Martedì 26 Gennaio 2021 | 14:27

NEWS DALLA SEZIONE

Regione
La crisi congela l’assessorato ai 5S in Puglia

La crisi congela l’assessorato ai 5S in Puglia

 
Il caso
Acquaviva, madre e figlio nascondevano droga in garage: arrestati

Acquaviva, madre e figlio nascondevano droga in garage: arrestati

 
L'intervista
Bari, parla il neoarcivescovo Satriano: «Il rinascimento di Bari e l’apertura alle culture»

Bari, parla il neoarcivescovo Satriano: «Il rinascimento di Bari e l’apertura alle culture»

 
La curiosità
Bitetto, baby genio della storia dell’arte: a 11 anni sa già tutto di Leonardo

Bitetto, baby genio della storia dell’arte: a 11 anni sa già tutto di Leonardo

 
L'emergenza
Coronavirus, mancano bagni e studi medici: ritarda l’ospedale in Fiera a Bari

Coronavirus, mancano bagni e studi medici: ritarda l’ospedale in Fiera a Bari

 
I retroscena
Bari, coppie che scoppiano per colpa del Covid 19: tra gli effetti della clausura

Bari, coppie che scoppiano per colpa del Covid 19: gli effetti della clausura

 
la tragedia
Bari, bambino di 9 anni trovato impiccato in casa a San Girolamo: si ipoitizza suicidio

Bari, bimbo di 9 anni trovato impiccato in casa a San Girolamo: si indaga per istigazione al suicidio. Gioco online? «Non sappiamo»

 
indagini della DDa
bari, guerra clan a Japigia: chieste 26 condanne, ergastoli per 2 omicidi

Bari, guerra clan a Japigia: chieste 26 condanne, ergastoli per 2 omicidi

 
nel Barese
Conversano, scempio in gravina: i bracconieri fanno strage di alberi

Conversano, scempio in gravina: i bracconieri fanno strage di alberi

 
Il furto
Molfetta, a 16 anni ruba 2 smartphone da un negozio di elettronica: arrestato

Molfetta, a 16 anni ruba 2 smartphone da un negozio di elettronica: arrestato

 

Il Biancorosso

Il post-partita
Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoL'indagine
Guardia di finanza sequestra beni a ex Presidente Ordine Avvocati di Taranto

Guardia di finanza sequestra beni a ex Presidente Ordine Avvocati di Taranto

 
PotenzaIl bollettino regionale
Coronavirus in Basilicata, 60 nuovi positivi e 4 decessi

Coronavirus in Basilicata, 60 nuovi positivi e 4 decessi

 
BariRegione
La crisi congela l’assessorato ai 5S in Puglia

La crisi congela l’assessorato ai 5S in Puglia

 
FoggiaIl furto
Foggia, baby ladri nella scuola Catalano-Moscati: carabinieri arrestano un minorenne

Foggia, baby ladri nella scuola Catalano-Moscati: carabinieri arrestano un minorenne

 
BrindisiAgroalimentare
Carciofo brindisino, allarme Coldiretti: «Prezzi in crollo verticale»

Carciofo brindisino, allarme Coldiretti: «Prezzi in crollo verticale»

 
LecceIl caso
Lecce, donna morì cadendo dalle scale mentre lavorava: 6 indagati

Lecce, donna morì cadendo dalle scale mentre lavorava: 6 indagati

 
BatL'incidente
Barletta, furgone contro autocarro sulla Sp 21: muore agricoltore 73enne

Barletta, furgone contro autocarro sulla Sp 21: muore agricoltore 73enne

 
MateraIl caso
Reati contro la Pubblica Amministrazione a Matera: 11 arresti e sequestrati 8,2 mln

Matera, truffa per fondi pubblici in agricoltura: 11 arresti, tra loro funzionari Ismea e Regione Basilicata. 22 indagati e sequestrati 8,2 mln. Le intercettazioni VD

 

La città che cambia

Bari, via Amendola lavori agli sgoccioli: 4 mesi al taglio del nastro

Ultimi interventi sulle tre rotatorie e manto stradale

Via Amendola

Foto Luca Turi

BARI - Emergenza Covid permettendo, la nuova via Amendola vedrà la luce alle soglie della primavera 2021. Alla fine saranno durati poco meno di un anno in più i lavori destinati a mutare il volto dell’arteria viaria del quartiere Carrassi, magari decongestionandola dal traffico caotico e tentacolare che da sempre la caratterizza. Non è un caso, che il progetto di via Amendola sia una delle sfide su cui l’amministrazione Decaro ha scommesso ad occhi chiusi avviando i cantieri nel bel mezzo della campagna elettorale del 2019.

New look Il tanto atteso raddoppio della carreggiata - passerà da da due a quattro corsie - porterà con se la realizzazione di tre rotatorie, l’eliminazione di venti semafori, una pista ciclabile, marciapiedi più larghi e ospitali, tanti alberi, arredi urbani e moderna illuminazione a «led», quali elementi distintivi del nuovo look di cui si doterà via Amendola.
numeri La nuova strada sarà molto più larga della esistente, passerà dai circa 7 metri attuali a 16,20 metri, di cui 15 metri di asfalto (7,5 metri per ciascun senso di marcia) ed 1,2 metri di spartitraffico. Di fronte all’Ospedaletto dei bambini sarà utilizzato un asfalto speciale fonoassorbente in argilla espansa, con l’aggiunta di 4mila metri quadrati di barriere in grado di attutire i rumori. L’intervento complessivo - il costo è di 2,6 milioni - interessa 1.100 metri di strada (con annessi 970 metri di pista ciclabile) dall’attuale rotatoria ai confini di Mungivacca fino a viale Einaudi, con ben 6.500 metri quadrati di nuovi marciapiedi, 76 alberi e circa 9.000 tra piante e arbusti da piantare.

Rondò Il mare (via Hanemann), il quartiere murattiano (via Laforgia) e le lame (via Einaudi), saranno i temi dominanti legati alla storia cittadina delle tre rotatorie, unite idealmente tra loro attraverso l’utilizzo della pietra e degli ulivi. Infatti i tre rondò ospiteranno i nove ulivi espiantati dalle aree oggetto del cantiere, così come la scelta dei materiali, tutti rigorosamente naturali - ghiaia di fiume, pietra calcarea, corteccia di pino e acciaio brunito - è stata effettuata con l’intento di restituire l’equilibrio tra habitat naturale e insediamenti urbani.

Già «sagomata» la prima rotatoria in corrispondenza dell'incrocio con via Hahnemann, già adesso permette un maggiore scorrimento del traffico, mentre iniziano a delinearsi anche gli altri due elementi di viabilità circolare: una in corrispondenza dell’incrocio con via Laforgia, l’altra all’altezza di viale Einaudi (per la quale si sta procedendo all'esproprio di un pezzo della caserma Magrone). Ciascun rondò avrà un diametro lungo 25 metri e, come detto, ospiterà alberi e arbusti.

Percorso a ostacoli La pandemia da Coronavirus e qualche difficoltà sopravvenuta hanno rinviato più volte il tanto atteso taglio del nastro, anche se i lavori hanno subito un rallentamento ma non si sono mai fermati, così come la circolazione veicolare non è mai stata interrotta, anche nei momenti clou dell’intervento.
Attualmente, risulta già realizzato lo spartitraffico centrale, al pari di marciapiedi e pista ciclabile (con annessa illuminazione dedicata), pronte anche le alberature, mentre l’Acquedotto pugliese sta provvedendo ad ultimando gli interventi sulla rete di fogna nera. Risultano invece già sistemati tutti gli altri sottoservizi (gas, energia, acqua), alcuni dei quali si sono rivelati più complicati del previsto.

In particolare, lo spartitraffico ospiterà i nuovi pali della pubblica illuminazione, a doppio braccio, oltre ad arbusti e piante. L’ultimo step riguarderà la stesura del manto stradale su entrambe le nuove carreggiate, quale preludio al taglio del nastro adesso fissato per fine marzo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie