Venerdì 20 Settembre 2019 | 09:27

NEWS DALLA SEZIONE

Nella notte
Bari, furto in stazione di servizio con inseguimento: 2 arresti e 2 ricercati

Bari, furto in stazione di servizio con inseguimento: 2 arresti e 2 ricercati

 
Arte
Molfetta si trasforma in capitale della scultura

Molfetta si trasforma in capitale della scultura

 
L'inchiesta
Carbonara, medici in trincea. Lo sfogo del direttore: «Nessuna regola, tante aggressioni»

Carbonara, medici in trincea. Lo sfogo del direttore: «Nessuna regola, tante aggressioni»

 
La decisione
Ucciso per errore a Carbonara, Cassazione: «Si farà nuovo processo»

Ucciso per errore a Carbonara, Cassazione: «Si farà nuovo processo»

 
nel Barese
Polignano, non rispettano divieto di balneazione: multati due acquascooter

Polignano, non rispettano divieto di balneazione: multati due acquascooter

 
Il caso dress code
Bari, il Riesame anulla sequestro telefoni e pc all'ex giudice Bellomo

Bari, il Riesame anulla sequestro telefoni e pc all'ex giudice Bellomo

 
Arrestato dalla Polizia
Terlizzi, maltrattava la moglie: in cella 53enne per stalking

Terlizzi, maltrattava la moglie: in cella 53enne per stalking

 
La sentenza
Bari, licenziato e reintegrato: torna in carica il direttore Feltrinelli

Bari, licenziato e reintegrato: torna in carica il direttore Feltrinelli

 
Dopo la nostra denuncia
Bari, negato fitto a studentessa disabile. L'Adisu le «trova» casa

Bari, negato fitto a studentessa disabile. L'Adisu le «trova» casa

 

Il Biancorosso

Serie C
Il Bari si dà una mossa: mini-ciclo per la svolta

Il Bari si dà una mossa: mini-ciclo per la svolta

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceNel Salento
Nardò, rubava da negozio di elettronica insieme alla figlia di 8 anni: arrestato

Nardò, rubava da negozio di elettronica insieme alla figlia di 8 anni: arrestato

 
TarantoNel tarantino
Martina Franca, asinelli incatenati e feriti: denunciato allevatore

Martina Franca, asinelli incatenati e feriti: denunciato allevatore

 
PotenzaSul raccordo Potenza-Sicignano
Furgone portavalori si schianta sul guardrail nel Potentino: un ferito

Furgone portavalori si schianta sul guardrail nel Potentino: un ferito

 
MateraTentato omicidio
Matera, lite per le spese del picnic, 31enne accoltella cognato: arrestato

Matera, lite per le spese del picnic, 31enne accoltella cognato: arrestato

 
BatLa proposta
Barletta, un'app sui cellulari per segnalare i cattivi odori

Barletta, un'app sui cellulari per segnalare i cattivi odori

 
Foggianel foggiano
Cerignola, polizia scopre autorimessa centrale del riciclaggio: 3 arresti

Cerignola, polizia scopre autorimessa centrale del riciclaggio: 3 arresti

 
BrindisiNel Brindisino
Villa Castelli, il paese festeggia la prima unione civile

Villa Castelli, il paese festeggia la prima unione civile

 

i più letti

Blitz della Polizia

Bari, il traffico di droga dietro gli omicidi a Japigia: sette arresti tra i clan

Blitz della Squadra mobile anche a San Paolo, Libertà e Madonnella.

Omicidio a Bari, trovata l'autokiller hanno usato mitra e pistola

Blitz della Polizia in diversi quartieri della città conto un clan di narcotrafficanti: nove gli arresti eseguiti dalla squadra mobile in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di persone dei quartieri Japigia, San Paolo, Libertà e Madonnella. Le accuse sono di traffico, detenzione e spaccio di ingenti quantitativi di sostanze stupefacenti, detenzione e porto illegale di arma da fuoco e ricettazione. Le indagini sono state avviate a seguito di alcuni omicidi avvenuti nel quartiere Japigia di Bari nei primi mesi dell’anno 2017.

In carcere sono finiti Antonio Busco, 36 anni, Michele Citarelli, 36, Roberto Mezzina Troiani, 27, Michele D'Addabbo (detto «bocchino»), 21, Emanuele Bevilacqua, 22. Nicola Dell'Aglio, 22, Enrico Mallucci (detto «il romano»), 55, sono andati ai domiciliari. Un'altra persona è ricercata. Per Ferdinando Bevilacqua, 57, obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. 

Gli investigatori hanno scoperto una tecnica social del gruppo grazie alla quale gli acquirenti non avevano mai contatti diretti con i responsabili del sodalizio e l’eventuale arresto di un pusher ed il sequestro del suo cellulare “dedicato” non avrebbe pregiudicato l’attività futura del gruppo.

Gli organizzatori erano in sostanza in possesso di una vera e propria “phone list”, composta da più di 300 numeri telefonici; l’organizzazione a cadenza mensile inviava veri e propri messaggi promozionali ai clienti, del tipo “fatti sentire amico mio” - “fatti sentire, è come piace a te, rimarrai contento … come vieni poi vedrai” - “fatti sentire amico mio, menù bomba, non ti pentirai”.

L’attività di traffico e spaccio di sostanze stupefacenti, essenzialmente cocaina, registrava un volume di affari di oltre 60.000 euro (“guadagno netto”) al mese, attraverso un flusso telefonico medio di 200 telefonate e 40 acquisti giornalieri.

I clienti, utilizzando un linguaggio convenzionale preordinato, facevano espresso riferimento ad un colore per fare intendere il quantitativo di cocaina richiesto: il colore “nero” corrispondeva ad una dose da 30 € (gr. 0,30 di cocaina); il colore “rosso” ad una dose da 50 € (gr. 0,50); il colore “giallo” ad una dose da 90 € (gr. 0,90).

Sulla scorta dei gravi indizi di colpevolezza emersi dalle indagini e puntualmente  riferiti dalla Squadra Mobile, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia il Giudice per le Indagini Preliminari ha emesso il provvedimento cautelare eseguito questa mattina, con il quale è stata applicata la custodia carceraria a BUSCO Antonio, CITARELLI Michele, MEZZINA TROIANI Roberto,  BEVILACQUA Emanuele e D’ADDABBO Michele, la misura degli arresti domiciliari a DELL’AGLIO Nicola e MALLUCCI Enrico, l’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria a BEVILACQUA Ferdinando.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie