Domenica 01 Agosto 2021 | 22:02

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Gravina, rogo minaccia ancora bosco Difesa Grande: fiamme riprendono vigore dopo 2 giorni

Gravina, rogo minaccia ancora bosco Difesa Grande: fiamme riprendono vigore dopo 2 giorni

 
editoria
Gazzetta, Decaro: «Una soluzione nelle prossime ore»

Gazzetta, Decaro: «Una soluzione nelle prossime ore»

 
Sicurezza
Monopoli, centri commerciali saccheggiati: tre persone denunciate

Monopoli, centri commerciali saccheggiati: tre persone denunciate

 
sangue sulle strade
Incidente mortale sulla statale 96

Incidente mortale sulla statale 96

 
nel barese
Lettini abusivi su spiaggia libera di Monopoli, scatta il sequestro

Lettini abusivi su spiaggia libera di Monopoli, scatta il sequestro

 
Accordo raggiunto
Bari calcio: bomber Antenucci rinnova fino al 2023

Bari calcio: bomber Antenucci rinnova fino al 2023

 
Allarme
Bari, terza settimana consecutiva con rialzo dei casi di positività al Sars Cov-2.

Bari, terza settimana consecutiva con rialzo dei casi di positività al Covid

 
Vari controlli
Bari, la polizia interrompe concerto non autorizzato di un neomelodico napoletano

Bari, la polizia interrompe concerto non autorizzato di un neomelodico napoletano

 
Chiuse le indagini
Bari, evasione fiscale: confiscati ville e yacht a imprenditore caseario

Bari, evasione fiscale: confiscati ville e yacht a imprenditore caseario

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceIl caso
Lecce, pregiudicato trovato morto per strada: abitava in alloggio parrocchia

Lecce, pregiudicato trovato morto per strada: abitava in alloggio parrocchia

 
PotenzaLa curiosità
È nel Potentino il ponte tibetano più lungo del mondo

È nel Potentino il ponte tibetano più lungo del mondo

 
MateraEditoria
Gazzetta del Mezzogiorno, il sindaco di Matera: «Salvaguardare la testata e i lavoratori»

Gazzetta del Mezzogiorno, il sindaco di Matera: «Salvaguardare la testata e i lavoratori»

 
TarantoEditoria
Gazzetta Mezzogiorno, sindaco Taranto: «È una scomparsa inaccettabile»

Gazzetta Mezzogiorno, sindaco Taranto: «È una scomparsa inaccettabile»

 
BariIl caso
Gravina, rogo minaccia ancora bosco Difesa Grande: fiamme riprendono vigore dopo 2 giorni

Gravina, rogo minaccia ancora bosco Difesa Grande: fiamme riprendono vigore dopo 2 giorni

 
Homeeditoria
Gazzetta, Rossi: «Le ragioni di questo sostegno anche dinanzi al governo Draghi»

Gazzetta, Rossi: «Le ragioni di questo sostegno anche dinanzi al governo Draghi»

 
Foggianel foggiano
I carabinieri salvato il gatto dal fuoco

I carabinieri salvano il gatto dal fuoco

 
Batcontrolli sul litorale
Bisceglie, tentato furto di una scooter: due arresti

Bisceglie, tentato furto di una scooter: due arresti

 

i più letti

l'inchiesta

Corruzione, restano in carcere quattro indagati dell'inchiesta sul caso Molfetta

Conclusi gli interrogatori di garanzia, il gip lascia ai domiciliari altre nove persone

porto di Molfetta

Bari - No alla scarcerazione di quattro dei 16 arrestati l’8 giugno scorso nell’ambito dell’inchiesta della Procura di Trani su presunte tangenti in cambio di appalti pubblici al Comune di Molfetta. Restano in cella l’ex assessore comunale ai lavori pubblici Mariano Caputo, l’ex funzionario comunale Orazio Lisena, l’ex consigliera comunale Anna Sara Castriotta e l’imprenditore Domenico Tancredi. Per altri 5 che erano detenuti in carcere (gli imprenditori Riccardo Di Santo, Andrea Ladogana, Valerio Di Gregorio, Francesco e Pasquale Ieva) è stata disposta la sostituzione con gli arresti domiciliari. Per un altro indagato che era ai domiciliari, Vincenzo Manzi, presidente della commissione di una delle presunte gare pilotate, la gip del Tribunale di Trani Rossella Volpe ha disposto la remissione in libertà. Per ulteriori quattro imprenditori la gip ha confermato gli arresti domiciliari (Francesco Sancilio, Mauro Giancaspro, Maurizio Bonafede e Vito De Robertis). È l’esito degli interrogatori di garanzia che si sono celebrati nei giorni scorsi.

L’indagine, che conta in totale 41 indagati, 7 società e 34 persone fisiche tra le quali il sindaco Tommaso Minervini (non raggiunto da misura cautelare), aveva portato complessivamente all’arresto di 16 persone (10 in carcere e 6 agli arresti domiciliari) ma due di queste, gli imprenditori Paolo Conforti che è in carcere e Michele Palmiotti che è agli arresti domiciliari, non hanno chiesto la revoca della misura dopo gli interrogatori. I reati contestati, a vario titolo, sono turbativa d’asta, corruzione, falso, depistaggio e peculato. Secondo la gip, per quasi tutti gli indagati arrestati «permane inalterato il grave quadro indiziario» e «le esigenze cautelari sono più che mai attuali». 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie