Mercoledì 08 Luglio 2020 | 01:10

NEWS DALLA SEZIONE

La scoperta
Giallo a Ruvo, resti umani di tre donne trovati in un pozzo

Giallo a Ruvo, resti umani di tre donne trovati in un pozzo

 
a polignano
Costa Ripagnola, secondo rinvio per l'istituzione del Parco

Costa Ripagnola, secondo rinvio per l'istituzione del Parco

 
mobilità
Bari, monopattini-sharing: in 24 ore mezzi rubati e danneggiati. Decaro: «Mi vergogno»

Bari, monopattini-sharing: in 24 ore mezzi rubati e danneggiati. Decaro: «Mi vergogno»

 
aveva 26 dosi
Bari, mette in vendita la droga sul marciapiede: arrestato con marijuana e hashish

Bari, mette in vendita la droga sul marciapiede: arrestato con marijuana e hashish

 
nel Barese
Coronavirus, positiva dipendente comune Palo del Colle: uffici chiusi

Coronavirus, positiva dipendente comune Palo del Colle: uffici chiusi

 
Politica
Rimpasto ad Altamura, pronti i nomi

Rimpasto ad Altamura, pronti i nomi

 
l'operazione
Bari, GdF sequestra al porto 14 tonnellate di rifiuti: una denuncia

Bari, GdF sequestra al porto 14 tonnellate di rifiuti ed elettrodomestici: una denuncia

 
Nella notte
Toritto, attentato ad azienda rifiuti: incendiati 4 automezzi

Toritto, attentato ad azienda rifiuti: incendiati 4 automezzi

 
dalla guardia costiera
Bari, pesce lavorato illegalmente: sequestrato stabilimento e un quintale e mezzo di prodotto

Bari, pesce lavorato illegalmente: sequestrato stabilimento e un quintale e mezzo di prodotto

 
la novità
Sanità: a Bari il ticket per gli esami si paga anche dal tabaccaio

Sanità: a Bari il ticket per gli esami si paga anche dal tabaccaio

 

Il Biancorosso

Serie C
Gautieri: «Bari, se devo affrontarti spero sia nella partita della finale»

Gautieri: «Bari, se devo affrontarti spero sia nella partita della finale»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariLa scoperta
Giallo a Ruvo, resti umani di tre donne trovati in un pozzo

Giallo a Ruvo, resti umani di tre donne trovati in un pozzo

 
BrindisiE' ricoverato
Da Milano in vacanza a Villanova: turista va in ospedale, positivo al Covid

Da Milano in vacanza a Villanova: turista va in ospedale, positivo al Covid

 
TarantoPreso dai Cc
Taranto, spacciatore tradito da un incidente: aveva droga in auto

Taranto, spacciatore tradito da un incidente: aveva droga in auto

 
Potenzaper 24 tifosi
Tifoso Vultur Rionero investito: gup Potenza accoglie istanze per messa alla prova

Tifoso Vultur Rionero investito: gup Potenza accoglie istanze per messa alla prova

 
Batper i dipendenti
Asl-Bat, ecco le «ferie solidali», da cedere a colleghi in difficoltà

Asl-Bat, ecco le «ferie solidali», da cedere a colleghi in difficoltà

 
Foggial'episodio a giugno
Foggia, dà un pugno a un minore e gli ruba la minicar: arrestato sorvegliato speciale

Foggia, dà un pugno a un minore e gli ruba la minicar: arrestato sorvegliato speciale

 
MateraIl caso
Matera, pulizia nei Sassi: il progetto resta nel cassetto

Matera, pulizia nei Sassi: il progetto resta nel cassetto

 

i più letti

l'operazione

Mola di Bari, carabinieri smantellano rete traffico droga: 11 arresti

A capo il pregiudicato Lorenzo Macchia: dava ordini anche dal carcere

112 carabinieri pronto intervento

Undici persone sono state arrestate dai carabinieri a Mola di Bari perché ritenute componenti di una associazione per delinquere finalizzata al traffico e allo spaccio di sostanze stupefacenti.
L’indagine, coordinata dal pm della Dda di Bari Fabio Buquicchio, avrebbe ricostruito i ruoli di ciascuno all’interno del presunto gruppo di narcotrafficanti, molti dei quali pregiudicati. A capo della presunta organizzazione criminale c'era, secondo i carabinieri della compagnia di Monopoli, il pregiudicato 49enne Lorenzo Macchia. Dall’inchiesta è emerso che Macchia continuava a dare ordini sulla gestione dell’attività illecita anche durante i periodi di detenzione. I fatti contestati risalgono al 2018.

Era - secondo l’accusa - una organizzazione di narcotrafficanti a conduzione familiare quella capeggiata dal pregiudicato di Mola di Bari Lorenzo Macchia, arrestato oggi insieme con altre dieci persone, tra le quali la moglie Anna Rita Pesce e i due figli 20enni Maria e Pierdomenico. Complessivamente nove persone sono finite in carcere e altre due agli arresti domiciliari.
L’inchiesta dei carabinieri, coordinata dal pm della Dda di Bari Fabio Buquicchio, avrebbe accertato l’esistenza di una "solida organizzazione piramidale» con «rigida ripartizione dei ruoli» e base logistica a casa di Macchia, trasformata in market della droga. Lì la sostanza stupefacente veniva tagliata e i clienti andavano ad acquistarla direttamente in casa. A sorvegliare gli accessi c'erano vedette per accertare l’assenza di pattuglie delle forze di polizia e poi, grazie all’utilizzo di dispositivi laser, segnalavano il via libera. Agli acquirenti, durante l’uscita, era imposto di tenere la droga in bocca e di ingoiarla in caso di fermo. «Non te lo togliere dalla bocca fino a casa - gli dicevano - e se ti fermano menalo giù (ingoialo, ndr)».
Le indagini, attraverso intercettazioni e pedinamenti, hanno documentato anche minacce nei confronti dei clienti insolventi e intimidazioni agli abitanti del quartiere «costretti ad assistere in silenzio - dicono gli investigatori - al via vai di persone». In una circostanza avrebbero progettato di incendiare l'auto o scrivere una lettera con minacce di morte indirizzata ad un vicino di casa sospettato di aver avvisato le forze di polizia.
Stando alle indagini, i figli di Macchia avevano il ruolo di cassieri mentre la moglie interveniva per risolvere i problemi organizzativi e si occupava di gestire il recupero crediti. Sono stati accertati due canali di approvvigionamento della droga, cocaina e hashish: il 39enne di Putignano Marco Pesce e il 51enne di Noicattaro Nicola Marinelli, anche loro arrestati.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie