Lunedì 26 Agosto 2019 | 03:10

NEWS DALLA SEZIONE

L'appuntamento
Distorsioni sonore: creatività e fantasia si incontrano ad Acquaviva

Distorsioni sonore: creatività e fantasia si incontrano ad Acquaviva

 
Polignano, c'è l'indagine
Costa Ripagnola, il resort fra i "trulletti" finisce sotto i fari della Procura

Costa Ripagnola, il resort fra i "trulletti" finisce sotto i fari della Procura

 
L'emergenza
Caso Seu a Bari, la bimba di Bitonto lascia la Rianimazione

Caso Seu a Bari, la bimba di Bitonto lascia la Rianimazione

 
La campionaria
Bari, ambiente e clima: la Fiera del Levante apre ai problemi

Bari, ambiente e clima: la Fiera del Levante apre ai problemi

 
Vicino Teramo
Incidenti, auto si schianta in galleria su A14: muore 76enne di Btritto

Incidenti, auto si schianta in galleria su A14: muore 76enne di Btritto

 
Dalla Polizia
Bari, in casa centrale dello spaccio: arrestato 33enne

Bari, in casa centrale dello spaccio: arrestato 33enne

 
Un 24enne
Corato, dopo lite marocchino aggredisce poliziotti: in cella

Corato, dopo lite marocchino aggredisce poliziotti: in cella

 
Preso dai Cc
Bitonto, «paga o ti brucio la farmacia»: arrestato 32enne

Bitonto, «paga o ti brucio la farmacia»: arrestato 32enne

 
La disavventura
Sharm, fermati e isolati dalla polizia egiziana due trans bitontini: "Qui non entrate".

Sharm, fermate e respinte dalla Polizia egiziana due trans bitontine: «Qui non entrate»

 
L'operazione della Gdf
Bari, 6mila paia di scarpe contraffatte dalla Grecia: sequestro al Porto

Bari, 6mila paia di scarpe contraffatte dalla Grecia: sequestro al Porto

 

Il Biancorosso

IL PUNTO
Il Bari gioca la carta Schiavone ci sarà più qualità a centrocampo

Il Bari gioca la carta Schiavone
ci sarà più qualità a centrocampo

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceTragedia nel Salento
Si sente male mentre fa pesca subacquea: muore 56enne a Casalabate

Malore mentre fa pesca subacquea: muore 56enne a Casalabate

 
FoggiaTragedia nel Foggiano
Cade in mare da barca condotta dal marito: donna muore al largo di Foce Varano

Cade da barca condotta dal marito: donna muore al largo di Foce Varano

 
BariL'appuntamento
Distorsioni sonore: creatività e fantasia si incontrano ad Acquaviva

Distorsioni sonore: creatività e fantasia si incontrano ad Acquaviva

 
BatL'idea
Barletta, un mosaico a Canne per non dimenticare la storia

Barletta, un mosaico a Canne per non dimenticare la storia

 
MateraIncidente stradale
Tricarico, auto finisce contro il guard rail: 4 feriti, 3 sono gravi

Tricarico, auto finisce contro il guard rail: 4 feriti, 3 sono in gravi

 
BrindisiLa furia di un 53enne
Brindisi, la moglie lo lascia e lui distrugge i mobili: allontanato da casa

Brindisi, la moglie lo lascia e lui distrugge i mobili: allontanato da casa

 
PotenzaSanità
Potenza, al S. Carlo carenza di medici: colpa delle «porte girevoli»

Potenza, al S. Carlo carenza di medici: colpa delle «porte girevoli»

 
TarantoSanità
Castellaneta, chiuso il punto nascite in ospedale: bimbi trasferiti

Castellaneta, chiuso il punto nascite in ospedale: bimbi trasferiti

 

i più letti

L'intervista

Olio contraffatto, parla Barile: «È possibile tutelarsi scegliendo marchi Dop»

Il presidente del patronato nazionale Inac-Cia, alla luce degli arresti avvenuti nell’operazione «Oro Giallo» a Cerignola, commenta con noi come si può contrastare il proliferare delle truffe

olio d'oliva

BARI - Antonio Barile, presidente del patronato nazionale Inac-Cia, alla luce degli arresti avvenuti nell’operazione «Oro Giallo» a Cerignola, come si può contrastare il proliferare delle truffe dell’olio?
«Per evitare di incappare in oli contraffatti bisogna verificarne la corretta provenienza. Spacciare dell’olio lampante o dell’olio di semi addizionato con prodotti chimici è la più meschina delle contraffazioni, soprattutto in un momento storico come questo in cui, a causa del maltempo e delle gelate, la produzione di olive in Puglia si è ridotta notevolmente. Ma una soluzione per contrastare i truffatori c’è».
E quale sarebbe?
«Bisogna puntare tutto su un olio con il marchio certificato Dop o su un olio di tipo biologico. Si tratta di prodotti unici che, in particolare in Italia, sono controllati da norme alimentari che ne permettono una classificazione chiara».
Eppure esistono marchi che non usano il cosiddetto «olio puro», ma si avvalgono di olio proveniente dall’estero miscelato con quello nostrano.
«È vero, il pericolo è sempre dietro l’angolo soprattutto per chi acquista negli ipermercati. I grandi «bottigliatori», di solito, usano oli spagnoli o tunisini che sono deodorati, cioè raffinati e privati di odori e di difetti, e che però non rispettano i parametri di qualità del prodotto richiesti dal vero olio extravergine d’oliva, con caratteristiche di tipo chimico-fisico e organolettico. Si tratta quindi di oli non di buona qualità, che se controllati adeguatamente non potrebbero essere commercializzati come extravergine d’oliva secondo la normativa italiana. Basti pensare agli alchil esteri che nell’extravergine, solo se superano la soglia si 30, sono sinonimo di scarsa qualità per il consumatore».

Che consiglio si sente di dare a chi vuole acquistare un buon olio?
«I pugliesi sono degli acquirenti privilegiati perché possono toccare con mano la provenienza del prodotto che nella maggior parte dei casi arriva direttamente dal produttore al consumatore, conoscendo l’intera filiera dalla pianta alla bottiglia. Un esempio eccellente è l’olio bitontino. Ma per chi è meno fortunato ed è costretto ad acquistare in un supermercato, l’etichetta e il marchio conosciuto fanno la differenza. Fidatevi solo di brand certificati Dop, che danno una corretta informazione. Importanti sono anche il tipo di promozione dell’olio e l’attenzione ad una corretta educazione alimentare».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie