Mercoledì 26 Settembre 2018 | 14:38

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

Il Miranda Orfei

Bari, il Comune blocca il Circo
a Natale: pasticcio burocratico

Il titolare: niente spettacoli a causa di regolamenti non adeguati. La Ripartizione: rivedremo la pratica

Bari, il Comune blocca il Circoa Natale: pasticcio burocratico

«Più che il regolamento, a me sembra che il Comune di Bari continui a seguire una vecchia prassi che non trova fondamento in nessun documento ufficiale. Ma continuo a chiedermi: se esiste una legge perché seguire una prassi? Io non voglio fare guerra a nessuno ma semplicemente desidero venire a Bari per portare il mio spettacolo in una città che merita di goderselo».
A parlare è Darix Martini del Circo Miranda Orfei, uno dei circhi più famosi al mondo: più di 100 dipendenti, trapezisti da guinness dei primati e orchestra dal vivo. Da anni prova a portare il circo in città ma puntualmente, secondo quanto riferisce, la sua richiesta viene cestinata. L’ultimo circo targato Darix Martini si è esibito nel capoluogo pugliese 10 anni fa, in concomitanza con un altro circo.

I criteri sulla scelta del circo da parte dell’amministrazione comunale, secondo Martini, sarebbero poco chiari e basati su prassi che non rispecchiano il regolamento. Sulla vicenda ha anche fatto ricorso al Tribunale amministrativo regionale. «Abbiamo fatto richiesta al Comune già dall’anno scorso e ci hanno dato risposte vaghe poiché erano in fase di attuazione di un nuovo regolamento, in sostituzione del vecchio risalente al 1968 – spiega –. Poi hanno aggiunto che, per prassi, avrebbero valutato solo le domande pervenute dal 1° gennaio in poi. Una prassi che nulla ha a che fare con il regolamento, secondo il quale il circo può fare richiesta un anno prima dalla data nella quale preferisce esibirsi. Abbiamo fatto di nuovo la domanda il 23 dicembre 2017, un anno prima dell’evento, come stabilisce il regolamento – prosegue – e anche stavolta la risposta è stata più o meno la stessa».

A quel punto Martini ha deciso di impugnare il verdetto del Comune al Tar, un’operazione costata finora circa 5mila euro.
Parla anche l’avvocato di Martini, Casto Geremia. «Ad oggi il Tar – spiega – non si è ancora pronunciato sulla corretta interpretazione del regolamento vigente, in quanto all’udienza di maggio l’avvocato dell’ente rappresentava che entro il 30 giugno sarebbe stato adottato un nuovo regolamento. Ad oggi tale regolamento è stato adottato ma entrerà in vigore per il 2019. Visto però che il Comune ancora non si pronuncia - aggiunge il legale – sull’esito dell’esame delle domande pervenute da parte dei vari circhi per Natale, e vista l’urgenza di programmare già da ora l’attività del circo per il periodo natalizio è stata depositata una nuova istanza cautelare affinché il Tar imponga al Comune di pronunciarsi per consentire al signor Martini di organizzare nei necessari tempi la sua venuta a Bari per Natale».

Sulla vicenda, la Ripartizione sviluppo economico di Bari fa sapere che il regolamento effettivamente risulta vecchio e di fatto inapplicabile perché contiene criteri non più compatibili con i principi dell’ordinamento. Dunque, era maturata sin da 20 anni una prassi secondo la quale la scelta del circo ricadeva su coloro che facevano domanda dal 1° gennaio. Dalla ripartizione fanno ancora sapere che naturalmente serve una rivisitazione del regolamento. La ripartizione ha preparato una proposta di regolamento che è stata inviata all’Associazione nazionale dello spettacolo viaggiante. È stato dato un parere favorevole ed ora è in corso l’iter per ottenere l’approvazione in consiglio. La pratica di Martini - assicurano - sarà esaminata insieme con l’ufficio legale per verificare la situazione al fine di risolvere la questione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Bidoni pieni e sporcizia, perché a Bari nessuno pulisce?

Bidoni pieni e sporcizia, perché a Bari nessuno pulisce?

 
Bari, auto contro un muro in via Napoli: muore 26enne

Bari, auto contro muro si ribalta
in via Napoli: muore un 26enne

 
Agguati a Bari, la richiesta di Decaro al Prefetto: «Situazione non tollerabile»

Agguati a Bari, la richiesta di Decaro al Prefetto: «Situazione non tollerabile»

 
Nel foyer del Petruzzelli il tavolo del vertice bilaterale tra la Puglia e Mosca

Bari-Mosca, è idillio: pronto il gemellaggio

 
Emiliano: «A Bari il fascismo non passerà», stasera il corteo

Emiliano: «A Bari il fascismo non passerà»

 
Periferie animate, i registi under 35 insegnano l'inclusione

Periferie animate, i registi under 35 insegnano l'inclusione

 
Palo, a fuoco autorimessasotto sequestro

Palo, a fuoco autorimessa
sotto sequestro

 
Bari, aggressione a corteo anti Salvini, la Cgil: «Domani tutti in piazza»

Bari, aggressione a corteo anti Salvini «Tutti in piazza». Legali Casapound: nessun assalto

 

GDM.TV

Buon compleanno Gazzetta del Mezzogiorno: gli auguri dalla Basilicata

130 anni Gazzetta Del Mezzogiorno: l'evento a Potenza

 
Arresti a Foggia e Bari per furti mezzi agricoli: l'operazione

Arresti a Foggia e Bari per furti mezzi agricoli: l'operazione

 
Bari, il coro dei 10mila che cantano: «Bari grande amore»

Stadio San Nicola, il coro dei 10mila canta: «Bari grande amore»

 
Bari, viale Traiano: è cominciata la demolizione del ponte

Viale Traiano a Bari: al via la demolizione del ponte

 
La Sancataldese in hotel: «Oggi col Bari vittoria secca»

La Sancataldese (illusa) in hotel: «Oggi col Bari vittoria secca»

 
Corteo anrtisalvini a Bari, i momenti di tensione con la Polizia

Corteo antisalvini a Bari, i momenti di tensione con la Polizia

 
Acquaviva, rapinatore di marketincastrato dalla ruggine dell'auto

Acquaviva, rapinatore di market incastrato dalla ruggine dell'auto

 
Razzismo, mazze e cinghie in scontri corteo: ferita eurodeputata

Razzismo, mazze e cinghie in scontri a corteo: ferita eurodeputata

 

PHOTONEWS