Giovedì 29 Ottobre 2020 | 09:27

NEWS DALLA SEZIONE

nel Barese
Toritto, positivo al Covid va a lavorare nel negozio della moglie: denunciato

Toritto, positivo al Covid va a lavorare nel negozio della moglie: denunciato

 
Il caso
Covid 19 a Bitonto, Istituto Fornelli chiuso per 2 giorni dopo contagio

Covid 19 a Bitonto, Istituto Fornelli chiuso per 2 giorni dopo contagio

 
Il video
Protesta contro Dpcm a Bari: lanciati fumogeni su Corso Vittorio Emanuele

Protesta contro Dpcm a Bari: lanciati fumogeni su Corso Vittorio Emanuele

 
Il caso
Covid 19, sesto decesso tra gli ospiti della casa di riposo di Alberobello

Covid 19, sesto decesso tra gli ospiti della casa di riposo di Alberobello

 
La manifestazione
Proteste a Bari contro il Dpcm: in 500 scendono per strada all'urlo di «libertà»

Proteste a Bari contro il Dpcm: in 500 scendono per strada all'urlo di «libertà». Lanciati fumogeni e bombe carta FOTO/VIDEO

 
Sanità
Covid 19, in 8 ore 252 pazienti nei pronto soccorso del Barese

Covid 19, in 8 ore 252 pazienti nei pronto soccorso del Barese

 
Il virus
Emergenza Covid a Bari, il trasporto pubblico chiede le fasce orarie a scuola

Emergenza Covid a Bari, il trasporto pubblico chiede le fasce orarie a scuola

 
Dolci
«Miglior panettone del mondo», argento a cegliese e da Acquaviva arriva il panettone a gusto barese

«Miglior panettone del mondo», argento a cegliese e da Acquaviva arriva il panettone a gusto barese

 
la decisione
Monopoli, ordinanza anti-halloween per evitare assembramenti

Monopoli, ordinanza anti-Halloween per evitare assembramenti

 
Emergenza contagi
Bari, consigliere comunale Melchiorre positivo al Covid: l'annuncio sui social

Bari, consigliere comunale Melchiorre positivo al Covid: l'annuncio sui social

 

Il Biancorosso

Il match
Bari calcio, Marras: «Bella sfida il derby con il Foggia»

Bari calcio, Marras: «Bella sfida il derby con il Foggia»

 

NEWS DALLE PROVINCE

MateraNel Materano
Bernalda, è ai domiciliari ma spaccia cocaina: in carcere

Bernalda, è ai domiciliari ma spaccia cocaina: in carcere

 
Barinel Barese
Toritto, positivo al Covid va a lavorare nel negozio della moglie: denunciato

Toritto, positivo al Covid va a lavorare nel negozio della moglie: denunciato

 
TarantoIl caso
Arcelor Mittal, Spesal: «Verifica su incidente in Deposito Bramme»

Arcelor Mittal, Spesal: «Verifica su incidente in Deposito Bramme»

 
PotenzaEmergenza contagi
Covid in Basilicata, presto completati gli ospedali da campo

Covid in Basilicata, presto completati gli ospedali da campo

 
BrindisiDolci
«Miglior panettone del mondo», argento a cegliese e da Acquaviva arriva il panettone a gusto barese

«Miglior panettone del mondo», argento a cegliese e da Acquaviva arriva il panettone a gusto barese

 
Foggiala scomparsa
San Giovanni Rotondo, 85enne esce di casa per andare in campagna e svanisce nel nulla

San Giovanni Rotondo, 85enne esce di casa per andare in campagna e svanisce nel nulla

 
LecceContagi in città
Lecce, 3 positivi al mercato Settelacquare: screening a tappeto ed esposto in Procura

Lecce, 3 positivi al mercato Settelacquare: screening a tappeto ed esposto in Procura

 
BatL'avvertimento
Canosa, esplode bomba in pieno centro: le telecamere riprendono il presunto attentatore

Canosa, esplode bomba in pieno centro: le telecamere riprendono il presunto attentatore

 

i più letti

La proposta

Bari, al pub e al ristorante dalle 19, ma con lo sconto di benvenuto

I ristoratori di Bari Vecchia: anticipare l'orario della movida

Bari, al pub e al ristorante dalle 19, ma con lo sconto di benvenuto

Un accordo con i negozianti del Murattiano che permetterebbe a tutti di far funzionare il registro di cassa: shopping e acquisti per l’intera giornata senza la pausa-pranzo e fino alle 19, in modo da dare la possibilità a chi lavora in centro, come pure ai clienti a passeggio nel quadrilatero della moda, di gustare poi con tutta calma una pizza, uno spaghetto al cartoccio oppure il sushi, e senza dover scappare via allo scoccare...delle 22. Ben due prima di Cenerentola. E ancora: sconti variabili fra il 10 e il 20 per cento, riservati alle comitive di amici e alle famiglie che hanno comunque voglia, nonostante le mascherine e il gel disinfettante, di stare insieme seppur a ridosso del tramonto. La convinzione è che sia possibile, e magari anche appagante, cenare alle 19 o alle 20, e persino sorseggiare una «bionda» o una «rossa» ghiacciate fra le 17 e le 19.

Una rivoluzione delle abitudini improvvisa, che però uno scontrino più leggero può contribuire a rendere meno traumatica.
I ristoratori della città vecchia lanciano la sfida: se il coprifuoco è annunciato alle 22, se i locali dovranno spegnere le luci con ampio anticipo rispetto ai tempi consuetudinari della movida, allora la movida deve rendersi protagonista del cambiamento e dimostrare di sapersi adattare alla nuova stretta sullo svago e sul relax.
«Vogliamo contrastare l’equazione movida uguale contagio - ribadisce Gianni Del Mastro, ristoratore di lungo corso e portavoce dei colleghi della città vecchia -. La puntuale applicazione delle regole sull’igiene e sul distanziamento rende i pub, le pizzerie e i ristoranti più sicuri delle feste in casa e degli assembramenti per strada. A differenza delle mura domestiche e delle cantinole private, i locali possono essere più controllati: qui si può arginare la catena dei contagi».

I ristoratori che apparecchiano le tavole nei vicoli e nelle piazze ai piedi dei monumenti storici, questa volta non intendono farsi trovare impreparati. Hanno avviato un confronto per capire quali azioni mettere in campo di fronte a ulteriori restrizioni annunciate dal governo Conte. «Se la chiusura dalle 24 - spiega Del Mastro - dovesse essere anticipata alle 22, è fondamentale inventarci una differente maniera di restare sul mercato. Abbiamo intenzione di coinvolgere i negozianti del Murattiano: la speranza è che siano nostri alleati, perché soltanto una città accogliente può essere in grado di resistere a questa pandemia. L’orario continuato fino alle 19 è il presupposto affinché l’economia locale non tracolli. Se i commercianti del Murattiano decideranno di tenderci una mano, questo esperimento potrà essere esteso a tutta la città e all’area metropolitana. Noi, con gli sconti, siamo pronti a fare la nostra parte».
Gli imprenditori della notte provano a riscrivere i tempi della città e a scandire in modo alternativo la giornata in modo che il virus non ammazzi l’economia. Del Mastro conclude: «Tutti siamo chiamati a metterci in gioco pur di scongiurare un secondo lockdown. Con le restrizioni in vigore, nelle ultime ore abbiamo perso il 70% degli incassi. I positivi al Covid19 aumentano giorno dopo giorno. Anticipare le uscite serali è un provvedimento temporaneo. Ma in questa fase non sembra che possano esserci altre alternative».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie