Giovedì 13 Maggio 2021 | 09:12

NEWS DALLA SEZIONE

L'iniziativa
Grumo, arriva «Sulle ali della libertà», premio in memoria di Alessandro Fariello

Grumo, arriva «Sulle ali della libertà», premio in memoria di Alessandro Fariello

 
L'episodio
Bari, scopre il marito con una prostituta e picchia entrambi

Bari, scopre il marito con una prostituta e picchia entrambi

 
Il caso
Truffa: investimento rischioso, a processo funzionario banca di Bitonto

Truffa: investimento rischioso, a processo funzionario banca di Bitonto

 
tempo libero
Bari, tuffi e tintarella da sabato sul lido di Torre Quetta

Bari, tuffi e tintarella da sabato sul lido di Torre Quetta

 
Spettacoli
Bari, al Teatro Petruzzelli torna il pubblico: via a concerti e visite guidate

Bari, al Teatro Petruzzelli torna il pubblico: via a concerti e visite guidate

 
L'appuntamento
Diritti, sabato 15 maggio sit in sul lungomare di Bari

Diritti, sabato 15 maggio sit in sul lungomare di Bari

 
L'iniziativa
Università di Bari, in arrivo la seconda edizione dell’European Crowdfunding Festival

Università di Bari, in arrivo la seconda edizione dell’European Crowdfunding Festival

 
giustizia
Bari, nomina del nuovo procuratore: Rossi in vantaggio

Bari, nomina del nuovo procuratore: Rossi in vantaggio

 

Il Biancorosso

La novità
Bari, il difensore Alessandro Minelli fermo per tre mesi

Bari, il difensore Alessandro Minelli fermo per tre mesi

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoL'operazione della stradale
Taranto, falsi incidenti per avere soldi dalle assicurazioni: 6 arresti

Taranto, falsi incidenti per avere soldi dalle assicurazioni: 6 arresti

 
BatL'appuntamento
«The master class», in onda alle 20 su Amica 9 Tv il format in collaborazione con la Gazzetta del mezzogiorno

«The master class», in onda alle 20 su Amica 9 Tv il format in collaborazione con la Gazzetta del mezzogiorno

 
FoggiaIl caso
Arresti al Comune di Foggia: consigliere indagato ancora ricoverato

Arresti al Comune di Foggia: consigliere indagato ancora ricoverato

 
BariL'iniziativa
Grumo, arriva «Sulle ali della libertà», premio in memoria di Alessandro Fariello

Grumo, arriva «Sulle ali della libertà», premio in memoria di Alessandro Fariello

 
BrindisiL'inchiesta
Corruzione, gip concede domiciliari a giudice arrestato

Corruzione, gip concede domiciliari a giudice arrestato

 
Lecceil progetto
San Foca, il mare accessibile ai pazienti fragili

San Foca, il mare accessibile ai pazienti fragili

 
PotenzaCovid
Basilicata, continua a calare il numero di positivi

Basilicata, continua a calare il numero di positivi - LE FOTO

 
PotenzaLa condanna
Don Uva, Universo Salute dovrà rispondere anche della vecchia gestione

Don Uva, Universo Salute dovrà rispondere anche della vecchia gestione

 

i più letti

l'inchiesta

Truffa del gasolio, ecco chi è l'imprenditore barese indagato

Le accuse nei confronti di Francesco Albergo

Truffa  del gasolio, ecco chi è l'imprenditore barese  indagato

foto Tony Vece

Bari - C’è anche il noto imprenditore barese Francesco Albergo, 55 anni, tra le 37 persone arrestate ieri tra Puglia, Campania e Lombardia (79 gli indagati) nell’ambito dell’inchiesta coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Lecce e di Potenza su una presunta mega frode fiscale sui carburanti. Albergo, titolare della Albergo Petroli, azienda barese leader nel settore della commercializzazione del gasolio, è finito ai domiciliari (nel filone salentino) con l’accusa di associazione a delinquere finalizzata alla truffa aggravata ai danni dello Stato, al falso, alla frode su accise e iva. Nel mirino di guardia di finanza e carabinieri sono finiti i presunti raggiri sulla vendita di ingenti quantitativi di gasolio in violazione della normativa dal settore. Presunto promotore dell’associazione di cui Albergo avrebbe fatto parte, c’è Michele Cicala, ritenuto un elemento di spicco della mafia jonica.

Nei confronti di quest’ultimo e di altri due indagati (ma non nei confronti di Albergo e di altre sette persone, accusate di associazione a delinquere semplice) si contesta anche l’aggravante mafiosa. Restiamo dunque sulla frode sul gasolio e sul ruolo che in questo filone viene attribuito dagli investigatori ad Albergo. Al centro, c'è una rete di depositi fiscali e commerciali compiacenti. Due sostanzialmente i meccanismi truffaldini. Nelle cisterne veniva caricato gasolio per autotrazione che sulla carta veniva fatto figurare come agricolo contenente biodiesel, molto più conveniente sul piano fiscale. Grazie a questo stratagemma, venivano applicati in maniera illecita i benefici fiscali, riduzione dell’accisa ordinaria del 78% con applicazione dell’aliquota iva al 10%. Grazie ad autotrasportatori compiacenti, venivano impiegate autocisterne alterate attraverso l’installazione di un meccanismo in grado di trarre in inganno le forze di polizia in caso di controlli. Quando, poi, veniva veramente venduto gasolio agricolo, sempre secondo l'accusa, questo veniva acquistato da chi non aveva diritto alle relative agevolazioni, a un prezzo intermedio tra quello agricolo e quello del gasolio per autotrazione. In questo modo, l’associazione realizzava ingenti profitti a danno dell’erario pari alle imposte evase.

Ed è proprio in questa fase che Albergo, stando alle indagini della magistratura tarantina e salentina, avrebbe svolto un ruolo chiave. Il gasolio per autotrazione usciva dal deposito fiscale della Albergo Petroli scortato con documenti fiscali falsi. Nel caso fosse necessario, venivano attivate elettrovalvole in grado di denaturare il gasolio. Attraverso un sistema idraulico, in caso di controllo, l’autista iniettava il colorante per trasformare la colorazione del gasolio da autotrazione in quella bluastra, tipica del gasolio agricolo. Una volta giunte in un altro deposito a Ginosa, veniva simulato lo scarico delle cisterne. Il gasolio da autotrazione, sulla carta agricolo, partito da Bari, raggiungeva poi la vera destinazione finale. A volte avveniva il contrario: sempre secondo l’accusa, veniva venduto gasolio agricolo a un prezzo maggiorato rispetto a quest’ultimo, ma comunque inferiore al costo di mercato del gasolio da autotrazione. I pm di Lecce contestano ad Albergo, in concorso con altri indagati, di avere evaso accise e iva per complessivi 125mila euro a fronte di una fornitura di 144mila litri di gasolio da autotrazione che sulla carta veniva fatto passare per gasolio agricolo. I fatti risalgono al 2019. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie