Domenica 01 Novembre 2020 | 02:17

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
A Cellamare per Halloween niente dolcetto né scherzetto: la decisione del sindaco

A Cellamare per Halloween niente dolcetto né scherzetto: la decisione del sindaco

 
Le dichiarazioni
Bari, la virologa Chironna: «Covid più vivo che mai, durerà anni»

Bari, la virologa Chironna: «Covid più vivo che mai, durerà anni»

 
La decisione
«Ikea Bari, troppi 1700 clienti nel punto vendita»: domani sciopero

«Ikea Bari, troppi 1700 clienti nel punto vendita»: domani sciopero

 
L'iniziativa
A Bari in arrivo droni e satelliti per monitorare la città

A Bari in arrivo droni e satelliti per monitorare la città

 
controlli antidroga
Palo del Colle, droga nel water all'arrivo dei CC: 25enne in manette

Palo del Colle, droga nel water all'arrivo dei CC: 25enne in manette

 
L'idea
Acquaviva, un pranzo in piazza contro la paura del Covid: l'iniziativa del 1 novembre

Acquaviva, un pranzo in piazza contro la paura del Covid: l'iniziativa del 1 novembre

 
Il processo
Popolare Bari, tentò tutela azionisti: Longo esce dall'inchiesta

Popolare Bari, tentò tutela azionisti: Longo esce dall'inchiesta

 
screening coronavirus
Bari, da lunedì test sierologici gratuiti per 400 dipendenti Politecnico

Bari, da lunedì test sierologici gratuiti per 400 dipendenti Politecnico

 
LA CURIOSITÀ
Calcio Bari, il portiere Gianmarco Fiory diventa re del gossip

Calcio Bari, il portiere Gianmarco Fiory diventa re del gossip

 
strappa e fuggi
Bari, deruba passeggero sull'autobus e lo minaccia: arrestato 50enne di Gravina

Bari, deruba passeggero sull'autobus e lo minaccia: arrestato 50enne di Gravina

 
Il caso
Bari, scuole chiuse: appello da primaria «Non abbiamo fondi per pc e tablet»

Bari, scuole chiuse: appello da primaria «Non abbiamo fondi per pc e tablet»

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, striscione con sfottò prima della trasferta-derby contro il Foggia alla Zaccheria

Bari, striscione con sfottò prima della trasferta-derby contro il Foggia allo Zaccheria

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaIl caso
Basilicata, auto in fiamme a Palazzo San Gervasio

Basilicata, auto in fiamme a Palazzo San Gervasio

 
LecceIl caso
Lecce, maxi furto di profumi per 14mila euro, incastrata la banda di foggiani

Lecce, maxi furto di profumi per 14mila euro, incastrata la banda di foggiani

 
FoggiaLa novità
Nasce a Cerignola il primo centro di trasformazione della canapa

Nasce a Cerignola il primo centro di trasformazione della canapa

 
BatIncidente sul lavoro
Scontro tra due auto sulla A14 tra Andria e Canosa in direzione Pescara

Scontro tra due auto sulla A14 tra Andria e Canosa in direzione Pescara

 
BariIl caso
A Cellamare per Halloween niente dolcetto né scherzetto: la decisione del sindaco

A Cellamare per Halloween niente dolcetto né scherzetto: la decisione del sindaco

 
Tarantointervento dei CC
Taranto, lite condominiale finisce a coltellate: due denunciati

Taranto, lite condominiale per musica troppo alta finisce a coltellate: due denunciati

 
BrindisiControlli dei CC
Ceglie Messapica, ruba guanti e igienizzante nella struttura sanitaria dove lavora: nei guai un 54enne

Ceglie Messapica, ruba guanti e igienizzante nella struttura sanitaria dove lavora: nei guai un 54enne

 
MateraEmergenza contagi
Matera, monaci positivi Covid: chiuso santuario di Maria Santissima di Picciano

Matera, monaci positivi Covid: chiuso santuario di Maria Santissima di Picciano

 

i più letti

sanità

Da Atene al Policlinico di Bari per un trapianto di fegato: lieto fine per una paziente greca 59enne

Sos dalla Grecia, in difficoltà per trovare donatori a causa dell'emergenza Covid: la donna è stata operata grazie alla donazione di una 70enne ricoverata a Messina

Da Atene al Policlinico di Bari per un trapianto di fegato: lieto fine per una paziente greca 59enne

Da Atene a Bari per il trapianto di fegato. Una paziente greca di 59 anni, con insufficienza epatica acuta e ricoverata in terapia intensiva in un ospedale di Atene, è stata trasferita e operata al Policlinico di Bari. La donna, in coma dall'8 aprile, è arrivata a Bari mercoledì 15 aprile ed è stata sottoposta al trapianto il 17 aprile: ora, a distanza di pochi giorni dall'intervento si è svegliata, sorride e sta bene.

Per salvare la vita alla donna si è messa in moto la macchina del coordinamento nazionale dei trapianti. Dall'organizzazione greca per i trapianti, in difficoltà per il reperimento dei donatori durante l'emergenza Covid, è partito l'sos all'Italia. Il centro pugliese trapianti ha subito risposto di essere disponibile a farsi carico dell'urgenza e ha acquisito la documentazione clinica dalla 59enne. La donna, prima di partire, è stata sottoposta a tampone per escludere la presenza di infezione da Covid19 ed è stata trasportata a Bari con un aereo militare dell'Aeronautica greca. Nel trasferimento sono stati coinvolti il servizio 118 e il personale della Rianimazione non Covid del Policlinico di Bari.

A seguito di valutazioni neurologiche e sulle funzioni epatiche, fatte in sole 24 ore per far fronte all'urgenza dettata dalle gravi condizioni della paziente, è stato dato l'allarme nazionale per la ricerca della disponibilità del primo fegato su territorio nazionale. Dalla Sicilia è arrivato l'ok. È stata una donna di 70 anni ricoverata a Messina a donare gli organi. L'equipe barese si è recata a Messina, dopo aver fatto scalo a Catania, per il prelievo del fegato e in poche ore è ritornata al Policlinico di Bari. La paziente greca è stata operata a mezzanotte di venerdì 17 aprile dall'equipe del professor Luigi Lupo. Il fegato ha ripreso a funzionare e la donna, rimasta intubata e ventilata per giorni, ha recuperato le alterazioni dovute all'insufficienza epatica. L'impegno coordinato di tutte le squadre di anestesisti, neurologi, radiologi le ha consentito di superare la fase critica.

“Non potevamo sottrarci alla richiesta di aiuto arrivata dai nostri vicini greci e abbiamo attivato una catena internazionale partita da Atene passando per Messina fino a Bari – dichiara il direttore generale del Policlinico di Bari, Giovanni Migliore – la solidarietà non ha bandiere e non conosce confini, abbiamo dato prova di generosità e di eccellenza. Il sistema dei trapianti in Italia e in Puglia è all'avanguardia sia sotto il profilo clinico sia sotto quello organizzativo”.

“È stata un’operazione sanitaria eccezionale. Italia e Grecia hanno lavorato all’unisono e c’è stata una perfetta collaborazione tra i due Paesi che, in questo momento di emergenza sanitaria, si sono aiutati. A salvare la paziente, che altrimenti non ce l'avrebbe fatta, è stata proprio la solidarietà che ha consentito in pochissime ore di coordinare gli interventi, di trasportarla in Italia e di trovare un organo per il trapianto di urgenza” commenta il coordinatore del Centro regionale trapianti, prof. Loreto Gesualdo.

“La riuscita dell'intervento è il risultato dell'eccellenza sanitaria pugliese e della solidarietà – commenta il direttore della unità operativa Chiurgia generale e trapianti di fegato del Policlinico di Bari, prof. Luigi Lupo – ma anche della grandissima umanità che caratterizza i popoli del Mediterraneo”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie