Sabato 17 Aprile 2021 | 06:59

NEWS DALLA SEZIONE

la protesta
Mittal Taranto, presidio al Mise il 22 aprile per operaio licenziato

Mittal Taranto, sciopero e presidio al Mise il 22 aprile per operaio licenziato

 
Nel Tarantino
Ginosa, spiagge ai privati: l'Antitrust contro il Comune

Ginosa, spiagge ai privati: l'Antitrust contro il Comune

 
controlli guardia costiera
Taranto, sequestrati 8 quintali di cozze di dubbia provenienza: due persone denunciate

Taranto, sequestrati 8 quintali di cozze di dubbia provenienza: due denunciati

 
Agricoltura
Primitivo di Manduria, produzione +26% nel 2020 e giro d'affari di 182 mln

Primitivo di Manduria, produzione +26% nel 2020 e giro d'affari di 182 mln

 
controlli della ps
Grottaglie, nascondevano in casa droga ed una pistola giocattolo: arrestati due 21enni

Grottaglie, nascondevano in casa droga ed una pistola giocattolo: arrestati due 21enni

 
La vicenda
Mittal, ministro Orlando incontra operaio licenziato: «Rivoglio il mio lavoro»

Mittal, ministro Orlando incontra operaio licenziato: «Rivoglio il mio lavoro»

 
A Taranto
ArcelorMittal, precipita porta-lance in Acciaieria 2, nessun ferito

ArcelorMittal, precipita porta-lance in Acciaieria 2, nessun ferito

 
Il caso
Taranto, la Procura barese indaga sui lavori del nuovo ospedale

Taranto, la Procura barese indaga sui lavori del nuovo ospedale

 
Il caso
Taranto, pressing su Mittal per il reintegro del dipendente licenziato dopo post su Fb

Taranto, pressing su Mittal per il reintegro del dipendente licenziato dopo post su Fb

 

Il Biancorosso

Serie C
Gli ex di Bari-Palermo: Floriano, il "re" della serie D

Gli ex di Bari-Palermo: Floriano, il «re» della serie D

 

NEWS DALLE PROVINCE

Newsweekl'iniziativa
Bari, infermieri del Di Venere su tute Covid: «DDL ZAN» contro discriminazioni di genere

Bari, infermieri del Di Venere su tute Covid: «DDL ZAN» contro discriminazioni di genere

 
Tarantola protesta
Mittal Taranto, presidio al Mise il 22 aprile per operaio licenziato

Mittal Taranto, sciopero e presidio al Mise il 22 aprile per operaio licenziato

 
Leccel'esposto
Galatina, donna incinta abortisce dopo essere andata in ospedale per controllo e rimandata a casa

Galatina, donna incinta abortisce dopo essere andata in ospedale per controllo e rimandata a casa

 
PotenzaL'intervento
Stellantis di Melfi, il sottosegretario Moles: «No si perda neanche un posto di lavoro»

Stellantis di Melfi, il sottosegretario Moles: «Non si perda neanche un posto di lavoro»

 
Foggiala denuncia
Foggia, assistenza psichiatrica insufficiente nel carcere: uno specialista per poche ore al giorno

Foggia, assistenza psichiatrica insufficiente nel carcere: uno specialista per poche ore al giorno

 
Batla decisione
Popolare Bari, truffa su polizze vita: assolti dipendenti filiale di Barletta

Popolare Bari, truffa su polizze vita: assolti dipendenti filiale di Barletta

 
BasilicataEconomia
Bardi: «Con Recovery Fund ridurre divario fra Nord e Sud»

Bardi: «Con Recovery Fund ridurre divario fra Nord e Sud»

 
Brindisial Perrino
Brindisi, muore povero e solo: la città gli paga il funerale

Brindisi, muore povero e solo: la città gli paga il funerale

 

i più letti

indagini della gdf

Taranto, percepivano indebiti rimborsi: sequestrati beni per 255mila euro a 4 consiglieri comunali

Il reato contestato è truffa aggravata in danno dell’Ente pubblico: gòi accertamenti hanno riguardato i rimborsi previsti dagli articoli 79 e 80 del decreto legislativo 267 del 2000

Guardia di Finanza

TARANTO - Militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Taranto hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo, emesso dal gip Rita Romano su richiesta del pm Maria Grazia Nastasia, di disponibilità finanziarie, beni mobili e immobili, per oltre 255mila euro, nei confronti di 4 consiglieri comunali di Taranto accusati di truffa aggravata in danno dell’Ente pubblico in quanto avrebbero beneficiato di indebiti rimborsi.

Gli accertamenti hanno riguardato i rimborsi previsti dagli articoli 79 e 80 del decreto legislativo 267/2000, in base ai quali le assenze di un lavoratore dipendente per l’esercizio delle funzioni di componente di un Consiglio comunale, sono retribuite a cura del suo datore di lavoro, il quale, su specifica richiesta documentata, viene successivamente rimborsato da parte dell’Ente civico.

Secondo la tesi degli inquirenti, i consiglieri comunali Floriana De Gennaro (opposizione), ed Emidio Albani, Piero Bitetti e Carmen Casula (della maggioranza), in unione e con il concorso con i titolari di imprese (nei confronti dei quali sono stati eseguiti altri sequestri), avrebbero «in alcuni casi simulato del tutto l’esistenza di un contratto di lavoro dipendente e, in altri casi, modificato artatamente in senso migliorativo l’inquadramento contrattuale, al fine di ottenere, per le loro assenze dal lavoro, giustificate dalla partecipazione alle sedute del Consiglio comunale di Taranto, rimborsi del tutto indebiti o quantomeno maggiorati». «Tali illeciti comportamenti - è detto in una nota delle Fiamme Gialle - hanno indotto in errore il Comune di Taranto, il quale ha ratificato, per il periodo 2017/2019, rimborsi non dovuti per circa 255 mila euro». 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie