Venerdì 16 Aprile 2021 | 05:35

NEWS DALLA SEZIONE

la sentenza
Bari, aggredì cronista: moglie boss clan Striscgiuglio condannata a 16 mesi

Bari, aggredì cronista: moglie boss clan Strisciuglio condannata a 16 mesi

 
La novità
Bari, nasce Apulia business hub per la formazione dei manager

Bari, nasce Apulia business hub per la formazione dei manager

 
Lavoro
Bari, 10 giovani ingegneri assunti al Nuovo Pignone

Bari, 10 giovani ingegneri assunti al Nuovo Pignone

 
L'annuncio
L'ospedale Monopoli-Fasano prendete forma. «Oggi una data storica»

L'ospedale Monopoli-Fasano prende forma: «Oggi una data storica»

 
La ristrutturazione
Cus Bari, lavori in corso

Cus Bari, lavori in corso

 
nel Barese
Molfetta, cani avvelenati con topicidi: è allarme

Molfetta, cani avvelenati con topicidi: è allarme

 
Povertà
Bari, la baraccopoli di Corso Italia

Bari, la baraccopoli di Corso Italia

 
Tecnologia
Bari, riabilitazione respiratoria post-Covid a distanza per una 13enne

Bari, riabilitazione respiratoria post-Covid a distanza per una 13enne

 
nel Barese
Palo del Colle, in casa con oltre 1 chilo di marijuana: arrestato 33enne insospettabile

Palo del Colle, in casa con oltre 1 chilo di marijuana: arrestato 33enne insospettabile

 

Il Biancorosso

Serie C
Palermo e Bari: rendimenti a confronto in vista del match di domenica al S.Nicola

Palermo e Bari: rendimenti a confronto in vista del match di domenica al S.Nicola

 

NEWS DALLE PROVINCE

Tarantocontrolli guardia costiera
Taranto, sequestrati 8 quintali di cozze di dubbia provenienza: due persone denunciate

Taranto, sequestrati 8 quintali di cozze di dubbia provenienza: due denunciati

 
Potenzala preoccupazione
Melfi, confronto Stellantis: «Ridurre sprechi ma non occupazione»

Melfi, confronto Stellantis: «Ridurre sprechi ma non occupazione»

 
Barila sentenza
Bari, aggredì cronista: moglie boss clan Striscgiuglio condannata a 16 mesi

Bari, aggredì cronista: moglie boss clan Strisciuglio condannata a 16 mesi

 
Foggiala nomina
Foggia, comandante provinciale Gdf di Potenza entra nella Giunta Landella

Foggia, comandante provinciale Gdf di Potenza entra nella Giunta Landella

 
Batla video-denuncia
Andria, ragazzini appiccano incendio all'esterno del Palazzetto dello sport: «Mi cadono le braccia»

Andria, ragazzini appiccano incendio all'esterno del Palazzetto dello sport: «Mi cadono le braccia»

 
LecceMotori
Casarano, da domani il 27esimo rally

Casarano, da domani il 27esimo rally

 
BrindisiNel Brindisino
Latiano, innamorata non corrisposta di un dipendente di banca, fa irruzione con un coltello: arrestata

Latiano, innamorata non corrisposta di un dipendente di banca, fa irruzione con un coltello: arrestata

 
MateraIl caso
Matera, violenze sulla compagna e scappa in Albania per non farsi arrestare: trovato 70enne, ai domiciliari

Matera, violenze sulla compagna e scappa in Albania per non farsi arrestare: trovato 70enne, ai domiciliari

 

i più letti

La curiosità

Più «forti» del Covid: premiate due imprese baresi

«L’attenzione ai dipendenti il segreto del successo»

Più «forti» del Covid premiate due imprese baresi

BARI - Due aziende baresi tra le migliori in Italia per politiche di welfare. La Masmec e la Planetek Italia sono le uniche imprese in tutta la Puglia ad essere state premiate con il massimo range (cinque stelle) nel campionato del Welfare Index Pmi promosso da Generali. Un riconoscimento che viene da lontano, con scelte avviate già anni prima.
«Noi crediamo molto nella responsabilità sociale dell'impresa - spiega Mariella Pappalepore, Cfo Planetek - e nella solidarietà. Decidere di avviare percorsi per la formazione del personale, promuovere momenti di condivisione extra lavorativa, venire incontro alle esigenze dei nostri dipendenti, sono state decisioni quasi naturali, che comunque ci costano impegno e risorse, ma che hanno dimostrato nel tempo che erano le scelte più giuste».
Il «Welfare Index Pmi» è un indice che valuta il livello di welfare aziendale in Italia. Ogni anno per realizzare l’indice e stilare la graduatoria vengono intervistate oltre 4mila aziende di tutti i settori produttivi, in merito alle iniziative da loro realizzate per i dipendenti.

«Questo è il secondo anno che otteniamo le 5 stelle – spiega la responsabile del personale di Planetek, Michela Sanfilippo - e sono cinque anni che abbiamo avviato in maniera più organizzata politiche di welfare mirate. Stiamo parlando di una biblioteca aziendale, di formazione specifica per i lavoratori, momenti social come gli Aperitek, incontri per discutere su argomenti vari che si concludono con un aperitivo tutti insieme». «A esperienze di questo genere si affiancano poi anche interventi più strutturati - sottolinea Pappalepore -. Quest'anno tutti i nostri dipendenti hanno avuto una copertura antiCovid extra a carico dell'azienda, per non parlare del sostegno alla maternità. Già prima del coronavirus noi abbiamo incentivato lo smartworking per i mesi immediatamente successivi alla nascita di un figlio o per altre necessità familiari. Questo ci ha molto aiutato quanto c'è stato il lockdown, eravamo già preparati. Certo la nostra tipologia di impresa lo permette, ma vi assicuro che è comunque uno sforzo corale. Noi incentiviamo il part time per le neo mamme che ne facciano richiesta, non senza sforzi: i nostri dipendenti non sono facilmente sostituibili, hanno competenze tali che non è semplice, quindi se qualcuno per problemi familiari chiede di passare ad un part time, inevitabilmente gli altri colleghi si devono accollare del lavoro in più. Ma noi tutti pensiamo che ci possono essere momenti in cui le esigenze del singolo cambiano e il lavoro deve poter cambiare con la persona».

Aziende resilienti dove il benessere del dipendente diventa leva strategica per raggiungere obiettivi importanti, in un impegno di squadra che costa sacrifici ma da anche ottimi risultati. Come in Masmec, l'altra azienda premiata. «Siamo tra le poche imprese ad aver ricevuto anche la menzione speciale per la resilienza al Covid 19 - spiega Daniela Vinci, Ceo Masmec - per la prontezza e l’efficacia con cui abbiamo affrontato l’emergenza. In pochi giorni, abbiamo garantito un sereno svolgimento del lavoro da remoto, attivando anche strumenti per videoconferenze o alta formazione. Un’esperienza positiva, tanto da suggerire un modello di lavoro agile anche per il futuro. La divisione biomedicale, che è rimasta aperta, ha riconfigurato velocemente organizzazione e competenze per la produzione di un centinaio di workstation Omnia per il processamento rapido dei tamponi per la diagnosi di Coronavirus e la realizzazione di linee automatiche per la produzione di mascherine Ffp2».
«Sono convinta che in Puglia oltre a noi e Masmec ci siano tante altre realtà che sostengono i loro dipendenti, solo che magari le loro esperienze non trovano modo di emergere - osserva Pappalepore - Oggi il Covid ha dato una spinta a scelte tipo lo smartworking che magari saranno strumenti da utilizzare anche dopo la fine della pandemia. Si deve continuare tenere desta l'attenzione su questi temi, è importante che le imprese si confrontino per crescere insieme al territorio».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie