Cerca

Venerdì 15 Dicembre 2017 | 22:51

a matera

Un presepe vivente
in chiave «teatrale»

Un presepe viventein chiave «teatrale»

MATERA - Sarà realizzato in chiave teatrale, con la partecipazione di attori che metteranno in scena diversi contesti e situazioni della vita quotidiana della Giudea di 2000 anni fa, il presepe vivente nei rioni Sassi di Matera che si svolgerà nei giorni 8, 9, 10, 16, 17, 29 e 30 dicembre 2017 e il 6 e 7 gennaio 2018. L’evento, che ha come tema «Venite a Me», è stato organizzato dalla società Matera Convention Bureau, vincitrice di un bando indetto dall’amministrazione comunale.

Il programma, illustrato nel corso di una conferenza stampa, prevede un percorso itinerante guidato e lungo un chilometro, che si estende dal centro storico al Sasso Barisano. Saranno riprodotte sei scene teatrali, con alcune decine di figuranti, incentrate sull'Annunciazione,il Sinedrio,il Mercato, gli antichi mestieri, la Corte di Erode e la Natività. La regia è affidata a Giampiero Francese. L’accesso ai luoghi del presepe, alla mostra sui presepi d’Italia e al presepe di ghiaccio, allestiti nell’ex ospedale San Rocco, è riservato a chi acquisterà il biglietto.
Nel programma è prevista anche una riproduzione scenografia, presso la Chiesa del Carmine a Palazzo Lanfranchi, della «Adorazione dei Pastori» di Mattia Preti eseguita dagli attori della compagnia dei «Quadri Plastici» di Avigliano: l’ingresso sarà a offerta libera, che sarà destinata alla ricerca per le malattie rare di Telethon. Il presepe, come ha riferito il presidente della società organizzatrice Luca Prisco, ha già delle date da tutto esaurito con prenotazioni provenienti anche da fuori regione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione