Lunedì 27 Giugno 2022 | 11:24

In Puglia e Basilicata

Guerra fra clan

Bitonto, uccisa anziana passante: usata come scudo da bersaglio killer

30 Dicembre 2017

NICOLA PEPE

La guerra fra clan a Bitonto fa una vittima innocente. Una anziana di 84 anni, Anna Rosa Tarantino, è morta ed un giovane è rimasto ferito con colpi di arma da fuoco sparati da una o più persone non ancora identificate in circostanze ancora da chiarire in strada, a Porta Robustina, all’ingresso del centro storico, a Bitonto. Almeno dieci i colpi sparati, uno dei quali ha colpito la donna che si trovava a passare mentre il ferito è un pregiudicato, Giuseppe Casadibari, 23 anni, che ha precedenti per droga ed è ritenuto vicino al clan Conte. In base a una prima e sommaria ricostruzione dell'accaduto, pare che il giovane inseguito dai killer si sia fatto scudo della donna che rientrava dalla messa e andava a far visita a una sua amica. La zona in cui è avvenuta la sparatoria - nei pressi di piazza Caduti del Terrorismo - è poco distante dal luogo in cui si svolge il mercato.

L’anziana - raggiunta da diversi colpi - è morta in ambulanza poco prima dell’arrivo nell’ospedale San Paolo di Bari. Un altro proiettile avrebbe colpito un giovane al torace. Il ferito è stato soccorso da personale del 118 e trasportato al policlinico di Bari. Il ragazzo, piantonato nel Policlinico di Bari dalla Polizia, è stato colpito ad una clavicola e al torace subendo la perforazione del polmone. Nelle prossime ore sarà sottoposto ad intervento chirurgico ma dalla direzione sanitaria dell’ospedale fanno sapere che le sue condizioni non sono critiche.

Almeno due le armi usate: stando ai primi accertamenti fatti sul posto da Squadra Mobile e Carabinieri, coordinati dai pm Marco D’Agostino e Ettore Cardinali della Dda di Bari, i sicari avrebbero inseguito a piedi il 20enne Giuseppe Casadibari all’interno del centro storico, sparando almeno 17 colpi da una pistola automatica e altri, non ancora quantificati, da un revolver. Questa dovrebbe essere l’arma utilizzata per uccidere la donna, raggiunta, sembra dalle ultime informazioni acquisite, da un colpo ad un fianco. Il medico legale che procede è Francesco Introna dell’istituto di medicina legale del Policlinico di Bari, al quale nei prossimi giorni sarà conferito l’incarico per l'autopsia della vittima.

Non è da escludere che l'agguato rientri in una guerra fra clan rivali. La sparatoria avvenuta nel centro storico - quella in cui è rimasta vittima l'anziana - sarebbe stata la risposta a un altro agguato avvenuto poco prima nella zona 167 di Bitonto, via Pertini dove sono stati esplosi numerosi colpi i pistola e mitra contro l'abitazione di un boss della mala bitontina. Inoltre, dopo circa 20 minuti dall’agguato avvenuto tra Porta Robustina e via dei Martiri, è stato poi inspiegabilmente ucciso, a colpi di pistola, un cane: l'episodio è avvenuto nei pressi della stazione dei carabinieri, in un quartiere ad alta densità di case popolari e dove risiedono esponenti di un altro clan.   (Video Luca Turi)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725