Mercoledì 05 Ottobre 2022 | 06:44

In Puglia e Basilicata

L’accusa per entrambi è di ricettazione

Dal Porto di Bari all'Albania con 3 fiale di Astrazeneca in una borsa frigo: si indaga

AstraZeneca, in Puglia lo stop lascia 38mila dosi in frigorifero

Due camionisti sono stati scoperti dagli uomini delle Dogane e della Finanza

19 Maggio 2021

Massimiliano Scagliarini

La domanda principale è dove li portavano. Ma quella più interessante è dove li avevano presi. Due camionisti tedeschi, di origine iraniana, Abdolrahim Orangui Asr di 70 anni e Ghassem Farhadi di 73 anni, stavano per imbarcarsi al porto di Bari su un traghetto diretto in Albania. In una borsa frigo piena di ghiaccio, avevano tre fiale di vaccino AstraZeneca integre. 
Le hanno scoperte e sequestrate alcuni giorni fa gli uomini delle Dogane e della Finanza. Il pm barese Luisiana Divittorio ha chiesto e ottenuto la convalida del sequestro e, ora, indaga per stabilire cosa è accaduto. Dal numero di lotto delle tre fiale proverà a ricostruire la provenienza del vaccino: le forniture sono tracciate. I due camionisti nel frattempo sono ripartiti: l’accusa per entrambi è di ricettazione. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725