaggi sono a norma di legge.
Ad oggi, a Bitonto, rimane attivo solo il centro di accoglienza straordinario ospitato nell’azienda di servizi alla persona «Maria Cristina di Savoia», dove sono alloggiati circa 133 richiedenti asilo. Secondo le stime della prefettura di Bari, definite su un tavolo regionale, Bitonto, unita alla vicina Palo del Colle nello stesso ambito territoriale, potrebbe accogliere fino a un massimo di 350 ospiti. Cercando di mettere un freno all’isteria e alla polemica politica, il sindaco di Bitonto Michele Abbaticchio ha dichiarato: «Bitonto ha dimostrato con i fatti di essere comunità istituzionalmente e socialmente pronta all’accoglienza. Tutte le altre illazioni le rispediamo al mittente».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Scuola di Medicina Uniba, Al Bano alla cerimonia di inaugurazione

Scuola di Medicina Uniba
Al Bano alla cerimonia di inaugurazione

 
Bitonto, tentano furto in un centro deposito d'abbigliamento: tre arresti

Bitonto, tentano furto in un magazzino d'abbigliamento: tre arresti

 
Casamassima, anche se ai domiciliari spacciava cocaina: arrestato

Casamassima, anche se ai domiciliari spacciava cocaina: arrestato

 
Bari, arrestato a Madonnella 33enne armato: «Era pronto a sparare»

Bari, arrestato a Madonnella 33enne armato: «Pronto a sparare»

 
Ex Fibronit

Dopo la bonifica l'ex Fibronit
diventa il parco della gente

 
Vitali (FI): «Sull’ex senatore azzurroora la palla passa al partito nazionale»

Vitali (FI): «Sull’ex senatore azzurro ora la palla passa al partito nazionale»

 
Zullo per superare la legge Merlin: «Riapriamo le case chiuse»

Zullo: «Riapriamo le case chiuse per superare la legge Merlin»

 
Massimo Mazzilli

Il sindaco di Corato si dimette:
«Atto non revocabile»

 

GDM.TV

Bari, arsenale d'armi sepolto nel terreno :sequestrate 6 pistole e 100 munizioni

Bari, scoperto arsenale sepolto in un terreno sulla statale 100 VIDEO

 
Palagiustizia, l'affondo di Bonafede«Falsità le accuse contro di me»

Palagiustizia, l'affondo di Bonafede
«Falsità le accuse contro di me»

 
Gli studenti del Poliba creano la PC5 2018 EVO: ecco la monoposto da corsa

Bari, la nuova monoposto da corsa
creata dagli studenti del Politecnico

 
I campioni di tuffi si sfidano a Polignano: in arrivo la Red Bull Cliff Diving

I campioni di tuffi si sfidano a Polignano: ecco la Red Bull Cliff Diving

 
La droga dal Marocco a Pisa per lo spaccio in tutta Italia fino a Bari

La droga dal Marocco a Pisa per lo spaccio in tutta Italia fino a Bari

 
Pesca a strascico, il grande fratello inchioda 11 barche: in cella comandante di peschereccio

Pesca a strascico, multate 11 barche
in cella comandante di peschereccio

 
Fiera: gli spazi più amati dai 260mila visitatori, Toti e Tata e l'allenamento "military style" con l'esercito

Fiera: 260mila visitatori, Toti e Tata e l'allenamento «military style»

 
Bari, il coro dei 600 tifosi in trasferta a Messina

Bari, il coro dei 600 tifosi in trasferta a Messina

 

PHOTONEWS