Domenica 17 Novembre 2019 | 23:12

NEWS DALLA SEZIONE

la storia
Bari, Teatro Piccinni: ecco perché non fu intitolato a Maria Teresa d'Asburgo

Bari, Teatro Piccinni: ecco perché non fu intitolato a Maria Teresa d'Asburgo

 
maltempo
Bari, allo Stadio San Nicola il vento fa volare via un altro «petalo»

Bari, allo Stadio San Nicola il vento fa volare via un altro «petalo»

 
trasporti
Treno Napoli-Bari, stop al tunnel sotto l'Irpinia

Treno Napoli-Bari, stop al tunnel sotto l'Irpinia, bocciato dal Ministero

 
fermato a bari        
Bari, a folle velocità sul lungomare ha un tasso alcolemico 3 volte più alto del consentito: denunciato

A folle velocità sul lungomare, ha un tasso alcolemico 3 volte più alto del consentito: denunciato

 
La curiosità
Ama talmente tanto Bari da tatuarsi la Gazzetta

Si tatua la Gazzetta sul polpaccio: l'inno alla baresità di un 22enne

 
Il caso
Bari, venditore abusivo aggredisce agenti: arrestato

Bari, venditore abusivo aggredisce agenti: arrestato

 
riqualificazione
Bari, ospedale pediatrico inaugura nuovo accesso riservato ai mezzi di soccorso

Bari, al Pediatrico nuovo accesso riservato ai mezzi di soccorso

 
viabilità
SS16, il Ministero chiude la partita: la variante partirà da Mungivacca

SS16, il Ministero chiude la partita: la variante partirà da Mungivacca

 

Il Biancorosso

serie c
Antenucci e una partita speciale: «Incrocio fra passato e presente»

Bari batte Paganese 1-0. Decide la rete di Antenucci. Rivedi la diretta

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoLa protesta
Mittal, a Taranto sindacati sul piede di guerra: nessuno spegnerà la fabbrica

Mittal, a Taranto sindacati sul piede di guerra: nessuno spegnerà la fabbrica
Voci su blocco uscita dei camion

 
Leccemusica
«Bases», a Lecce la presentazione dell'album del sassofonista Giovanni Chirico

«Bases», a Lecce la presentazione dell'album del sassofonista Giovanni Chirico

 
Barila storia
Bari, Teatro Piccinni: ecco perché non fu intitolato a Maria Teresa d'Asburgo

Bari, Teatro Piccinni: ecco perché non fu intitolato a Maria Teresa d'Asburgo

 
Materail personaggio
Da «Imma Tataranni» al cinema con «Gli uomini d'oro»: il materano Giuseppe Ragone si racconta

Da «Imma Tataranni» al cinema con «Gli uomini d'oro»: il materano Giuseppe Ragone si racconta

 
Foggiadai carabinieri
Cerignola, non si ferma all'alt e fugge con 2 figli piccoli a bordo, arrestata mamma 30enne

Cerignola, non si ferma all'alt e fugge con 2 figli piccoli a bordo, arrestata mamma 30enne

 
Brindisiin via Longobardo
Brindisi, cemento e calcinacci si abbattono al suolo: tragedia sfiorata al Casale

Brindisi, cemento e calcinacci si abbattono al suolo: tragedia sfiorata al Casale

 
Batnel nordbarese
Canosa, nuova discarica in Contrada Tufarelle, appello all'Arpa Puglia: «Decidano solo i tecnici»

Canosa, nuova discarica in Contrada Tufarelle, appello all'Arpa Puglia: «Decidano solo i tecnici»

 
Potenzail personaggio
Potenza, il Capodanno Rai ha cambiato la vita a Peppone, mito dello street food

