Mercoledì 22 Maggio 2019 | 15:13

NEWS DALLA SEZIONE

Il Biancorosso

IL PAGELLONE
Di Cesare e Floriano campionato topPiovanello l'under più in palla

Di Cesare e Floriano campionato top
Piovanello l'under più in palla

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl giallo
Santeramo, ritrovata la statua di Sant’Erasmo: abbandonata in un casolare

Santeramo, ritrovata la statua di Sant’Erasmo: abbandonata in un casolare

 
MateraL'idea
Matera 2019: mille studenti in marcia per la «Cultura»

Matera 2019: mille studenti in marcia per la «Cultura»

 
LecceÈ in prognosi riservata
Nardò, esplode distributore di bevande: grave operaio 23enne

Nardò, esplode distributore di bevande: grave operaio 23enne

 
TarantoIl caso
Taranto, furti nei supermercati del centro: 5 denunce

Taranto, furti nei supermercati del centro: 5 denunce

 
Foggianel foggiano
mattinata

Mattinata, amministrazione giudiziaria per ditta allevamento, sospetta agevolazione mafiosa

 
BrindisiDopo la denuncia
Erchie, picchia e minaccia la moglie per anni: arrestato

Erchie, picchia e minaccia la moglie per anni: arrestato

 
PotenzaL'operazione
GdF, a Lauria scoperti 5 lavoratori in nero

GdF, a Lauria scoperti 5 lavoratori in nero

 
BatSanità
Andria, donazione multiorgano: il gesto di un 70enne

Andria, donazione multiorgano: il gesto di un 70enne

 

i più letti

Emozioni giallorosse

Lecce in A: i giocatori festeggiano, dallo spogliatoio in piazza

La squadra di Liverani ha conquistato il secondo posto disponibile in serie A: ecco come hanno festeggiato i giocatori al termine del match

Ore 16.59 dell’11 maggio 2019: il Lecce batte per 2-1 lo Spezia al Via del Mare e conquista la serie A dopo sette anni, con una entusiasmante cavalcata coronata con il secondo posto nel campionato di serie B. Tutto il Salento applaude i suoi eroi, in testa ai quali c'è il tecnico Fabio Liverani. È passato un solo anno dalla vittoria casalinga sulla Paganese, che sanciva il ritorno in B dopo ben sei anni trascorsi in Lega Pro dove la giustizia sportiva, nel 2012, lo aveva retrocesso con l’accusa di illecito sportivo nella gara contro i cugini del Bari.
Un urlo liberatorio degli oltre 25mila tifosi assiepati oggi sulle tribune del Via del Mare ha accompagnato il fischio finale della partita. Il Lecce in passato ha ottenuto la promozione in serie A per altre otto volte, ma oggi la vittoria ha il sapore della rivincita.


A Lecce e in provincia la gioia è incontenibile: ci sono caroselli in tutto il Salento dove sventolano bandiere giallorosse, i colori della squadra che ha realizzato il sogno dei tanti tifosi che da anni attendevano l’agognato traguardo della A.
Dopo la lunga gestione Semeraro, mentre aleggiava lo spettro della scomparsa del calcio da Lecce, arrivò la gestione Tesoro che per tre anni garantì la continuità sfiorando la promozione in B. Poi, nel 2015, l’avvento del presidente Saverio Sticchi Damiani il quale, con pazienza e lungimiranza, ha forgiato un modello di gestione efficace.
Sul successo della squadra pugliese giunge anche la benedizione dell’arcivescovo di Lecce, Michele Seccia: «Lo spettacolo del calcio in una terra del Sud, oltre che un auspicato ritorno di immagine - sottolinea - può diventare strumento di bene comune».

(foto Lezzi e Massimino)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400