Martedì 07 Luglio 2020 | 20:29

NEWS DALLA SEZIONE

nuove uscite
«Last Goodbye»: il pugliese Stefano Cece reinterpreta il classico di Jeff Buckley

«Last Goodbye»: il pugliese Stefano Cece reinterpreta il classico di Jeff Buckley

 
Lutto
C’era una volta Ennio. Addio a un’icona del ‘900

C’era una volta Ennio Morricone. Addio a un’icona del ‘900

 
Musica
A Trani Larry Franco omaggia Santorsola

A Trani Larry Franco omaggia Santorsola

 
sinergie musicali
«Deja que llora», Bob Sinclair pubblica pezzo del duo barese Dual Beat

«Deja que llora», Bob Sinclar pubblica pezzo del duo barese Dual Beat

 
L'Intervista
Di Maglie: noi artisti non siamo delle cicale. Al lavoro per il suo nuovo disco

Di Maglie: noi artisti non siamo cicale. Al lavoro per il nuovo disco

 
Musica
Una chitarra pugliese per il Gispsy jazz

Una chitarra pugliese per il gipsy jazz: esce l'album di Pietro Lazazzara

 
nuove uscite
«Non ho lavato la macchina», l'esordio solista del salentino Manu Funk

«Non ho lavato la macchina», l'esordio solista del salentino Manu Funk

 
l'annuncio
Puglia Sounds Plus: 5 nuovi avvisi pubblici per sostenere il comparto musicale

Puglia Sounds Plus: 5 nuovi avvisi pubblici per sostenere il comparto musicale

 
musica
Sbalzi d'Umore, il progetto salentino che canta le sensazioni momentanee contro la routine quotidiana

Sbalzi d'Umore, il progetto salentino che canta le sensazioni momentanee contro la routine quotidiana

 
musica
Tiziano Ferro, Cesare Cremonini  e Ultimo tornano a Bari nel 2021: riprogrammati concerti negli stadi

Tiziano Ferro, Cesare Cremonini e Ultimo tornano a Bari nel 2021: riprogrammati concerti negli stadi

 
Cultura e spettacoli
Santino Di Rella

Bari, Santino Di Rella, il clarinetto dal suono malinconico e lunare

 

Il Biancorosso

Serie C
Gautieri: «Bari, se devo affrontarti spero sia nella partita della finale»

Gautieri: «Bari, se devo affrontarti spero sia nella partita della finale»

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoPreso dai Cc
Taranto, spacciatore tradito da un incidente: aveva droga in auto

Taranto, spacciatore tradito da un incidente: aveva droga in auto

 
Potenzaper 24 tifosi
Tifoso Vultur Rionero investito: gup Potenza accoglie istanze per messa alla prova

Tifoso Vultur Rionero investito: gup Potenza accoglie istanze per messa alla prova

 
Batper i dipendenti
Asl-Bat, ecco le «ferie solidali», da cedere a colleghi in difficoltà

Asl-Bat, ecco le «ferie solidali», da cedere a colleghi in difficoltà

 
Foggial'episodio a giugno
Foggia, dà un pugno a un minore e gli ruba la minicar: arrestato sorvegliato speciale

Foggia, dà un pugno a un minore e gli ruba la minicar: arrestato sorvegliato speciale

 
Brindisitra carovigno e brindisi
In casa ha una serra di marijuana: un arresto nel Brindisino

In casa ha una serra di marijuana: un arresto nel Brindisino

 
MateraIl caso
Matera, pulizia nei Sassi: il progetto resta nel cassetto

Matera, pulizia nei Sassi: il progetto resta nel cassetto

 

i più letti

Cultura e spettacoli

Bari, Santino Di Rella, il clarinetto dal suono malinconico e lunare

«Santino Di Rella a Casa Antonelli» è il titolo della seconda uscita discografica di Lost Tapes, il progetto firmato da Minafra

Santino Di Rella

BARI - A distanza di un mese dalla pubblicazione del primo volume del progetto Lost Tapes, dedicato alla figura di Enzo Lorusso, arriva la seconda uscita il prossimo 4 luglio.

Questa volta il cd biografico della collana curata da Livio Minafra, pianista e docente del Conservatorio «N. Piccinni» di Bari, in coproduzione con l’etichetta Angapp Music, salva dall’oblio un altro grande jazzista pugliese dimenticato.

Si tratta di Santino Di Rella, figlio del ruvese Pasquale Di Rella trasferitosi a Bari nei primi anni ’40 poiché, non avendo la tessera al partito fascista, era spesso vittima di atti di violenza presso la Casa Del Fascio.

Quando il 25 aprile 1945 l’Italia fu libera, a Bari gli americani andavano in cerca di musicisti per la loro orchestrina ed avevano saputo di una famiglia in cui c’era un clarinettista, il giovane Santino. Fu così che Di Rella, nato il 9 gennaio 1927, allora sedicenne e imberbe clarinettista cresciuto anni prima a Ruvo di Puglia alla corte dei fratelli Amenduni, veniva regolarmente prelevato con una camionetta per andare al quartier generale americano in via Sparano, a suonare. Beffardo anello di congiunzione tra padre e figlio, Pasquale e Santino, entrambi prelevati di forza dalle loro abitazioni, l’uno per antifascismo e l’altro per la musica. Ovviamente per Santino fu una fortuna. Conobbe il repertorio americano e imparò a improvvisare; fu in quel periodo che decise di continuare su questa strada intraprendendo la professione. Nel 1957 rifiutò di provare l’audizione nell’Orchestra della Rai di Roma per rimanere libero di suonare in giro.

La carriera di Di Rella annovera collaborazioni stabili con Alberto Rabagliati, Mina, Nicola Arigliano, Milva, Ornella Vanoni, Henghel Gualdi, Jula de Palma, Gino Latilla, Bruno Giannini, Sergio Endrigo e tanti altri, oltre a tournée in tutta Europa, fino a che, con l’arrivo dei Beatles, questo mondo fatto di complessi musicali jazz scomparve come in un sortilegio.

Un lavoro all’Inps gli permise di continuare una vita dignitosa ma l’assenza della musica lo consumò giorno dopo giorno. Ed è qui che appare come per magia il secondo anello di congiunzione. Proprio in via Sparano c’era la casa dell’ottico e fotografo Tonino Antonelli, chitarrista e jazzlover, il quale tra gli anni ’70 e ’80 raccoglieva musicisti e amatori di jazz in appassionate jam session: dal pianista Franz Falanga al trombonista Dino Blasi, dal contrabbassista Armando De Cillis al pianista Nico Esposito. Così Santino trovava pace per qualche ora, in via Sparano, guarda caso a pochi metri dove tutto era nato.

Il volume contenente i brani restaurati da Minafra raccoglie al suo interno dieci tracce che vedono la partecipazione di altri grandi musicisti nostrani fra cui Dino Blasi, il barese che suonò con Armstrong, recentemente scomparso. È possibile ascoltarlo al trombone in tre brani: Nuages, Rosetta, Stars fell on Alabama. Una registrazione effettuata da Gianni Giannotti nel 1973 consente oggi entrare per un momento in Casa Antonelli apprezzando il suono malinconico e lunare di Santino Di Rella.

«Santino Di Rella a Casa Antonelli» è, dunque, il titolo della seconda uscita discografica di Lost Tapes, il progetto firmato da Minafra. Un’idea che nasce in realtà già nel 2017, in seno al lavoro condotto per «Iazz Bann - Storie dimenticate di jazzisti che girarono il mondo» di cui è promotore lo stesso professore del Conservatorio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie