Martedì 02 Marzo 2021 | 03:37

NEWS DALLA SEZIONE

La richiesta
Vaccini anti Covid, l'appello dell'associazione disabili di Bari: «Inserirli tra priorità»

Vaccini anti Covid, l'appello dell'associazione disabili di Bari: «Inserirli tra priorità»

 
Il virus
Covid 19 a Grumo, contagi in crescita: +40%, 1 su 3 è under 14

Covid 19 a Grumo, contagi in crescita: +40%, 1 su 3 è under 14

 
Lotta al virus
Covid 19, la Regione Puglia autorizza l'apertura dell'ospedale in Fiera a Bari

Covid 19, la Regione Puglia autorizza l'apertura dell'ospedale in Fiera a Bari

 
Lotta al virus
Vaccini anti Covid, 41 sindaci del Barese pronti ad aiutare l'Asl

Vaccini anti Covid, 41 sindaci del Barese pronti ad aiutare l'Asl

 
La bufera
Ospedale in Fiera a Bari, è scontro tra sindacati e Regione Puglia

Ospedale in Fiera a Bari, è scontro tra sindacati e Regione Puglia. Autorizzata apertura

 
Lotta al virus
Bari, la Lega promuove ospedale in Fiera: «Struttura eccellente, apriamola presto»

Bari, la Lega promuove ospedale in Fiera: «Struttura eccellente, apriamola presto»

 
semplificazione
Comune Bari, pagamenti digitali: 7 nuovi sportelli informativi in diversi quartieri della città

Comune Bari, pagamenti digitali: 7 nuovi sportelli informativi in diversi quartieri della città

 
I dati
Obesità, dal 4 marzo visite gratuite nutrizionali al De Bellis di Castellana

Obesità, dal 4 marzo visite gratuite nutrizionali al De Bellis di Castellana: Stallone è il nuovo commissario

 
Sanità
Fibrillazione atriale, il Miulli fra i 5 centri al mondo ad effettuare ablazione con elettroporazione

Fibrillazione atriale, il Miulli fra i 5 centri al mondo ad effettuare ablazione con elettroporazione

 
Il caso
Bari, ragazzina 12enne morì dopo intervento al Pediatrico: medico a processo

Bari, ragazzina 12enne morì dopo intervento al Pediatrico: medico a processo

 

Il Biancorosso

Serie C
Nel derby di Puglia, Il Bari in 10 batte il Foggia 1-0: segna il bomber Cianci

Nel derby di Puglia, il Bari in 10 batte il Foggia 1-0: segna il bomber Cianci

 

NEWS DALLE PROVINCE

Foggiaa Lucera
Bracciante africano si suicida nel Foggiano: «Bisogna ascoltare il disagio»

Bracciante africano si suicida nel Foggiano: «Bisogna ascoltare il disagio»

 
BariLa richiesta
Vaccini anti Covid, l'appello dell'associazione disabili di Bari: «Inserirli tra priorità»

Vaccini anti Covid, l'appello dell'associazione disabili di Bari: «Inserirli tra priorità»

 
LecceLa decisione
Lecce, scomparsa 21 anni fa: il caso Martucci approda alla Camera

Lecce, scomparsa 21 anni fa: il caso Martucci approda alla Camera

 
TarantoLa novità
Msc farà rotta su Taranto: da maggio al via alle crociere

Msc farà rotta su Taranto: da maggio al via alle crociere

 
BrindisiIl caso
Brindisi, il sindaco Rossi azzera la giunta: verso nuove nomine

Brindisi, il sindaco Rossi azzera la giunta: verso nuove nomine

 
Potenzal'appello
Potenza, campagna vaccini: «Emodializzati non possono attendere tempi della politica»

Potenza, campagna vaccini: «Emodializzati non possono attendere tempi della politica»

 
MateraIl video
Matera, campagna vaccinale per 200 persone tra forze dell'ordine e personale scolastico

Matera, campagna vaccinale per 200 persone tra forze dell'ordine e personale scolastico

 
BatNella Bat
Trani, attentato al sindaco, la visita di Piemontese: «Non c'è spazio per la violenza»

Trani, attentato al sindaco, la visita di Piemontese: «Non c'è spazio per la violenza»

 

i più letti

Storia a lieto fine

Bari, auto per disabili rubata nel parcheggio: dopo il tam tam social i ladri la restituiscono

Il mezzo di Maria Elena Barile Damiani, un Fiat Doblò, era parcheggiato nell'area di sosta mercatale dell'ospedale. Dopo l'appello su Facebook i ladri l'hanno resa alla proprietaria con un biglietto di scuse

Bari, auto per disabili rubata nel parcheggio: dopo il tam tam social i ladri la restituiscono

BARI - Ladri gentiluomini dal cuore d'oro: si conclude con un lieto fine la vicenda di Maria Elena Barile Damiani, la 56enne barese affetta da sclerosi multipla a cui nei giorni scorsi, era stata rubata una Fiat Doblò nel parcheggio mercatale adiacente all’ospedale Di Venere di Carbonara. L'auto era l'unico mezzo per garantirle la mobilità e un briciolo di autonomia vista la sua disabilità. Dopo un post su Facebook lanciato dalla figlia della donna, in cui si denunciava il furto e si chiedeva ai malviventi di restituire il mezzo, la notizia grazie ai social ha avuto un'eco enorme tanto da raggiungere le orecchie dei ladri che, forse per rimorso o forse per la pressione mediatica a cui sono stati sottoposti, si sono pentiti riconsegnando l'auto alla donna con tanto di bigliettino: «Anche noi abbiamo un cuore. Scusateci non sapevamo della vostra patologia… Scusateci ancora…. I ladri». La vettura infatti è stata recuperata nel pomeriggio dai carabinieri a Valenzano che hanno contattato la signora Maria Elena. 

A dare notizia del ritrovamento dell’auto e del bigliettino è stata la figlia della donna che ieri nel suo appello sui social aveva scritto: «Mettetevi una mano sul cuore e ridatecela». «Grazie a tutti per averci aiutati» scrive oggi, allegando la foto del biglietto scritto dai ladri e trovato sul sedile.

«Quell'auto rappresenta le sue ali, le sue gambe, il suo unico mezzo di libertà. Quando ce l’hanno rubata abbiamo voluto lanciare un appello perché è di primaria importanza per le esigenze di mia madre. E ai ladri che ce l'hanno restituita sono grata, ma resto amareggiata». A parlare è Rita Damiani, figlia della 56enne barese Maria Elena Barile, affetta da sclerosi multipla, dopo il furto e il ritrovamento dell’auto di famiglia attrezzata per il trasporto disabili. La macchina è stata rubata il 13 gennaio nel parcheggio dell’ospedale Di Venere di Carbonara. Dopo il furto le figlie hanno lanciato un appello social e dopo tre giorni la macchina è stata ritrovata a Valenzano. «I ladri l’hanno lasciata davanti al cancello di una villa - racconta la figlia - e il proprietario, quando se n'è accorto, ha chiamato i carabinieri che ci hanno avvertito». Sul sedile c'era un biglietto di scuse scritto dai ladri. «Abbiamo avuto reazioni diverse - dice Rita - , mia sorella è rimasta molto colpita, io grata ma comunque amareggiata, perché la macchina è così particolare per le attrezzature per disabili e ormai così nota sui social dopo il nostro appello che non avrebbero potuto farci niente». L'auto è stata trovata in buone condizioni, con gli unici danni al cilindretto che i ladri hanno forzato per metterla in modo e portarla via dopo il furto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie