Sabato 20 Ottobre 2018 | 22:56

NEWS DALLA SEZIONE

Scoperta dal Noe di Lecce
Manduria, piantagione ulivi trasformata in discarica

Manduria, piantagione ulivi trasformata in discarica

 
Consegnate al comune
Petizione genitori tarantini per chiudere Ilva, raccolte 4mila firme

Petizione genitori tarantini per chiudere Ilva, raccolt...

 
Nel Tarantino
S.G. Jonico, autocarro investe e uccide ciclista 80enne

San Giorgio Jonico, autocarro investe e uccide ciclista...

 
Dopo l'intervento
Taranto, bimba gettata dal balcone: trasferita al Gemelli

Taranto, bimba gettata dal balcone: trasferita al Gemel...

 
Lotta allo spaccio
Marina di Ginosa, ritrovati 60 kg di marijuana in un casolare: 2 arresti

Marina di Ginosa, ritrovati 60 kg di marijuana in un ca...

 
Il caso
Taranto, provocò un incidente in cui una bimba rimase gravemente ferita: a giudizio 23enne

Taranto, provocò incidente e bimba perse una mano: a gi...

 
Il siderurgico
Ilva, il tempo stringe: chi assumerà Mittal? Lavoratori ancora al buio

Ilva, il tempo stringe: chi assumerà Mittal? Lavoratori...

 
A Sava (TA)
Taranto, estorce 1.500 euro e minaccia un 15enne per droga: arrestato 17enne

Taranto, estorce 1.500 euro e minaccia un 15enne per dr...

 
Sanità
Vivibilità ospedali, asl Taranto prima in Puglia

Vivibilità ospedali, asl Taranto prima in Puglia

 
Nel Tarantino
Scarico di acque reflue a Martina Franca, sequestrato depuratore aziendale

Scarico di acque reflue a Martina Franca, sequestrato d...

 
Taranto
Staff al comune, 3 indagati per truffa e abuso d'ufficio

Staff al comune, 3 indagati per truffa e abuso d'uffici...

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più letti

La curatela

Borsci, altri 6 mesi proroga
al gruppo calabrese Caffo

Borsci, altri 6 mesi prorogaal gruppo calabrese Caffo

La curatela fallimentare ha concesso un’ulteriore proroga di sei mesi al gruppo calabrese Caffo per la gestione dello stabilimento di liquori Borsci di Taranto che produce l’Elisir San Marzano. La decisione è stata assunta questa mattina al termine del vertice alla Provincia di Taranto.
Al tavolo convocato dal responsabile del servizio Controversie collettive, Michele Coviello, oltre al segretario generale della Uila Uil e ad Ida Cardillo, componente della segreteria, c'erano anche il curatore fallimentare della Ilbi Spa, Antonio Pastore, i responsabili della Bsm Srl del gruppo Caffo 1915, l'amministratore della società Sebastiano Caffo ed il consulente del lavoro Rosario Gentile, il presidente della Provincia di Taranto, Martino Tamburrano, l’assessore alle Attività produttive del Comune di Taranto, Giovanni Guttagliere, ed i rappresentanti delle altre organizzazioni sindacali di categoria, Sante Bernalda della Flai Cgil ed Antonio La Fortuna della Fai Cisl. Caffo produce alcolici tra cui «Vecchio Amaro del Capo» e ha in gestione da tre anni la Borsci, il cui marchio è conosciuto nel mondo dei liquori sin dal 1840 e il suo prodotto di punta è l’Elisir San Marzano.
«Siamo soddisfatti a metà - commenta in una nota Antonio Trenta della Uila - nel senso che se non ci fosse stata quest’ulteriore proroga, dopo il 22 ottobre, giorno di scadenza dell’ultima concessa al gruppo Caffo, le dieci unità occupazionali attualmente impegnate nella Borsci avrebbero perso il lavoro e l’azienda avrebbe dovuto interrompere le attività con il rischio di non riprenderle mai più. Non possiamo tuttavia nascondere che siamo un pò delusi dal fatto che ancora non si prenda una decisione definitiva». Questo «sta contribuendo non poco - conclude Trenta - ad allungare il calvario dei lavoratori, i quali dovranno ancora attendere prima di conoscere il loro futuro occupazionale».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400