Martedì 21 Gennaio 2020 | 21:54

NEWS DALLA SEZIONE

Sequestro e denuncia
Bari, lavori all'ex Kursaal: i rifiuti finivano in acqua sul lungomare

Bari, lavori all'ex Kursaal: i rifiuti finivano in acqua sul lungomare

 
La sentenza
Bari, fondi pubblici per scopi privati: assolta docente barese.

Bari, fondi pubblici per scopi privati: assolta docente barese.

 
dalla guardia costiera
Bari, concessione scaduta: sequestrata area del Barion

Bari, concessione scaduta: sequestrata area del Barion

 
nel Barese
Altamura, pubblicò online il video del marito con l'amante: in 4 processo

Altamura, pubblicò online il video del marito con l'amante: in 4 processo

 
l'arrivo         
Papa Francesco a Bari a febbraio: il programma della visita

Papa Francesco a Bari il 23 febbraio: il programma della visita

 
nel Barese
Monopoli, hashish nascosto nella ruota di scorta: arrestata una donna

Monopoli, hashish nascosto nella ruota di scorta: arrestata una donna

 
Il concorso
Bari, la sfida dell'acciaio: obiettivo raggiungere 400 tonnellate riciclate in un anno

Bari, la sfida dell'acciaio: obiettivo raggiungere 400 tonnellate da riciclare in un anno

 
La decisione
Palagiustizia Bari, Agenzia Demanio realizzerà il nuovo polo

Palagiustizia Bari, Agenzia Demanio realizzerà il nuovo polo

 
L'iniziativa
Bari, l’Università va in Carcere: studenti e docenti a lezione tra i detenuti

Bari, l’Università va in Carcere: studenti e docenti a lezione tra i detenuti

 
L'evento
Dopo le orecchiette, anche Mola nella Grande Mela con un’opera dedicata agli emigranti

Dopo le orecchiette, anche Mola nella Grande Mela con un’opera dedicata agli emigranti

 
I dati
La Puglia e la lotta ai tumori: soddisfazione per il Sistema Sanitario pugliese

La Puglia e la lotta ai tumori: soddisfazione per il Sistema Sanitario pugliese

 

Il Biancorosso

mercato
Bari, ingaggiato centrocampista Laribi, in prestito dal Verona

Bari, ingaggiato centrocampista Laribi, in prestito dal Verona

 

NEWS DALLE PROVINCE

GdM.TVSequestro e denuncia
Bari, lavori all'ex Kursaal: i rifiuti finivano in acqua sul lungomare

Bari, lavori all'ex Kursaal: i rifiuti finivano in acqua sul lungomare

 
TarantoLa sentenza
Caso Scazzi, processo ai falsi testimoni: 4 anni a Ivano Russo, 5 anni a Michele Misseri

Caso Scazzi, 11 condanne per le bugie al processo: 5 anni a Ivano Russo, 4 anni a Michele Misseri

 
Leccel'appuntamento
«Something», i Beatles e il loro 1969: a Lecce il libro di Donato Zoppo

«Something», i Beatles e il loro 1969: a Lecce il libro di Donato Zoppo

 
Potenzaserie c
Tifosi investiti: curva del Potenza in lutto, niente trasferta

Tifosi investiti: curva del Potenza in lutto, niente trasferta

 
BrindisiNel Brindisino
Ostuni, donna uccisa da colpo di pistola accidentale: 3 denunce per aggressione a giornalista

Ostuni, donna uccisa da colpo di pistola accidentale: 3 denunce per aggressione a giornalista

 
Batil caso
Magistrati arrestati a Trani, i giudici: «A Savasta niente attenuanti, non ha detto tutto»

Magistrati arrestati a Trani, i giudici: «A Savasta niente attenuanti, non ha detto tutto»

 
Materaprocura di matera
Furti per 500mila euro in scuole Puglia e Basilicata: 2 arresti e 5 denunce

Furti per 500mila euro in scuole Puglia e Basilicata: 2 arresti e 5 denunce VD

 
FoggiaIl caso
Foggia, danneggiata Camera del Lavoro Cgil: «Serve reazione»

Foggia, danneggiata Camera del Lavoro Cgil: «Serve reazione»

 

i più letti

La città che cambia

Bari, chiude anche Monachino: lo storico negozio di musica della città vecchia

Il maestro Giuseppe Monachino conferma: lo storico negozio di strumenti musicali di via Boemondo chiude i battenti. La crisi morde tutti i settori.

Bari, chiude anche Monachino: lo storico negozio di musica della città vecchia

BARI - Quando si spegneranno le luci di Natale, si spegnerà per sempre anche l'insegna del negozio di strumenti musicali «Monachino». «Il 31 dicembre chiudo l'attività. Motivi di famiglia, la mia età che avanza ma soprattutto problemi economici. L’anno scorso ho chiuso in perdita di 15mila euro. E quest’anno sarà altrettanto». Il maestro Giuseppe Monachino è accorato, la voce trema e non capisci se dipende dall'età o dall'emozione di una vita trascorsa tra pianoforti e chitarre.

«L’avvento di internet ha fatto registrare un calo vertiginoso delle vendite – racconta - gli anni migliori sono stati a cavallo degli anni Settanta, fino agli inizi degli anni Novanta. Il mercato degli strumenti musicali era vivo, un via via di musicisti e amanti della musica che davano linfa alla mia passione ancor prima che professione. Uno scambio dialettico che riempiva il cuore». «Il mio primo pianoforte verticale, quando nel 1975 cominciai a studiare musica, mio padre lo ha comprato proprio da lui». Vito Di Modugno, musicista figlio d'arte (suo padre è Pino di Modugno, anche lui musicista) ricorda bene il negozio di Monachino. «E nel 1980, poco prima del diploma, arrivò il pianoforte a coda che ho ancora oggi. Papà da lui ha comprato l'inverosimile. Ricordo benissimo suo padre, quando, bambino, accompagnavo papà nel negozio. - racconta Vito Di Modugno - Ero affascinato da quel mondo; e loro sempre estremamente gentili, disponibili. Dei veri professionisti».

Con la chiusura di Monachino, se ne va un altro pezzo di storia nel tessuto musicale barese. La bottega in via Boemondo, nella città vecchia, fu messa in piedi nel 1948 da suo padre, dal quale ha ereditato il nome, la passione per la musica e gli strumenti, l'arte della riparazione degli strumenti musicali, perfezionandosi come accordatore di fisarmoniche. Poi gli studi; il pianoforte. E il diploma. E l’insegnamento alle scuole medie. E l’ingresso al Conservatorio Niccolò Piccinni.
«All’epoca il Conservatorio non era una scuola ad indirizzo musicale come ora. L'ingresso era su chiamata. E mi chiamò l'allora direttore, il maestro Nino Rota – racconta ancora emozionato – mollai il posto di ruolo nella scuola media e accettai. Ho insegnato per quarant’anni». Docente di solfeggio, composizione e dettato musicale, Monachino ha anche composto tredici libri per la didattica. Nel 2013, il maestro ha ricevuto una targa al merito della città, su iniziativa di un gruppo di amici musicisti, quale punto di riferimento per intere generazioni di musicisti e interprete delle esigenze didattiche dei suoi allievi.

«Ho 82 anni, tre figli, due femmine insegnanti ed un ragazzo di 18 anni - racconta Monachino - Non sono certo pronto a mollare. Non si è mai pronti. Sono cresciuto tra queste pareti. Anzi: tra questi suoni. Io parlo solo attraverso il pentagramma. Per me la musica trasmette tutto».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie