Martedì 11 Agosto 2020 | 12:46

NEWS DALLA SEZIONE

l'emergenza
Bari, potenziato laboratorio Covid al Di Venere: 500 tamponi al giorno

Bari, potenziato laboratorio Covid al Di Venere: 500 tamponi al giorno

 
LA TRAGEDIA
Ruvo, malore fatale in spiaggia per un 82enne

Specchiarica, malore fatale in spiaggia per un 82enne di Ruvo di Puglia

 
LA FASE 3

Bari, ai dipendenti comunali il telelavoro fa bene: crollati i giorni di malattia

 
polizia locale
Bari, passa col rosso e si schianta contro distributore benzina: nei guai un 22enne

Bari, passa col rosso e si schianta contro distributore benzina: nei guai un 22enne

 
La decisione
Asl Bari recluta 50 psicologi: plauso dell'Ordine pugliese

Asl Bari recluta 50 psicologi: plauso dell'Ordine pugliese

 
Il lungomare di Bari Vecchia
I moli Sant'Antonio e San Nicola a Bari si rifanno il look: ok al progetto per la riqualificazione

I moli Sant'Antonio e San Nicola a Bari si rifanno il look: ok al progetto per la riqualificazione

 
SANITÀ
Da Gravina a Castellana: ecco 40mila euro per la ricerca

Da Gravina a Castellana: ecco 40mila euro per la ricerca

 
L'appello
Sei casi positivi di Covid 19 da rientro a Giovinazzo, il sindaco: «Restiamo in Puglia»

Covid 19, sei casi positivi da rientro a Giovinazzo, il sindaco: «Restiamo in Puglia»

 
Il caso
Porti Bari e Brindisi, accordo con Cdp per infrastrutture

Porti Bari e Brindisi, accordo con Cdp per infrastrutture

 
Il video
L'ultima cena del Continental a Bari: i clienti cantano «Senza te» e lo chef si commuove

L'ultima cena del Continental a Bari: i clienti cantano «Senza te» e lo chef si commuove

 
L'INTERVISTA
Michielin: il mio show «distanziato», ma come se fossimo allo stadio

Parola di Francesca Michielin: «il mio show «distanziato», ma come se fossimo allo stadio»

 

Il Biancorosso

LEGA PRO
Fatti il Napoli, tocca al Bari. Vivarini più fuori che dentro

Fatto il Napoli, tocca al Bari. Vivarini più fuori che dentro

 

NEWS DALLE PROVINCE

Baril'emergenza
Bari, potenziato laboratorio Covid al Di Venere: 500 tamponi al giorno

Bari, potenziato laboratorio Covid al Di Venere: 500 tamponi al giorno

 
Leccel'iniziativa
Benessere e fisioterapia, un «mare» di solidarietà

Benessere e fisioterapia, l'Ordine dei Medici supporta il progetto «Il mare di tutti»

 
BatIL RACCONTO
Nella Murgia di notte fino all'alba con Federico

Nella Murgia di notte fino all'alba con Federico

 
PotenzaPOLITICA
Basilicata, si spacca la Lega: chiesta espulsione di Zullino

Basilicata, si spacca la Lega: chiesta espulsione di Zullino

 
Tarantonel Tarantino
«Combustioni Sonore»: a Manduria la musica non si ferma

«Combustioni Sonore»: a Manduria la musica non si ferma

 
FoggiaRIQUALIFICAZIONE
San Severo, immobili confiscati alle cosche mafiose destinati al Comune

San Severo, immobili confiscati alle cosche mafiose destinati al Comune

 
MateraCovid 19
Coronavirus, altri 2 migranti positivi dal Materano a Roma

Coronavirus, altri 2 migranti positivi dal Materano a Roma

 

i più letti

l'iniziativa

«L’Italia che canta»: l’Orchestra di Bari online con la Cucinotta madrina

Il progetto, in collaborazione con l’Ordine dei medici, in rete giovedì. Solisti i tenori De Caro, Di Vietri, Gramegna e Zingariello

«L’Italia che canta». L’Orchestra di Bari online con la Cucinotta madrina

«L’Italia che canta». È con questo piccolo progetto che, nell’attesa di tornare a esibirsi dal vivo a metà giugno - sia pure con tutte le stringenti norme anti covid - l’Orchestra sinfonica della città metropolitana di Bari riprende a collaborare con l’Ordine nazionale dei medici presieduto da Filippo Anelli.

Dalla giornata di giovedì, sui canali social della Città metropolitana e dell’Ordine dei medici, verrà pubblicato un videoclip dedicato al sacrificio e all’abnegazione dimostrata dagli operatori sanitari italiani durante la pandemia. Due sole canzoni fra le più popolari del passato, Parlami d’amore Mariù e Mamma, che il direttore d’orchestra Angelo Nigro ha arrangiato appositamente per le voci di quattro eccellenze della vocalità pugliese, i tenori Lorenzo De Caro, Dario Di Vietri, Leonardo Gramegna e Francesco Zingariello e per il sassofono soprano di Roberto Ottaviano. A realizzare il filmato di questo progetto - voluto dal consigliere delegato alla Cultura Francesca Pietroforte e realizzato dalla dirigente Maria Grazia Magenta con il direttore artistico dell’Ico Marco Renzi - il giovane regista Rocco Anelli, che spiega: «Abbiamo ideato una grafica realizzata con Stone Lab che riproduce un quadro di Mondrian, un artista che, col suo neoplasticismo, si rifaceva al jazz e voleva liberarsi della forma per raggiungere l’astrazione del ritmo. Ed è stato proprio il richiamo all’idea del ritmo a orientarci a Mondrian».

Ma il filmato musicale si avvarrà di un madrinaggio d’eccezione, perché a presentare l’iniziativa sarà l’attrice Maria Grazia Cucinotta. «È un modo di dire grazie a chi è stato in prima linea in tutte queste settimane - spiega l’attrice - e sono felice di poter aggiungere anche la mia voce a questo ringraziamento. Non dimentichiamo che siamo ancora nella crisi ed è giusto che anche il mondo dell’arte, dello spettacolo, facciano sentire la propria voce».

A questo proposito, signora Cucinotta, il mondo dello spettacolo è ben lungi dal riprendersi dopo la pausa forzata ed anzi è alle prese con regole che sembrano doverne snaturare la stessa funzione.
«È vero e devo confessare che sto vivendo questa ripresa con dispiacere: ogni limitazione della libertà è qualcosa di negativo. L’Italia non è solo fashion e che sia arte, spettacolo, turismo, tutto ciò che l’ha resa grande va tutelato. Mi spiace che tante professionalità vengano penalizzate, specie nell’ambito della creatività. Basterebbe un maggior controllo sanitario per avere maggiore libertà di movimento, anche nello spettacolo».

Lei come ha trascorso la sua quarantena?
«A casa dopo aver finito a marzo un tour di cinque mesi. Era quello che mi ci voleva, anche se le notizie che giungevano ogni giorno erano drammatiche. Dietro la pace apparente c’era sempre la paura, le notizie dei morti, dei disoccupati. In 34 anni di professione non sono mai stata ferma così a lungo».

Cosa l’attende adesso?
«Con la mia società di produzione dovevamo partire con una serie americana e con un altro film, ma per ora sono congelati. Sembra che riprenderanno gli spettacoli dal vivo, avevo in programma delle letture con accompagnamenti musicali e spero di poterle recuperare. Poi a novembre sarei dovuta tornare in scena con Le figlie di Eva. Vediamo, ormai si vive alla giornata».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie