Domenica 09 Maggio 2021 | 22:37

NEWS DALLA SEZIONE

L'impatto
Auto contro mezzo rifiuti nel Barese: 4 persone in ospedale

Auto contro mezzo rifiuti nel Barese: 4 persone in ospedale

 
Il caso
Covid, troppi casi a Ruvo: il comune proroga la chiusura delle scuole

Covid, troppi casi a Ruvo: il comune proroga la chiusura delle scuole

 
Lotta al virus
Covid Puglia, arriva la conferma: «Monoclonali efficaci»

Covid Puglia, arriva la conferma: «Monoclonali efficaci»

 
nel Barese
Santeramo in Colle, focolaio in città, 77 scolari contagiati

Santeramo in Colle, focolaio in città, 77 scolari contagiati

 
La decisione
Bari, ok dal Comune a tavolini in strada per bar e ristorante

Bari, ok dal Comune a tavolini in strada per bar e ristoranti

 
nel Barese
Triggiano, rapina supermercato con pistola giocattolo: arrestato 30enne

Triggiano, rapina supermercato con pistola giocattolo: arrestato 30enne

 

Il Biancorosso

Calcio
Play-off serie B: l'esordio del Bari al San Nicola contro il Foggia

Play-off serie B: l'esordio del Bari al San Nicola contro il Foggia

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaTragedia
Foggia, furgone si ribalta in via Cerignola: morto il conducente

Foggia, furgone si ribalta in via Cerignola: morto il conducente, 4 braccianti feriti

 
LecceLa tragedia
Lecce, bici contro moto, muore ciclista 72enne. Motociclista positivo a test alcol e droga

Lecce, bici contro moto, muore ciclista 72enne. Motociclista positivo a test alcol e droga

 
TarantoIl futuro della città
Troppi morti a Taranto, Melucci scrive al governo

Troppi morti a Taranto, Melucci scrive al governo

 
BatFesta dell'Europa
«L'Erasmus? Un sogno da vivere», la storia di uno studente di Barletta

«L'Erasmus? Un sogno da vivere», la storia di uno studente di Barletta

 
BrindisiNel Brindisino
Ostuni, cancellato il tratturo di accesso alla spiaggia, a Monticelli consorziati sul piede di guerra

Ostuni, cancellato il tratturo di accesso alla spiaggia, a Monticelli consorziati sul piede di guerra

 
MateraVaccini
Matera, il bilancio di AstraNight: solo 250 dosi somministrate, ce n'erano 750

Matera, il bilancio di AstraNight: solo 250 dosi somministrate, ce n'erano 750

 

i più letti

Storia a lieto fine

Bari, auto per disabili rubata nel parcheggio: dopo il tam tam social i ladri la restituiscono

Il mezzo di Maria Elena Barile Damiani, un Fiat Doblò, era parcheggiato nell'area di sosta mercatale dell'ospedale. Dopo l'appello su Facebook i ladri l'hanno resa alla proprietaria con un biglietto di scuse

Bari, auto per disabili rubata nel parcheggio: dopo il tam tam social i ladri la restituiscono

BARI - Ladri gentiluomini dal cuore d'oro: si conclude con un lieto fine la vicenda di Maria Elena Barile Damiani, la 56enne barese affetta da sclerosi multipla a cui nei giorni scorsi, era stata rubata una Fiat Doblò nel parcheggio mercatale adiacente all’ospedale Di Venere di Carbonara. L'auto era l'unico mezzo per garantirle la mobilità e un briciolo di autonomia vista la sua disabilità. Dopo un post su Facebook lanciato dalla figlia della donna, in cui si denunciava il furto e si chiedeva ai malviventi di restituire il mezzo, la notizia grazie ai social ha avuto un'eco enorme tanto da raggiungere le orecchie dei ladri che, forse per rimorso o forse per la pressione mediatica a cui sono stati sottoposti, si sono pentiti riconsegnando l'auto alla donna con tanto di bigliettino: «Anche noi abbiamo un cuore. Scusateci non sapevamo della vostra patologia… Scusateci ancora…. I ladri». La vettura infatti è stata recuperata nel pomeriggio dai carabinieri a Valenzano che hanno contattato la signora Maria Elena. 

A dare notizia del ritrovamento dell’auto e del bigliettino è stata la figlia della donna che ieri nel suo appello sui social aveva scritto: «Mettetevi una mano sul cuore e ridatecela». «Grazie a tutti per averci aiutati» scrive oggi, allegando la foto del biglietto scritto dai ladri e trovato sul sedile.

«Quell'auto rappresenta le sue ali, le sue gambe, il suo unico mezzo di libertà. Quando ce l’hanno rubata abbiamo voluto lanciare un appello perché è di primaria importanza per le esigenze di mia madre. E ai ladri che ce l'hanno restituita sono grata, ma resto amareggiata». A parlare è Rita Damiani, figlia della 56enne barese Maria Elena Barile, affetta da sclerosi multipla, dopo il furto e il ritrovamento dell’auto di famiglia attrezzata per il trasporto disabili. La macchina è stata rubata il 13 gennaio nel parcheggio dell’ospedale Di Venere di Carbonara. Dopo il furto le figlie hanno lanciato un appello social e dopo tre giorni la macchina è stata ritrovata a Valenzano. «I ladri l’hanno lasciata davanti al cancello di una villa - racconta la figlia - e il proprietario, quando se n'è accorto, ha chiamato i carabinieri che ci hanno avvertito». Sul sedile c'era un biglietto di scuse scritto dai ladri. «Abbiamo avuto reazioni diverse - dice Rita - , mia sorella è rimasta molto colpita, io grata ma comunque amareggiata, perché la macchina è così particolare per le attrezzature per disabili e ormai così nota sui social dopo il nostro appello che non avrebbero potuto farci niente». L'auto è stata trovata in buone condizioni, con gli unici danni al cilindretto che i ladri hanno forzato per metterla in modo e portarla via dopo il furto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie