Sabato 21 Luglio 2018 | 11:56

Il bando

Basilicata, immobili pubblici
gratis ai giovani delle start up

Sono complessivamente 103 i beni demaniali messi a disposizione: 43 sono dello Stato, 53 di enti locali e 10 dell'Anas

Basilicata, immobili pubblicigratis ai giovani delle start up

PIERO MIOLLA

C’è anche la casa cantoniera di Irsina e altri immobili lucani tra quelli ricompresi in un elenco di quarantatré edifici storici, torri, conventi, ex caselli ferroviari distribuiti su tutto il territorio nazionale, ricompresi nel bando denominato “Valore Paese-Cammini e Percorsi”, dell’Agenzia del Demanio. Esso è diretto a imprese, cooperative e associazioni, che dovranno essere costituite in prevalenza da under quaranta, le quali potranno aggiudicarsi in concessione gratuita per nove anni i fabbricati contenuti nell’elenco.

Il bando punta a salvare dall’abbandono tali edifici per dare loro nuova vita. Per questo, punta su iniziative a carattere innovativo ed utilizzalo strumento della concessione gratuita per sostenere l’imprenditoria giovanile: non a caso, il Demanio ha sottoscritto un protocollo di intesa con l’ente nazionale per il Microcredito, con l’obiettivo di assicurare agli interessati un sostegno finanziario. I progetti dovranno, però, rispettare la parola chiave riuso ed essere coerenti con la filosofia e le finalità dell’iniziativa che, da un lato, prevede nuove funzioni per i siti in questione, puntando su innovazione e turismo sostenibile e, dall’altro, tutela il carattere storico e identitario dell’immobile e del contesto in cui è inserito. Il bando in questione è in realtà il primo di un progetto più ampio attraverso il quale, anche in Basilicata, si vuole salvaguardare immobili vecchi e fatiscenti, donando loro nuova vita e, in tal modo, accrescere lo sviluppo turistico dell’area in cui si trovano, ma anche puntare alla salvaguardia e alla tutela dell’ambiente, ad esempio nella scelta delle tecniche e dei materiali, così come all’efficienza energetica.

Nella nostra regione, che spesso “presenta” edifici storici ma quasi del tutto abbandonati a sé stessi, evidentemente l’iniziativa può portare al raggiungimento degli obiettivi di cui sopra. Chiunque sia interessato ha tempo fino all’11 dicembre per presentare le proprie idee innovative. Fino a quella data, infatti, sul sito dell’Agenzia del Demanio sarà possibile scaricare il bando unico nazionale, la guida al bando e visualizzare anche le foto e tutta la documentazione riguardante gli immobili di proprietà dello Stato in gara. Il progetto è stato ideato e generato anche grazie all’ausilio dei ministeri del Turismo e dei Beni Culturali nell’ambito del Piano Strategico del Turismo 2017–2022 e del Sistema Nazionale delle Ciclovie Turistiche/Piano Straordinario della Mobilità turistica. Esso riguarda, più in generale, oltre cento immobili pubblici lungo i cammini e i percorsi ciclopedonali e storico-religiosi che attraversano tutta l’Italia per trasformarli in ostelli, piccoli hotel, punti ristoro, ciclo-officine, punti di servizio e assistenza per pellegrini, turisti, camminatori e ciclisti.

A conti fatti un’occasione d’oro per chi vive sul territorio e lo vuole valorizzare spingendo sul turismo sostenibile e la mobilità dolce. Temi che nella nostra Basilicata sono assolutamente centrali e vanno, quindi, valorizzati. La speranza è che i giovani lucani sappiano cogliere al volo l’opportunità e abbracciare l’iniziativa per dare nuova vita ai nostri immobili storici abbandonati.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Potenza, blitz nella notte: spuntaun ripetitore. «Non è autorizzato»

Potenza, blitz nella notte: spunta un ripetitore. «Non è autorizzato»

 
Melfi, un 23enne incensuratoarrestato per spaccio di droga

Melfi, un 23enne incensurato
arrestato per spaccio di droga

 
Riesame Potenza: Pittella resta ai domiciliari

Riesame Potenza:
Pittella resta ai domiciliari

 
«Grave pericolo per la salute e acque potabili compromesse»

«Grave pericolo per la salute
e acque potabili compromesse»

 
Sequestrate due eliambulanzeil volo dei soccorsi era un pericolo

Sequestrate due eliambulanze
il volo dei soccorsi era un pericolo

 
Melfi, sequestrati impianti inceneritore: «E' pericoloso»

Melfi, sequestrati impianti inceneritore: «E' pericoloso»

 
Portavoce, l’indagine interna del Consiglio inguaia Fulgione

Portavoce, l’indagine interna
del Consiglio inguaia Fulgione

 
Sanitopoli lucana, respinta mozione di sfiducia per Pittella

Sanitopoli lucana, respinta mozione di sfiducia per Pittella

 

GDM.TV

Locorotondo, così il suocero tentòdi uccide il genero: «Sei morto»

Locorotondo, così il suocero tentò di uccidere il genero: «Sei morto»

 
Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

 
Bari, donna prigioniera del fuoco in casa. le grida di aiuto

Bari, donna prigioniera del fuoco in casa: le grida di aiuto

 
Bari ai baresi

Bari ai baresi? I sogni e le voci dei biancorossi

 
Maxi sequestro a Lecce

Lecce, maxi sequestro di anabolizzanti: 500mila pasticche in un garage VIDEO

 
Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

1commento

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 
Brindisi, più di 260 chili di droga nascosti in un gommone: arrestato 26enne

Brindisi, più di 260 chili di droga nascosti in un gommone: arrestato 26enne (Vd)

 

PHOTONEWS