Mercoledì 27 Gennaio 2021 | 20:16

NEWS DALLA SEZIONE

L'iniziativa
Giornata della Memoria, musica dal teatro chiuso di Taranto: l'omaggio degli artisti

Giornata della Memoria, musica dal teatro chiuso di Taranto: l'omaggio degli artisti

 
Maglia nera
Allarme del Sappe: il carcere di Taranto è il più affollato d'Italia

Allarme del Sappe: il carcere di Taranto è il più affollato d'Italia

 
Il siderurgico
Arcelor Mittal, azienda a sindacati: prossima la fermata dell'Afo4

Arcelor Mittal, azienda a sindacati: prossima la fermata dell'Afo4. Reintegrato operaio Ilva in As

 
Il caso
Taranto, deruba anziana con l'aiuto della badante: arrestato

Taranto, deruba anziana con l'aiuto della badante: arrestato

 
Il virus
Taranto, in Puglia parte il progetto pilota «misuriamo la CO2 a scuola»

Taranto, in Puglia parte il progetto pilota «misuriamo la CO2 a scuola»

 
SHOAH
Giornata della Memoria, l’orrore dei lager rivive nel video inedito della Springer

Giornata della Memoria, l’orrore dei lager rivive nel video inedito della Springer

 
Nel Tarantino
Grottaglie, trovato cadavere in un capannone: indagato per omicidio colposo titolare ditta edile

Grottaglie, cadavere in un capannone: sarebbe caduto da un muletto. Indagato titolare ditta edile

 
Il virus
Covid 19 a Taranto, positivi docenti del Conservatorio: sospese le lezioni

Covid 19 a Taranto, positivi docenti del Conservatorio: sospese le lezioni

 
L'indagine
Guardia di finanza sequestra beni a ex Presidente Ordine Avvocati di Taranto

Guardia di finanza sequestra beni a ex Presidente Ordine Avvocati di Taranto

 
La bomba
Esplosione distrugge bar a Taranto, indaga la polizia

Esplosione distrugge bar a Taranto, indaga la polizia

 
Marina Militare
Taranto, la «Cavour» parla pugliese e si prepara per accogliere gli «F35» a decollo verticale

Taranto, la «Cavour» parla pugliese e si prepara per accogliere gli «F35» a decollo verticale

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, pressing su Cianci per sostituire Montalto

Bari calcio, pressing su Cianci per sostituire Montalto

 

NEWS DALLE PROVINCE

Brindisia S. Michele Salentino
Brindisi, solaio crollato in un capannone: 4 indagati per omicidio colposo

Brindisi, solaio crollato in un capannone: 4 indagati per omicidio colposo

 
TarantoL'iniziativa
Giornata della Memoria, musica dal teatro chiuso di Taranto: l'omaggio degli artisti

Giornata della Memoria, musica dal teatro chiuso di Taranto: l'omaggio degli artisti

 
BariIl caso
Ospedale in Fiera: «Niente visite a pagamento. Per i medici solo spazi amministrativi»

Ospedale in Fiera: «Niente visite a pagamento. Per i medici solo spazi amministrativi»

 
PotenzaSHOAH
Giornata della Memoria, a Potenza consegnate 3 medaglie d’onore ai familiari dei deportati

Giornata della Memoria, a Potenza consegnate 3 medaglie d’onore ai familiari dei deportati

 
FoggiaIl caso
Femminicidio a Orta Nova, 46enne indagato non risponde a pm: aveva tracce di sangue sui vestiti

Femminicidio a Orta Nova, 46enne indagato non risponde a pm: aveva tracce di sangue sui vestiti

 
BatIl caso
Scontro treni, la pm in foto con l'avvocato di un indagato, Csm la boccia ma si spacca

Scontro treni, la pm in foto con l'avvocato di un indagato, Csm la boccia ma si spacca

 
MateraIl caso
Tricarico, rubati 12 quintali di rame: 4 arresti

Tricarico, rubati 12 quintali di rame: 4 arresti

 
LecceIl caso
Lecce, litiga con il cugino e gli spara: arrestato

Lecce, litiga con il cugino e gli spara: arrestato

 

i più letti

Taranto

Michele Conversano: «Covid, siamo in trincea ma abbiamo l'arma per batterlo»

È il direttore del dipartimento di prevenzione dell'Asl di Taranto

Michele Conversano: «Covid, siamo in trincea ma abbiamo l'arma per batterlo»

«No. Dopo tanti anni di esperienza sul campo non mi sarei mai aspettato una situazione del genere, non in questi termini e con questi numeri. È veramente dura, ma grazie alla scienza supereremo anche questa emergenza». Michele Conversano, 64 anni, direttore del Dipartimento di prevenzione dell’Asl di Taranto, è sicuramente uno dei personaggi del territorio provinciale che si sono messi in luce nel 2020 e distinti per competenza e professionalità. Non è un caso che il governatore Michele Emiliano lo abbia nominato coordinatore della cabina di regia regionale per la campagna di vaccinazione contro il Covid19.

«È un incarico importante perché – spiega Conversano alla Gazzetta – si tratta di gestire una fase delicata che dovrà consentirci di uscire dal tunnel. Tutti dovrebbero vaccinarsi: è quella la strada per lasciarci alle spalle questo incubo, ma è un percorso ancora lungo e dobbiamo continuare a essere responsabili e osservare scrupolosamente le regole anti contagio».
Michele Conversano è direttore del Dipartimento di prevenzione dell’Asl da quasi 26 anni. «Sono il più longevo d’Italia – scherza - in questo ruolo. Sono stato presidente nazionale della Società italiana di igiene, insegno in diverse università italiane e ho sempre fatto questo mestiere».

Quale è la situazione attuale nel tarantino sia dal punto di vista dei contagi che della pressione sugli ospedali?
«Ora stiamo pagando un po’ di allentamento delle restrizioni nelle vacanze di Natale. Per fortuna nelle strutture ospedaliere, che sono sotto stress perché la situazione si protrae da tanto tempo, ci sono posti liberi e si riesce a lavorare. Il problema è seguire tutto il resto. La rete dei tamponi comunque è molto efficiente: sia quella dei distretti che del Dipartimento di prevenzione, degli ospedali e delle strutture private accreditate».

I numeri sono preoccupanti o no?
«I numeri sono sempre preoccupanti. Abbiamo tante attività ferme, tanti ricoveri, tanti decessi. Non è certo un sollievo dire che un paziente deceduto aveva 85 anni. Tutti gli anziani hanno il diritto di vivere bene gli ultimi anni della loro esistenza».

La Puglia è in zona gialla fino a venerdì 15, ma i dati non sono confortanti. Emiliano ha detto ai pugliesi: se potete non uscite di casa. Lei cosa pensa?
«Ha fatto benissimo, condivido pienamente quello che ha detto il presidente. Noi dovremmo comportarci come se fossimo circondati da positivi. Questo è l’unico atteggiamento che noi possiamo avere. C’è un nemico che non viaggia da solo ma con le gambe e con le teste delle persone che ci circondano. Quando dobbiamo uscire per necessità restano fondamentali mascherine, distanziamento e igiene personale. Oltretutto cadere adesso, quando si intravede il traguardo, che è la vaccinazione, è veramente un peccato mortale. Penso al corridore che ha fatto la maratona e cade all’ultimo miglio».

Per lei è giusto il ritorno a scuola in presenza?
«Dico che per fortuna non decido io, ma è una scelta pesante. Molto spesso la malattia tra i bambini e tra i ragazzi non è visibile, avvertono piccoli sintomi. Il problema non è nella scuola, ma soprattutto in quello che avviene fuori, alle fermate degli autobus, quando s’incrociano gli studenti».

Perchè nella prima fase della pandemia la provincia di Taranto è stata per così dire tra le più virtuose e durante la seconda ondata i numeri sono cresciuti in maniera esponenziale?
«Anche se abbiamo avuto il primo caso in Puglia, subito c’è stato un lockdown durissimo che ci ha bloccati in casa. L’azione di contact tracing ha funzionato e siamo riusciti a tenere la situazione sotto controllo. Con le aperture di questa estate siamo diventati come il resto d’Italia, anche se Taranto e la Puglia sono al di sotto della media nazionale. Ripetere un lockdown ora? Noi sanitari suggeriamo delle cose ma poi il contemperamento tra le esigenze sanitarie e le esigenze produttive non è facile. Se fosse tutto chiuso sarebbe più semplice ma ci rendiamo conto che questo non può avvenire. Noi tarantini ne sappiamo qualcosa di contemperamento tra salute ed economia».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie