Giovedì 18 Agosto 2022 | 07:25

In Puglia e Basilicata

LA MANIFESTAZIONE

Nicola Lagioia: «Lungomare di Libri ci riconsegna la comunità»

Aperta la rassegna culturale a Bari con 36 case editrici coinvolte. Il sindaco Decaro: «Un momento formativo»

01 Luglio 2022

Redazione online (video Fasano)

«Quella di quest'anno del Lungomare di Libri è la prima vera edizione, dopo l'anno zero del 2021 condizionato dal Covid» dice il sindaco di Bari Atonio Decaro alla inaugurazione della manifestazione avvenuta questo pomeriggio. La rassegna, da oggi fino a domenica 3 luglio, è ideata dall’Assessorato alle Culture, Turismo e Marketing Territoriale del Comune di Bari, realizzata da Comune di Bari e Regione Puglia - Dipartimento Turismo, Economia della Cultura e Valorizzazione del Territorio, nell’ambito della programmazione dei Presìdi del Libro in collaborazione con il Salone Internazionale del Libro di Torino, insieme ai librai di Bari e provincia e di case editrici pugliesi associate all'APE-Associazione Pugliese Editori.

«Lungomare di libri - evidenzia ancora il sindaco De Caro - costituisce un momento importante per la comunità, perché oltre ad alimentare l'interesse per la lettura, crea una rete sinergica atta a favorire la crescita del territorio. E vista la presenza del mare così vicino, permette di riappropriarci di quella costruttiva lettura "lenta" tipica dell'estate». Vicino a Decaro c'è il direttore editoriale - confermato sino al 2023 - del Salone di Torino, il barese Nicola Lagioia, il quale evidenzia «questo prezioso frutto di una manifestazione capace di creare una comunità, dopo che il percorso di collaborazione tra il Salone del Libro torinese era partito prima che scoppiasse il Covid. Si tratta di una manifestazione che ha un forte valore sociale».

La «sostanza» della manifestazione «Lungomare di Libri» viene illustrata dall'assessore alla Cultura del Comune di Bari Ines Pierucci, che evidenzia come il volere della manifestazione da parte degli esperti di settore sia attuato. «Lezioni, 44 incontri, tavole rotonde, con 20 librerie e 36 case editrici coinvolte. Questi sono numeri che potrebbero essere propedeutici ad una prossima Fiera del libro a Bari».   

A «Lungomare di Libri», dove oggi vi è stato anche l'intervento del direttore de 1La Gazzetta del Mezzogiorno» Oscar Iarussi, al via anche gli appuntamenti per bambini e ragazzi, a cura dell'Assessorato al Welfare del Comune di Bari con la rete di Bari S ocial Book e la rete territoriale dei servizi educativi, con Ponti e notti di pace. Nei giorni della manifestazione ci sarà anche la mostra «Obey. Peace revolution» nel Teatro Margherita. Per tutti gli appuntamenti in programma giornalmente dalle ore 18.30 alle ore 21 sarà garantito il servizio di interpretariato LIS (Lingua dei Segni Italiana), grazie al contributo del Consiglio Regionale ENS Puglia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725