Martedì 22 Gennaio 2019 | 01:31

Lettere alla Gazzetta

Lui lavorerà anche se il futuro sarà dei disoccupati

L’Italia della desolazione e del malessere vivrà finalmente stagioni più fulgide. Presto, lavoreremo tutti.
Lavoreremo gratis. È la ricetta salvifica del sociologo Domenico De Masi, che ci salverà la vita, che ci proteggerà dai morsi della fame. «Lavorare gratis, lavorare tutti», non è un semplice slogan, non è solo una mera provocazione intellettuale, ma potrebbe finanche diventare un impegno programmatico politico. De Masi ha incontrato, a Milano, Beppe Grillo e Casaleggio junior.
Il sociologo, frequente ospite dei salotti televisivi di prima e seconda serata, elogia apertamente i grillini: «Io ho sempre votato Pd, ma a me questi m’intrigano». De Masi non è spaventato dall’autoritarismo, dal populismo. Lui è un rivoluzionario del pensiero, tanto da sostenere addirittura: «Potremmo avere un Parlamento di sette, otto persone». Visioni avanguardistiche. Il professore è sicuro: «Il futuro è dei disoccupati, che lavoreranno gratis».
Lui è già ampiamente occupato: pertanto, lavorerà rigorosamente dietro lauto pagamento.

Marcello Buttazzo, Lequile (Lecce)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400