Giovedì 15 Novembre 2018 | 15:16

NEWS DALLA SEZIONE

Crisi in Comune
Taranto, il sindaco Melucci valuta il ritiro delle dimissioni

Taranto, il sindaco Melucci valuta il ritiro delle dimissioni

 
L'inchiesta
Taranto, morti sul lavoro il video in mano ai pm

Taranto, morti sul lavoro il video in mano ai pm

 
Crisi in Comune
Taranto, Si avvia lo scioglimento del Consiglio: già raccolte 13 firme

Taranto, Si avvia lo scioglimento del Consiglio: già raccolte 13 firme

 
A taranto
Centro autismo rischia chiusura, protestano famiglie

Centro autismo rischia chiusura, protestano famiglie

 
Incidente sul lavoro
Taranto, due operai cadono da impalcatura in quartiere Tamburi

Taranto: il cestello della gru si ribalta, precipitano e muoiono due operai

 
Ambiente
Taranto, spostati i fusti radioattivi da ex Cemerad a Roma

Taranto, spostati i fusti radioattivi da ex Cemerad a Roma

 
Furto
Rubano 720kg di olive a Palagiano, arrestati 4 stranieri

Rubano 720kg di olive a Palagiano, arrestati 4 stranieri

 
La vicenda
Taranto, vandali distruggono Piazza Bettolo nella notte

Taranto, vandali distruggono Piazza Bettolo nella notte

 
La tragedia in Francia
Marsiglia, ultimo saluto a Simona Carpignano: le sue ceneri sparse in mare

Marsiglia, ultimo saluto a Simona Carpignano: il corpo sarà cremato

 
Pericolo sventato
Taranto, raccolgono funghi velenosi senza saperlo: salvati dai forestali

Taranto, raccolgono funghi velenosi senza saperlo: salvati dai forestali

 
Blitz dei carabinieri
Caporalato, tre rumeni arrestati a Ginosa: sfruttavano i braccianti

Caporalato, tre rumeni arrestati a Ginosa: sfruttavano i braccianti

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

Salvate in extremis

Scambiano bacche per more
intossicate due martinesi

Una donna di 43 anni e l’altra di 36 ricoverate in Rianimazione: non sono in pericolo di vita

Scambiano bacche per moreintossicate due martinesi

Sarà per il loro colore scuro che alcune bacche di belladonna sono state scambiate da due donne martinesi, una di 43 anni e l’altra di 36, per more. Per questo, le due malcapitate non hanno resistito e le hanno raccolte frullandole e bevendone il succo. Ma non si trattava di more, bensì di bacche di erbe officinali note per i loro effetti curativi ma anche per quelli pericolosamente tossici. Così, probabilmente per l’alto dosaggio con cui le bacche frullate sono state assunte, le due donne sono finite intossicate ed in gravi condizioni in Rianimazione all’ospedale Moscati. Ai sanitari non è rimasto altro da fare che contattare il Centro antiveleni più vicino in modo da poter somministrare loro l’antidoto più appropriato. Ora le donne sono fortunatamente fuori pericolo, ma per il momento rimangono in Rianimazione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400