Potenza, il Capodanno Rai ha cambiato la vita a Peppone, mito dello street food

 

i più letti

sanità

Bari, inaugurata nuova risonanza magnetica all'ospedale San Paolo

Taglio del nastro anche per la nuova Unità di terapia intensiva respiratoria (UTIR), l’ambulatorio di Elettroencefalografia dell’età evolutiva (Centro epilessia infantile) e il Centro di orientamento oncologico (Coro)

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, ha inaugurato oggi all’Ospedale San Paolo di Bari la nuova risonanza magnetica, la nuova Unità di terapia intensiva respiratoria (UTIR), l’ambulatorio di Elettroencefalografia dell’età evolutiva (Centro epilessia infantile) e il Centro di orientamento oncologico (Coro). I nuovi reparti e macchinari sono già operativi. Accompagnato dal direttore della Asl Bari, Antonio Sanguedolce, Emiliano ha visitato prima la nuova Risonanza Magnetica, poi ha incontrato gli operatori e i genitori dei pazienti dell’ambulatorio di epilessia infantile. Dopodiché ha visionato il nuovo reparto di Pneumologia, trasferito definitivamente al quarto piano e infine ha potuto vedere il Centro di orientamento oncologico (Coro) da poco attivo a fianco del reparto di Oncologia.

«Ogni giorno ci sono nuove inaugurazioni - ha detto Emiliano - nuovi reparti, nuovi accordi ed assunzioni. Una intensissima attività legata al rinforzo organizzativo della nostra sanità. Stiamo recuperando venti anni di ritardi e speriamo di poter far funzionare sempre meglio le nuove strumentazioni con l’altissima professionalità che contraddistingue questo ospedale».
«E' un ospedale che stiamo rinnovando - ha detto Emiliano - ci stiamo sforzando di offrire sia al personale che ai pazienti la massima efficienza organizzativa e tecnologica ad un sempre maggior numero di assistiti che provengono dall’area metropolitana del nord barese data la sua posizione strategica». "La risonanza magnetica - ha spiegato la dottoressa Luisa D’Aprile, direttore dell’Unità operativa - è uno strumento dal punto di vista tecnologico molto evoluto, con un diametro di 70 cm rispetto alle precedenti di 45-50 cm, che permette di fare esami diagnostici di altissimo livello anche grazie alla nostra decennale esperienza, come l’indagine sul morbo di Crohn, garantendo una serie di informazioni in più sempre più specifiche. Si può dire che il nostro ospedale rappresenta una eccellenza di riferimento a livello nazionale in particolare sull'apparato digerente. Anche se si continua a lavorare per la routine come per esempio la diagnostica sulla colonna vertebrale e la diagnosi oncologica dei casi dei tumori cerebrali o di problematiche cardiache».

La visita del Presidente Emiliano è proseguita nel reparto che cura l’epilessia infantile e le malattie rare. "La mission di questo nuovo reparto - ha spiegato il responsabile neurologo, Vittorio Sciruicchio - è di curare non solo le forme di epilessia infantile ma anche le cefalea in età pediatrica e adolescenziale con una specifica attenzione nei confronti delle malattie rare che in alcuni casi vengono 'annunciate' proprio da episodi epilettici». «Le malattie rare - ha spiegato la pediatra Giuseppina Annichiarico, coordinatrice regionale del settore - che si presentano spesso con episodi di epilessia sono causa dei 2/3 della mortalità infantile e abbiamo creduto che un ambulatorio ed un reparto sull'epilessia infantile fosse proprio in questo ospedale capace di consentire la multidisciplinarietà essenziale per avviare interventi rapidi di cura e di gestione delle malattie rare per aiutare i piccoli pazienti a crescere superando i periodi critici».

«Siamo soddisfatti del percorso di rinnovamento che l'ospedale San Paolo sta affrontando con successo e con fatica - ha concluso il direttore sanitario, Angela Leaci - vogliamo soprattutto garantire e migliorare l’offerta sia dal punto di vista sanitario che dell’accoglienza e possiamo dire che la collaborazione tra enti sta portando ad ottimi risultati».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie