Lunedì 30 Marzo 2020 | 10:42

NEWS DALLA SEZIONE

Il personaggio
Camillo Pace esorcizza il Covid 19:  con contrabbasso e jazz nell’anima di cantautore

Camillo Pace esorcizza il Covid 19: con contrabbasso e jazz nell’anima di cantautore

 
La conferma
Taranto, operaio ex Ilva si sente male in fabbrica: è positivo al Coronavirus

Taranto, operaio ex Ilva si sente male in fabbrica: è positivo al Coronavirus. Isde: «Fermare produzione»

 
le dichiarazioni
Mittal, sindaco Taranto: stop impianti entro 30 giorni

Mittal, sindaco Taranto: stop impianti entro 30 giorni

 
era del Tarantino
Nicaragua, 54enne di Martina Franca ucciso: 3 condanne

Nicaragua, 54enne di Martina Franca ucciso: 3 condanne

 
emergenza coronavirus
Taranti, reparti del «Moscati» trasferiti in cliniche private

Taranto, reparti del «Moscati» trasferiti in cliniche private

 
pericolo contagio
Mittal Taranto, caso sospetto Coronavirus: operaio attende tampone

Mittal Taranto, caso sospetto Coronavirus: operaio attende tampone

 
La denuncia
Emergenza coronavirus, a Taranto troppi lavoratori esposti

Emergenza coronavirus, a Taranto troppi lavoratori esposti

 
emergenza coronavirus
Mittal Taranto, si valuta riduzione numero operai

Mittal Taranto, si valuta riduzione numero operai

 
l'operazione
Taranto, carabinieri arrestano 30enne rumena in casa con connazionali: ricercata dal 2015

Taranto, carabinieri arrestano 30enne rumena in casa con connazionali: ricercata dal 2015

 
Solidarietà
Taranto, comunità cinese dona 8mila mascherine per emergenza Covid 19

Taranto, comunità cinese dona 8mila mascherine per emergenza Covid 19

 
emergenza coronavirus
Castellaneta, pericolo focolaio ospedale «Aspettiamo esito tamponi. Situazione insostenibile»

Castellaneta, pericolo focolaio ospedale «Aspettiamo esito tamponi»

 

Il Biancorosso

le dichiarazioni
Angelozzi e la grande paura: «Senza calcio manca l'aria»

Angelozzi e la grande paura: «Senza calcio manca l'aria»

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaLa decisione
Truffa parchi fotovoltaici in Basilicata, confermati sequestri

Truffa parchi fotovoltaici in Basilicata, confermati sequestri

 
Materacontrolli
Matera, a spasso con l'eroina: arrestato pusher

Matera, a spasso con l'eroina: arrestato pusher

 
GdM.TVemergenza coronavirus
Bari, consegnate 42mila mascherine in Puglia: «Meno di un terzo del fabbisogno»

Bari, arrivano 42mila mascherine in Puglia: «Meno di un terzo del fabbisogno»

 
Batemergenza coronavirus
Trani, Ordine avvocati: «Pieno sostegno al mondo della Sanità»

Trani, Ordine avvocati: «Pieno sostegno al mondo della Sanità»

 
Hometragedia sfiorata
Galatina, fiamme al materasso, divampa incendio in stanza ospedale

Galatina, paura in ospedale: a fuoco materasso, fiamme in una stanza

 
HomeLa denuncia
Poliziotti penitenziari picchiati in carcere a Foggia e Trani: «Siamo abbandonati»

Poliziotti penitenziari picchiati in carcere a Foggia e Trani: «Siamo abbandonati»

 
TarantoIl personaggio
Camillo Pace esorcizza il Covid 19:  con contrabbasso e jazz nell’anima di cantautore

Camillo Pace esorcizza il Covid 19: con contrabbasso e jazz nell’anima di cantautore

 

i più letti

Bagno di folla

Taranto abbraccia Diodato, l'appello dei fan: «Aiutaci a fare rumore»

Grande entusiasmo per il vincitore della 70esima edizione di Sanremo che torna finalmente a casa

TARANTO - Due ali di folla – quasi metaforicamente a rappresentare i due mari della città – abbracciano con l’affetto che merita Antonio Diodato che, dopo il recente successo del Festival di Sanremo, torna a lasciarsi “accarezzare” dalla sua Taranto. E sono, non uno, ma due mari di amore. Mette le mani tra i capelli Diodato quando, ieri pomeriggio, salendo sul palco allestito nella Galleria Auchan per il firmacopie organizzato da Mondadori, sente quanto i suoi concittadini abbiano imparato a “far rumore” insieme a lui. Sarà stata pure numerosa la folla incontrata in altre librerie in giro per l’Italia, ma qui il saluto, le mani alzate, l’urlo dei sui fan hanno tutto il sapore del ritorno a casa. E, certo, quando il ritorno è all’insegna del successo, il sapore è molto più intenso. Tutto evidentemente da gustare. Anche perché lui ha ripagato Taranto dedicandole la canzone vincitrice e Taranto ora lo ripaga così.

Diodato arriva quando il pubblico è assiepato lì ormai da qualche ora, ma sapientemente “riscaldato” dal conduttore della radio “Ciccio Riccio”. I due ultimi successi, la canzone che ha vinto Sanremo e quella candidata come Miglior Canzone Originale al David di Donatello, sono la colonna sonora dell’attesa. Note e ritornelli, parole, risuonano con insistenza sempre più incalzante, cantate quasi a squarciagola dal pubblico presente. “Ciccio Riccio” è lì a strappare col microfono le emozioni dei fan in prima fila. Le due composizioni musicali più recenti e più note trovano il loro fil rouge: impariamo a far rumore in una città in bilico tra lavoro e salute, ma….che vita meravigliosa!!

Quando Diodato infila la porta principale d’ingresso della Galleria, i suoi fan sono davvero pronti ora a fare tanto “rumore”. Col passo quasi felpato e leggero, sorriso stampato sul volto felice, il volo sul palco dura quasi un attimo. Lo inchiodano centinaia di occhi, lo accarezzano le urla festose, lo salutano centinaia di braccia e mani che reggono i tanti cd venduti. Imbraccia la chitarra e riparte con quei motivi che stanno diventando la colonna sonora di tante vite e tante storie. «E non lo so se mi fa bene, Se il tuo rumore mi conviene, Ma fai rumore sì, Che non lo posso sopportare, Questo silenzio innaturale tra me e te». A cantare il testo dal vivo unendo la propria voce a quella di Antonio - come lo acclamano tutti – fa un effetto completamente diverso. L’incanto si ripete persino con un coinvolgimento maggiore quando le parole sono quelle che accarezzano di più il cuore: «Ah che vita meravigliosa, Questa vita dolorosa, seducente, miracolosa, Vita che mi spingi in mezzo al mare, Mi fai piangere e ballare come un pazzo insieme a te…». C’è persino il tempo della commozione per chi, al di qua delle transenne, assiste sulla sua sedia a rotelle. Piccoli momenti felici, piccole grandi emozioni ritratte e conservate nelle memorie smart di centinaia di telefonini e serrate nel cuore di tantissimi fan. “Poi ci abbracciamo”, aveva detto prima di cantare. E mantiene la sua promessa. Dopo aver cantato e ripetuto più volte i ritornelli più cari, è lì a concedersi a tantissimi selfie, e tantissime foto. Poi ordinatamente comincia il rito del firmacopie. Sul palco, uno alla volta, arrivano i fan. C’è il tempo per una firma ed una foto, con ciascuno di loro. E sono circa 360, per quel che sanno gli altri in attesa, contenti di attenderlo fino a fine serata. Fuori dalla Galleria, ancora una volta un tramonto spettacolare regala nuvole rosa sullo sfondo azzurro del cielo. Per chiudere un giorno di felice serenità donata alla città dei due mari, in attesa delle ulteriori occasioni di incontro promesse. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie