Giovedì 26 Maggio 2022 | 04:42

In Puglia e Basilicata

il messaggio

Coronavirus Bari, Decaro sui social: «Stupidi in giro, medici in corsia. Chiedete scusa!»

Coronavirus Bari, Decaro sui social: «Stupidi in giro, medici in corsia. Chiedete scusa!»

Il sindaco di Bari sbotta contro chi non prende ancora sul serio l'emergenza e rimane per strada

15 Marzo 2020

Redazione online

«Dovete scusarvi per quello che state facendo, dovete scusarvi con chi sta lavorando per allestire i nuovi reparti e sta facendo turni di 12 ore in corsia per curare i malati, dovete scusarvi con tutti noi». Lo scrive su Facebook il sindaco di Bari e presidente dell’Anci, Antonio Decaro, rivolgendosi a tutti coloro che ancora non rispettano il divieto di assembramenti disposto dal Governo per l’emergenza Coronavirus. Decaro allega al post due foto, una accanto all’altra: da un lato si vedono «alcuni operatori sanitari che da ieri stanno lavorando al Policlinico di Bari, così come in altri ospedali della nostra regione, per attrezzare i reparti dedicati agli infetti da Covid», spiega il sindaco. Dall’altro, ci sono «degli stupidi irresponsabili - scrive il sindaco - che continuano a uscire di casa e a incontrarsi per bere o giocare a carte infischiandosene del fatto che con il loro comportamento stanno mettendo a rischio tutti noi». «Ancora stamattina, a Bari vecchia - precisa Decaro - ho dovuto allontanare un gruppo di persone che si godevano la domenica seduti sulle panchine».

«Mentre molti di voi escono di casa come se nulla fosse - continua il primo cittadino - quei medici al Policlinico di Bari stanno preparando i reparti di terapia intensiva per quando, grazie anche ai vostri comportamenti irresponsabili, i malati aumenteranno e la situazione sarà sempre più pericolosa per tutti. A queste persone che oggi sono a lavoro in ospedale per noi, dovete chiedere scusa».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725