Sabato 19 Settembre 2020 | 10:37

NEWS DALLA SEZIONE

La polemica
Bari, al Petruzzelli esproprio errato, la «confessione» del ministro

Bari, Petruzzelli: esproprio errato, la «confessione» del ministro

 
l'annuncio
Bari, Disney Store annuncia chiusura: domani sciopero e sit-in dei lavoratori

Bari, Disney Store annuncia chiusura: sciopero e sit-in dei lavoratori

 
verso il voto
Bari, paura contagio coronavirus: rinuncia 67% presidenti di seggio

Bari, paura contagio coronavirus: rinuncia 67% presidenti di seggio

 
l'operazione
Coronavirus, poco rispetto delle norme: a Bari polizia setaccia la movida, sanzioni

Coronavirus, poco rispetto delle norme: a Bari polizia setaccia la movida, sanzioni

 
contratti
Policlinico Bari, stabilizzati 26 lavoratori precari

Policlinico Bari, stabilizzati 26 lavoratori precari

 
contagi
Coronavirus, focolaio a Polignano: sindaco rinvia apertura scuole

Coronavirus, focolaio a Polignano: sindaco rinvia apertura scuole

 
Il caso
Terlizzi, il giallo di Claudia «Una ricostruzione illogica»

Terlizzi, il giallo di Claudia: «Una ricostruzione illogica»

 
Ripartenza
Bari, troppa gente in giro senza protezioni: l’effetto movida ancora non si placa

Bari, troppa gente in giro senza protezioni: l’effetto movida ancora non si placa

 
controlli della Polizia locale
Polignano, positivo al Covid e in quarantena va al market: denunciato

Polignano, positivo al Covid e in quarantena va al market: denunciato

 
Economia
Popolare Bari verso convocazione assemblea nel fine settimana

Popolare Bari verso convocazione assemblea nel fine settimana

 

Il Biancorosso

calcio
Bari, ceduti Terrani al Como e Costa alla Virtus Entella

Bari, ceduti Terrani al Como e Costa alla Virtus Entella

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaSport e giustizia
Potenza, non fu mafia, la Calciopoli lucana è prescritta

Potenza: non fu mafia, la Calciopoli lucana è prescritta

 
MateraRitorno a scuola
Le lezioni nel palazzetto per lavori antisismici

Policoro: le lezioni nel palazzetto per i lavori antisismici

 
BatLa riqualificazione
Trani, una pietra «a cuore» per la rinascita

Trani, una pietra «a cuore» per la rinascita

 
Foggiaarte
Due braccia che afferrano la vita per ricordare le vittime dei campi

Foggia: due braccia che afferrano la vita per ricordare le vittime dei campi

 
Brindisinel Brindisino
Pezze di Greco, geloso massacra la «ex» davanti alla figlioletta

Pezze di Greco, geloso massacra la ex davanti alla figlioletta

 
LecceL'indagine
Lecce, test di Medicina, dopo l’esposto i candidati sfilano in Questura

Lecce, test di Medicina, dopo l’esposto i candidati sfilano in Questura

 
BariLa polemica
Bari, al Petruzzelli esproprio errato, la «confessione» del ministro

Bari, Petruzzelli: esproprio errato, la «confessione» del ministro

 
TarantoTensione
Mittal Taranto, fermata impianti: sindacati pronti a mobilitazione

Mittal Taranto, fermata impianti: sindacati pronti a mobilitazione

 

i più letti

l'operazione

Mola di Bari, carabinieri smantellano rete traffico droga: 11 arresti

A capo il pregiudicato Lorenzo Macchia: dava ordini anche dal carcere

112 carabinieri pronto intervento

Undici persone sono state arrestate dai carabinieri a Mola di Bari perché ritenute componenti di una associazione per delinquere finalizzata al traffico e allo spaccio di sostanze stupefacenti.
L’indagine, coordinata dal pm della Dda di Bari Fabio Buquicchio, avrebbe ricostruito i ruoli di ciascuno all’interno del presunto gruppo di narcotrafficanti, molti dei quali pregiudicati. A capo della presunta organizzazione criminale c'era, secondo i carabinieri della compagnia di Monopoli, il pregiudicato 49enne Lorenzo Macchia. Dall’inchiesta è emerso che Macchia continuava a dare ordini sulla gestione dell’attività illecita anche durante i periodi di detenzione. I fatti contestati risalgono al 2018.

Era - secondo l’accusa - una organizzazione di narcotrafficanti a conduzione familiare quella capeggiata dal pregiudicato di Mola di Bari Lorenzo Macchia, arrestato oggi insieme con altre dieci persone, tra le quali la moglie Anna Rita Pesce e i due figli 20enni Maria e Pierdomenico. Complessivamente nove persone sono finite in carcere e altre due agli arresti domiciliari.
L’inchiesta dei carabinieri, coordinata dal pm della Dda di Bari Fabio Buquicchio, avrebbe accertato l’esistenza di una "solida organizzazione piramidale» con «rigida ripartizione dei ruoli» e base logistica a casa di Macchia, trasformata in market della droga. Lì la sostanza stupefacente veniva tagliata e i clienti andavano ad acquistarla direttamente in casa. A sorvegliare gli accessi c'erano vedette per accertare l’assenza di pattuglie delle forze di polizia e poi, grazie all’utilizzo di dispositivi laser, segnalavano il via libera. Agli acquirenti, durante l’uscita, era imposto di tenere la droga in bocca e di ingoiarla in caso di fermo. «Non te lo togliere dalla bocca fino a casa - gli dicevano - e se ti fermano menalo giù (ingoialo, ndr)».
Le indagini, attraverso intercettazioni e pedinamenti, hanno documentato anche minacce nei confronti dei clienti insolventi e intimidazioni agli abitanti del quartiere «costretti ad assistere in silenzio - dicono gli investigatori - al via vai di persone». In una circostanza avrebbero progettato di incendiare l'auto o scrivere una lettera con minacce di morte indirizzata ad un vicino di casa sospettato di aver avvisato le forze di polizia.
Stando alle indagini, i figli di Macchia avevano il ruolo di cassieri mentre la moglie interveniva per risolvere i problemi organizzativi e si occupava di gestire il recupero crediti. Sono stati accertati due canali di approvvigionamento della droga, cocaina e hashish: il 39enne di Putignano Marco Pesce e il 51enne di Noicattaro Nicola Marinelli, anche loro arrestati.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie