Mercoledì 13 Novembre 2019 | 12:32

NEWS DALLA SEZIONE

Operazioni dei Cc
Droga, due arresti a Sammichele e Gioia: anche una donna di 65 anni

Droga, due arresti a Sammichele e Gioia: anche una donna di 65 anni

 
Le iniziative
Bari, un giardino e il videomapping: l'Amgas prepara il Natale

Bari, giardino e videomapping: l'Amgas prepara il Natale

 
il convegno
L'Ordine delle professioni sanitarie chiede un nuovo percorso formativo universitario

L'Ordine delle professioni sanitarie chiede un nuovo percorso formativo universitario

 
il provvedimento
Bari, equipaggio non preparato e scarse misure di sicurezza: Guardia Costiera trattiene al porto nave cipriota

Bari, scarse misure di sicurezza: Guardia Costiera trattiene al porto nave cipriota

 
i fatti nel 2017
Bari, uccise la ex e chiuse il corpo nell'armadio: condannato a 22 anni

Bari, uccise la ex e chiuse il corpo nell'armadio: condannato a 22 anni

 
Trasporti
Regione Puglia, firmato accordo per collegamento linee ferroviarie

Regione Puglia, firmato accordo per collegamento linee ferroviarie

 
diversi quartieri coinvolti
Bari, indagini su fuochi d'artificio «notturni», 5 denunce: «Spariamo per festeggiare compleanni»

Bari, indagini su fuochi d'artificio «notturni», 5 denunce: «Spariamo per festeggiare compleanni»

 
Puglia
Influenza, primi due casi a Bari: colpiti due bambini. Il ceppo è quello dei vaccini in uso

Influenza, primi due casi a Bari: colpiti due bambini. Il ceppo è quello dei vaccini in uso

 
nel Barese
Mola di Bari, nasce ambulatorio infermieristico: struttura intitolata al dottor Pesce, «medico dei poveri»

Mola di Bari, ambulatorio infermieristico intitolato al dottor Pesce, «medico dei poveri»

 

Il Biancorosso

serie c
Vivarini e il «modulo cangiante»: così il Bari diventa un'orchestra

Vivarini e il «modulo cangiante»: così il Bari diventa un'orchestra

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaIn località Posta Aucello
Cerignola, 69enne uccide una donna e si ammazza: grave una vicina di casa

Cerignola, 69enne uccide una donna e si ammazza: grave una vicina di casa

 
TarantoRione Borgo
Taranto, picchiava e maltrattava la madre: in cella 21enne

Taranto, picchiava e maltrattava la madre: in cella 21enne

 
PotenzaSoccorso in Basilicata
Potenza, acquistate 57 ambulanze per 118, consegnate 25: le prime 14 assegnate dopo il collaudo

Potenza, acquistate 57 ambulanze per 118, consegnate 25: le prime 14 assegnate solo dopo il collaudo

 
LecceIl processo
Sogliano Cavour, il pentito accusa ex sindaco: mi diede 30mila € per le elezioni

Sogliano Cavour, il pentito accusa ex sindaco: mi diede 30mila € per le elezioni

 
BrindisiL'arresto
Oria, affidato ai servizi sociali se ne infischia: finisce in cella

Oria, affidato ai servizi sociali se ne infischia: finisce in cella

 
BariOperazioni dei Cc
Droga, due arresti a Sammichele e Gioia: anche una donna di 65 anni

Droga, due arresti a Sammichele e Gioia: anche una donna di 65 anni

 
BatPalazzo Della Marra
Maltempo a Barletta, si stacca pezzo di cornicione a Pinacoteca

Maltempo a Barletta, si stacca pezzo di cornicione a Pinacoteca

 

i più letti

A Bari

Canta in via Sparano per studiare in Puglia: l'odissea di un soprano russo

Anna Ebel si esibisce per frequentare il Conservatorio, ma la borsa di studio le viene negata. L'Adisu assicura: «Stiamo risolvendo»

Canta in via Sparano per studiare in Puglia: l'odissea di un soprano russo

Se vi è capitato, negli ultimi mesi, di sentire qualche aria e romanza di Belcanto italiano in piena via Sparano a Bari, la voce intensa e da soprano era quella di Anna Ebel. Trentatreenne russa, di Ekaterinburg, ma con la cultura musicale italiana nel cuore. Per lei, che ha studiato canto e insegnato con ottimi risultati nella sua città per 13 anni, venire in Italia era il coronamento di un sogno. Ed un sacrificio importante: lasciare tutto per studiare ancora e specializzarsi, in un biennio al Conservatorio di Bari, invitata dalla docente Sara Allegretta.

È accaduto nel settembre dell’anno scorso, ma per guadagnarsi da vivere, oltre a qualche concerto a cui ha preso parte (diretta più volte da Paolo Lepore, o nella serata di premiazione del Premio Letterario Fortuna), si è esibita due volte alla settimana, dallo scorso marzo, sul sagrato della Chiesa di San Ferdinando, in via Sparano. «Non è stato facile per me - spiega Anna -, in Russia ero abbastanza nota e lavoravo tanto. Ma sono ripartita da zero, cantando con qualsiasi temperatura, rischiando le mie corde vocali e con un’acustica inesistente. Ma se sono ancora qui, è grazie alla generosità dei baresi».

Lunedì sera, però, non ce l’ha fatta più, e con un lungo e accorato post su Facebook si è sfogata. «Sono costretta a interrompere gli studi e a tornare in Russia» la sintesi, dovuta al mancato ottenimento della borsa di studio dell’ADISU Puglia (Agenzia per il Diritto allo Studio Universitario), che le consentirebbe di continuare a studiare al Conservatorio Piccinni, senza rischiare di rovinare la propria voce in via Sparano.

A differenza dell’anno scorso, quest’anno aveva presentato la domanda in tempo, entro il 10 agosto. Ma incompleta. Mancava un documento sui conti correnti della sua famiglia. E l’autocertificazione è arrivata tre giorni dopo la scadenza. Leggere sulle graduatorie finali dell’11 ottobre «Non idonea», è stato uno shock, una delusione fortissima. E ha rovesciato sui social il proprio malanimo, sentendosi ingannata. Per questo ha annunciato un concerto di protesta, intitolato «Addio, Italia!»: oggi alle 17,30 sarà ancora accanto alla Chiesa di San Ferdinando di via Sparano. «Farò ciò che amo - dice -, canterò nello stile del Belcanto. Bellini, Verdi, Puccini. Ma anche canzoni napoletane».

Non tutto, però, è perduto. Ieri l’Adisu è intervenuta sulla questione, lasciando una speranza concreta ad Anna e ai circa 600 studenti - italiani e stranieri - dichiarati non idonei a causa di ritardi nelle consegne dei documenti, o di modelli ISEE non corretti. Il Consiglio di Amministrazione dell’Adisu Puglia, come già accaduto negli ultimi due anni, si riunirà il 21 ottobre: sarà affrontato il problema delle situazioni reddituali in generale, che ha creato una seria problematica per diversi studenti. Per gli stranieri, inoltre, con il coordinamento dell’Assessorato al diritto allo studio della Regione Puglia, è stato avviato il progetto pilota «Welcome in Puglia for Masters Students», volto a fornire servizi di accoglienza agli studenti stranieri che si iscrivono a master internazionali offerti dalle università pugliesi.

«Alla studentessa Ebel propongo di rimandare la partenza - dichiara il direttore generale di Adisu Puglia Gavino Nuzzo -, in quanto noi siamo preposti a risolvere i problemi degli studenti. Non a crearli. Magari ritornando a trovarci nei nostri uffici potrà cambiare opinione sul nostro operato e insieme, da un concerto di protesta, passi ad organizzarne uno di reciproca amicizia, da offrire gratuitamente agli studenti dei nostri collegi».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie