Martedì 04 Ottobre 2022 | 12:13

In Puglia e Basilicata

Smart Mobility

Bari, in arrivo i parcometri «intelligenti»: tutte le novità sulla mobilità in città

Lecce, scritte «no Tap»su parcometri danneggiati

Il Comune: "I dispositivi interagiranno con gli utenti e ci aiuteranno a rilevare una serie di informazioni utili a migliorare sempre più la programmazione del servizio"

19 Agosto 2022

Redazione online

BARI - È stata aggiudicata dalla società di trasporto pubblico del Comune di Bari Amtab, la gara che ha come oggetto la fornitura e posa in opera di un’infrastruttura dedicata alla mobilità basata su dispositivi tecnologici in grado di svolgere diverse funzioni nell’ambito dell’infomobilità e dei pagamenti (infrastruttura MMD). L’infrastruttura si comporrà di una Centrale e 145 dispositivi MMD (Multifunction Mobility Device) che si affiancheranno ai parcometri tradizionali per il controllo della sosta veicolare e che fungeranno da dispositivi TVM per la vendita dei biglietti e saranno inseriti all’interno dell’infrastruttura Smart Mobility, estendendone le potenzialità.

Le principali funzionalità dell’infrastruttura MMD che saranno messe a servizio dei cittadini sono:

Pagamento e controllo della sosta tariffata: - i dispositivi MMD integrati con i tradizionali parcometri consentiranno una migliore fruizione della sosta passando da un paradigma token based a un sistema completamente account based, integrato in quello già sviluppato all’interno del progetto Smart Mobility. Sarà possibile pagare e prolungare la sosta da qualunque dispositivo, sia app che MMD senza doversi recare fisicamente dove si è effettuato il primo pagamento, sarà possibile controllare lo stato della sosta da qualunque MMD o in app e i controlli saranno completamente account based, basati esclusivamente sulla verifica della targa mediante appositi dispositivi e software di lettura. A regime non sarà più necessario, per l’utente, esporre il ticket rilasciato dal parcometro.

Rinnovo permessi ZSR/ZTL: - i dispositivi MMD potranno essere utilizzati per rinnovare permessi ZSR e ZTL scaduti o in scadenza mediante l’inserimento di targa e idZSR, senza recarsi fisicamente allo sportello.

Emissione biglietti e abbonamenti TPL: - i dispositivi MMD fungeranno anche da TVM integrate nel sistema ABT del progetto Smart Mobility e consentiranno l’emissione di tutte le tipologie ordinarie di titoli di viaggio fruibili attraverso diverse modalità (QR-code, MUVT card, CIE, ecc…). L’utente potrà dunque acquistare il biglietto del bus o rinnovare l’abbonamento, oltre che dai normali canali online e offline, direttamente dai dispositivi MMD presenti nella città.

Infomobilità e informazioni all’utenza: - i dispositivi MMD potranno fornire anche informazioni all’utenza sia di natura strettamente personale (viaggi effettuati, soste effettuate, validità degli abbonamenti e dei permessi), attraverso l’autenticazione con la MUVT card e credenziali, sia di natura generica (percorsi di viaggio). Inoltre potranno essere visualizzate informazioni istituzionali inerenti la mobilità e non. Tutti i sistemi e i dispositivi dovranno avere un elevato livello prestazionale attraverso soluzioni tecnologiche di ultima generazione, incluse nell’offerta a base di gara, un elevato grado di affidabilità che garantisca un funzionamento del tutto automatico e un elevato grado di sicurezza a tutela dell’integrità dei dati e della privacy degli utenti.

L’apparecchio dovrà prevedere la possibilità di pagamento con differenti modalità: pagamento con moneta (5, 10, 20, 50 centesimi e 1 e 2 euro) e pagamento attraverso lettore di carte POS conforme a tutte le caratteristiche vigenti in materia; dovrà inoltre consentire di effettuare il pagamento utilizzando il sistema PagoPA per le sanzioni da Codice della Strada.  Il dispositivo dovrà inoltre essere in grado di accettare pagamenti attraverso sistemi di mobile payment (Apple Pay, Google Pay, ecc…).

L’importo a base di gara era pari a € 1.000.000 a corpo, oltre agli oneri della sicurezza e al costo della manodopera necessaria all’installazione dei sistemi, stimato in € 70.000,00. Il progetto rientra nel programma promosso dall’amministrazione comunale Smart Mobility finanziato con fondi Pon metro.

“Si aggiunge un altro tassello importante sul percorso della digitalizzazione dei servizi agli utenti – spiega l’assessore all’innovazione digitale del Comune di Bari -. Grazie al lavoro condotto con gli uffici informatici dell’Amtab, stiamo mettendo a punto una serie di soluzioni innovative che potranno cambiare in meglio l’esperienza dei baresi e dei turisti con l’intero sistema di mobilità della città di Bari. Nei prossimi mesi, dopo il vaglio del CDA di Amtab, si procederà con la sottoscrizione del contratto e realizazione dell’infrastrutturazione fisica. Avremo quindi dislocati sul territorio cittadino oltre 140 “parcometri intelligenti” che interagiranno con gli utenti e ci aiuteranno a rilevare una serie di informazioni utili a migliorare sempre più la programmazione del servizio. A questo si aggiunge il progetto Maas4italy che vede Bari premiata tra le prime sei città in Italia per la realizzazione di un programma di investimenti sia in infrastrutture (fisiche e tecnologiche) che intervengano sul servizio di mobilità cittadino, sia per la concessione di incentivi ai cittadini finalizzati all’adozione di comportamenti più sostenibili (ad esempio voucher per l’acquisto di biciclette o rimborso chilometrico per gli spostamenti urbani in bicicletta)”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725