Sabato 11 Luglio 2020 | 11:17

NEWS DALLA SEZIONE

In occasione prova paratoie
VENEZIA - Mose, protesta con barche davanti San Marco

VENEZIA - Mose, protesta con barche davanti San Marco VIDEO

 
Anche due feriti gravi
Incidente in A15 altezza Villafranca in Lunigiana: due morti

Incidente in A15 altezza Villafranca in Lunigiana: due morti VIDEO

 
A 427 anni dalla nascita
Artemisia Gentileschi, Google celebra con doodle la grande pittrice

Artemisia Gentileschi, Google celebra con doodle la grande pittrice

 
Nel Lazio
Tromba d'aria marina a Sperlonga: danni e paura

Tromba d'aria marina a Sperlonga: danni e paura VIDEO

 
Caduta di alberi
MALTEMPO ITALIA - Tempesta nel Ferrarese, 1.500 case senza luce

MALTEMPO ITALIA - Tempesta nel Ferrarese, 1.500 case senza luce VIDEO

 
Persone in strada
Incendio a Venturina in un capannone

Incendio a Venturina in un capannone VIDEO

 
Maltrattamento di animali
Enzo Salvi, uomo lancia pietre contro pappagallo del comico: denunciato

Enzo Salvi, uomo lancia pietre contro pappagallo del comico: denunciato

 
Nube nera in cielo
PERUGIA - Incendio in zona Ponte San Giovanni

PERUGIA - Incendio in zona Ponte San Giovanni VIDEO

 
Illeso un fratellino
VARESE - Albizzate, crolla tetto edificio: muore madre e due figli

VARESE - Albizzate, crolla tetto edificio: muore madre e 2 figli VIDEO

 
Vertice in prefettura
CASERTA - Coronavirus, Mondragone zona rossa

CASERTA - Coronavirus, Mondragone zona rossa Covid 19 VIDEO

 
Alle ore 9.57
Ponte di Genova, prima auto attraversa la struttura

Ponte di Genova, prima auto attraversa la struttura VIDEO

 

Il Biancorosso

calcio
Bari 13 luglio contro Ternana, ds Scala: «Sorteggio non molto favorevole»

Bari 13 luglio contro Ternana, ds Scala: «Sorteggio non molto favorevole»

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceIl giallo
Racale, caccia ai complici del rapitore di Mauro

Racale, caccia ai complici del rapitore di Mauro

 
Barilavoro
Sanità, il Policlinico Bari stabilizza 41 precari

Sanità, il Policlinico Bari stabilizza 41 precari

 
Tarantoil siderurgico
Taranto, ritardi fatture: gli autotrasportatori in protesta

Taranto, ritardi fatture: gli autotrasportatori in protesta

 
Potenzanel Potentino
Cerca di dare fuoco a sede Cisl Melfi: arrestato 51enne

Cerca di dare fuoco a sede Cisl Melfi: arrestato 51enne

 
BatBeni storici
Canosa, chiesetta di Sant'Antonio da salvare

Canosa, la chiesetta di Sant'Antonio da salvare

 
Materanel Materano
Gorgoglione, trovata statua rubata nel 2008 da Chiesa S.M. Assunta: verrà restituita

Gorgoglione, trovata statua rubata nel 2008 da Chiesa S.M. Assunta: verrà restituita

 
BrindisiPolitica
Torchiarolo, sciolto il Consiglio. Viceprefetto Coluccia commissario

Torchiarolo, sciolto il Consiglio. Viceprefetto Coluccia commissario

 

i più letti

«libertà, libertà»

Gilet arancioni dell'ex generale Pappalardo nelle piazze

Gilet arancioni, movimento di protesta fondato dall'ex generale Antonio Pappalardo, ha manifestato in diverse città italiane da Milano a Roma

Gilet arancioni, il movimento di protesta fondato dall'ex generale Antonio Pappalardo ha manifestato in diverse città italiane, da Milano a Roma, per protestare contro il governo.

TORINO - In piazza oggi anche a Torino, dove qualche centinaio di persone si sono radunate in piazza Statuto, nel centro della città, per una manifestazione di protesta al grido di «libertà, libertà». Tra le altre cose, i gilet arancioni, dell'ex generale Pappalardo, chiedono «il ritorno alla lira italica». La manifestazione si è svolta pacificamente e senza intoppi, anche se qualche partecipante non indossava la mascherina.

MILANO - Qualche centinaio di persone si sono radunate stamani in Piazza Duomo a Milano per una manifestazione dei «gilet arancioni», un movimento di protesta fondato dall'ex generale Antonio Pappalardo che chiede, tra l’altro, il ritorno alla «lira italica» e un «governo votato dal popolo». Nel corso della manifestazione la maggioranza dei partecipanti non ha rispettato le distanze di sicurezza per l'emergenza Covid e si sono verificati di fatto alcuni assembramenti anche attorno ai rappresentanti del movimento che parlavano al microfono, dopo aver steso striscioni a terra. Alcuni dei partecipanti della manifestazione a Milano tenevano anche le mascherine abbassate mentre urlavano cori di protesta.

Saranno identificati tramite le immagini delle telecamere e denunciati gli organizzatori e i partecipanti alla manifestazione dei «Gilet arancioni» che si è svolta questa mattina a Milano, in piazza Duomo. Molte persone presenti infatti, hanno abbassato la mascherina (alcune ne erano sprovviste) mentre urlavano slogan contro il governo. La questura, che era presente con agenti in piazza per monitorare la situazione, ha fatto sapere che i contestatori saranno denunciati per la violazione del decreto contro la diffusione del Covid-19.

«Ho chiesto al Prefetto», Renato Saccone, «di denunciare gli organizzatori della manifestazione dei cosiddetti «gilet arancioni». Lo ha scritto sulla sua pagina Facebook il sindaco di Milano Giuseppe Sala parlando della manifestazione che si è tenuta stamattina in piazza Duomo in cui i manifestanti erano assembrati e alcuni senza mascherine. «Un atto di irresponsabilità in una città come Milano che così faticosamente sta cercando di uscire dalla difficile situazione in cui si trova», ha concluso.

BOLOGNA - E' stato necessario anche un passaggio della polizia per invitare i manifestanti, che si sono dati appuntamento questa mattina in Piazza Maggiore a Bologna per una protesta contro il Governo, a tenere le distanze di sicurezza e a indossare la mascherina. Gruppi di persone, tra cui anche alcuni Gilet arancioni di Antonio Pappalardo, si sono ritrovati sul Crescentone, con striscioni e bandiere, per questa iniziativa senza però rispettare le misure per contenere i contagi da Covid-19 e creando assembramenti.

FIRENZE - Manifestazione dei gilet arancioni, movimento di protesta fondato dall'ex generale Antonio Pappalardo, anche a Firenze oggi: circa 250 le persone - secondo il dato fornito dalle forze dell’ordine - che si sono riunite dalle 10 alle 12 in piazza Santa Maria Novella, dietro la stazione centrale. Non sono stati segnalati problemi di ordine pubblico: da quanto spiegato non sempre rispettata la distanza di sicurezza tra i manifestanti che avevano quasi tutti le mascherine.

Gilet arancioni: Laforgia, piazza a Pappalardo non andava data - «La piazza, all’ex Generale Pappalardo già rinviato a giudizio nel 2019 per vilipendio del Presidente della Repubblica, in totale assenza di condizioni di sicurezza, semplicemente non andava concessa. Chiederemo spiegazioni alla ministra dell’Interno. Tutto questo é intollerabile». Lo dice il senatore di LeU Francesco Laforgia.

Gilet arancioni: Fornaro, rispondere con armi democrazia - «Le immagini di Piazza del Duomo non hanno nulla a che fare con il reale disagio sociale, ma sono fotogrammi già visti di chi cerca di sfruttare la rabbia di chi è in sofferenza al solo scopo di far crescere la tensione politica e favorire uno sbocco autoritario della crisi. Alla vigilia del 2 giugno, bisogna rispondere con le armi della democrazia repubblicana». Lo afferma il capogruppo di Liberi e Uguali alla Camera, Federico Fornaro. «È palese, infatti, che gli organizzatori abbiano voluto deliberatamente e provocatoriamente infrangere le norme sul distanziamento sociale e sull'obbligo di dispositivi di protezione individuale: siano identificati dalle autorità competenti e si proceda nei loro confronti ai sensi della normativa vigente. In Italia la legge è uguale per tutti, anche per il signor Pappalardo».

Gilet arancioni: Cento (Leu), non lasciare piazze a sovranisti - «Nelle giornata di oggi a Roma e in alcune città italiane ci sono state manifestazioni dei cosiddetti gilet arancioni e strumentalizzazioni di gruppi sovranisti e di estrema destra. Nelle prossime settimane il disagio e la rabbia sociale di fronte ad una crisi economica drammatica torneranno a farsi sentire nelle piazze e la sinistra deve avere la capacità di ricostruire una propria presenza nelle piazze». Lo afferma Paolo Cento di Sinistra Italiana-Leu. «La sinistra - prosegue l’esponente di Leu - deve essere capace di dare rappresentanza e proporre soluzioni al disagio sociale a partire da un reddito di emergenza per tutti e respingere ogni tentativo di strumentalizzazione. Solo così - conclude Cento - si potranno respingere i tentativi interessati di chi vuole indicare strade e soluzioni che porterebbero il nostro Paese nel baratro economico e democratico».

M5S, incivile raduno gilet arancioni a Milano - «I gilet arancioni si sono presi gioco dei milanesi e hanno infranto le regole per ignoranza e inciviltà. Chi ha autorizzato questo assembramento? Perché non è stato impedito? Se da domani aumenteranno i contagi chi sarà il responsabile?». E’ quanto afferma in una nota Marco Fumagalli, capogruppo del M5S Lombardia. «Oggi assistiamo - aggiunge Fumagalli - a 'radunì di soggetti vestiti di arancione, che in barba ad ogni richiamo circa l’obbligo di distanziamento inneggiano alla piazza e al ritorno alla lira con un ripugnante rigurgito nazionalista, domani a chi tocca? Mai come oggi - spiega ancora - alla vigilia della Festa della Repubblica, siamo chiamati a tenere alta l'attenzione sui i diritti e la salute dei cittadini e il rispetto delle regole democratiche».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie