Lunedì 01 Giugno 2020 | 11:46

NEWS DALLA SEZIONE

Cassa integrazione
Bari, l’Inps accelera boccata d’ossigeno per i lavoratori

Bari, l’Inps accelera: boccata d’ossigeno per i lavoratori

 
fase 2
Bari, distanze non rispettate: sanzionato titolare locale quartiere Murattiano

Bari, distanze non rispettate: sanzionato titolare locale quartiere Murattiano

 
Via Manzoni pedonale? Fioccano i dubbi

Bari, via Manzoni pedonale? Fioccano i dubbi

 
L'INIZIATIVA
Mascherine tricolori, sit in sul lungomare

Bari, mascherine tricolori, sit in sul lungomare

 
la protesta
Bari, manifestazione Gilet arancioni: «Basta con le menzogne. La pandemia non esiste»

Bari, manifestazione Gilet arancioni: «Basta con le menzogne. La pandemia non esiste» FOTO

 
Nel barese
Ruvo, auto rubata e data alle fiamme in zona «Matine»

Ruvo, auto rubata e data alle fiamme in zona «Matine»

 
LA SENTENZA
Scatta la terza condanna a carico di «Cassa Prestanza»: dovrà versare 34mila euro a una ex dipendente comunale

Bari, «Cassa Prestanza» dovrà pagare buonuscita a ex dipendente comunale

 
emergenza coronavirus
Fase 2 a Bari, Decaro incontra e ringrazia i volontari: «Siete la nostra forza»

Fase 2 a Bari, Decaro incontra e ringrazia i volontari: «Siete la nostra forza»

 
Il concessionario Audi Magnifica
Bari, «Prestiti e formule per stimolare il mercato dell’auto»

Bari, «Prestiti e formule per stimolare il mercato dell’auto»

 
Emergenza
Snobbati i test a Gravina. In 25 su 40 non si fidano

Bimbo di 2 anni fa test sierologico a Gravina. Gli adulti lo snobbano: in 25 su 40, non si fidano

 
emergenza coronavirus
Bari, solidarietà, sorrisi e tablet ai bambini più svantaggiati

Bari, solidarietà, sorrisi e tablet ai bambini più svantaggiati del Libertà

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, servirà un’estate di fuoco. I playoff con tante mine vaganti

Bari, servirà un’estate di fuoco. I play-off con tante mine vaganti

 

NEWS DALLE PROVINCE

Potenzail bollettino
Basilicata ancora Covid-free: quinto giorno consecutivo senza contagi su 76 test

Basilicata ancora Covid-free: quinto giorno consecutivo senza contagi su 76 test

 
Batla scoperta della GdF
Gel «non igienizzante» venduto in tutta Italia: sequestri e denunce a Trani

Gel «non igienizzante» venduto in tutta Italia: sequestri e denunce a Trani

 
Materanel Materano
Grassano, ladri strappano la cassaforte dell'ufficio postale

Grassano, ladri «strappano» la cassaforte dell'ufficio postale

 
TarantoLa Provincia
Taranto, riprendono i lavori per la tangenziale Sud

Taranto, riprendono i lavori per la tangenziale Sud

 
BrindisiInquinamento
Brindisi, il sindaco: sblocco se Versalisi investe su salute e lavoro

Brindisi, il sindaco Rossi: «Sblocco se Versalis investe su salute e lavoro»

 
BariCassa integrazione
Bari, l’Inps accelera boccata d’ossigeno per i lavoratori

Bari, l’Inps accelera: boccata d’ossigeno per i lavoratori

 
LecceIL DIBATTITO
Lecce, su rete 5g esperti al lavoro

Lecce, su rete 5g esperti al lavoro

 

i più letti

La denuncia

«Noi disabili in difficoltà a Torre Quetta chiediamo aiuto a Comune e Regione»

Sos per lo scivolo che permette la discesa in mare rotto e per l’assenza di gazebo

«Noi disabili in difficoltà a Torre Quetta chiediamo aiuto a Comune e Regione»

BARI - Prosegue la protesta dei disabili, persone che non non hanno abilità motorie e che quindi vivono sulle carrozzelle, che frequentano la spiaggia libera comunale «Torre Quetta», sul litorale sud di Bari.
Due i problemi non ancora risolti che hanno segnalato e sui quali ora «alzano il tiro», chiamando in causa il Comune di Bari e la Regione: la inutilizzabilità dello «scivolo» con il quale potevano calarsi in mare, spesso anche danneggiato da atti di vandalismo ad opera di ignoti, e la perdita del gazebo allestito per farli soggiornare all’ombra, gazebo che il gestore ha dovuto rimuovere perché giudicato non a norma di legge dai militari della Capitaneria di porto.

Dopo un primo articolo dedicato dalla «Gazzetta» alla questione, Pasqualina Bonifacio, Giovanna Montrone, Gianni Tempesta e Nicola Buonvoglia aggiungono: «Le nostre rimostranze non sono rivolte né al gestore, né al direttore, né agli operatori della spiaggia, sempre disponibili e a cui va il nostro sentito ringraziamento. Le nostre rimostranze, e nel contempo le nostre richieste, sono rivolte alle istituzioni, nello specifico al Comune di Bari e alla Regione Puglia, poiché alla spiaggia Torre Quetta arrivano diversamente abili dal Comune di Bari, dalla provincia e anche da altre regioni».

«Rendere le spiagge accessibili ai diversamente abili non è questione da poco - proseguono i quattro portavoce dei frequentatori diversamente abili della spiaggia -: è un problema di diritti, di giustizia sociale, di cultura e di civiltà; quindi è un problema che prima di tutto riguarda le Istituzioni. Il Comune di Bari, e la Regione Puglia più in generale, devono impostare un progetto “spiagge per tutti” che sostenga e accompagni l’iniziativa privata, mettendo in campo finanziamenti, personale specializzato, vigilanza».
«Da parte nostra, ci rendiamo disponibili a collaborare sia con i gestori della spiaggia, sia con le istituzioni, per migliorare quanto migliorabile in questa stagione e per avviare meglio la prossima» concludono i diversamente abili, sperando in una soluzione rapida della questione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie